Manifestanti cubani avvertono quelli che amano Che Guevara: “Era un fo***to terrorista”

I manifestanti riuniti fuori dalla Casa Bianca giovedì sera per sollecitare Joe Biden ad agire a sostegno delle proteste in corso a Cuba questa settimana hanno detto a Breitbart News che la diffusione del personaggio mainstream dell’omicidio di massa e del regime di Castro, Ernesto “Che” Guevara, mina la sofferenza di coloro che ha ucciso.

Ernesto “Che” Guevara, un ricco comunista irlandese-argentino che partecipò alla conquista della nazione insulare con Fidel Castro nel 1959, presiedette all’organizzazione di plotoni d’esecuzione per eliminare le persone che non erano d’accordo con Castro e fu il pioniere dell’uso dei campi di concentramento a Cuba. Ha scritto apertamente che “amava davvero uccidere” e si divertiva particolarmente ad uccidere i religiosi e i cubani sospetti di essere LGBT, ma la sua eredità negli Stati Uniti (e in Europa, n.d.r.) si è in qualche modo trasformata in quella di un “rivoluzionario” che rappresenta gli oppressi. Un famoso ritratto dell’assassino è diventato una maglietta popolare in America e nell’Occidente in generale.

Un uomo che si è identificato come Gianni, un manifestante cubano alla Casa Bianca, ha sventolato una bandiera cubana con un’immagine di rifiuto a Guevara. Ha detto a Breitbart News che coloro che ammirano Che Guevara hannoinformazioni sbagliate” e li ha esortati a conoscere meglio la sua vera eredità.

“La gente pensa che fosse un grande e un rivoluzionario. Quello che nessuno vi dice è che uccideva i gay a Cuba. La sua grande idea erano i campi di concentramento per i gay”, ha spiegato Gianni. “Uccideva i cristiani. Uccideva le persone che non erano d’accordo con lui solo perché volevano la libertà e non volevano essere comunisti”.

Guevara fu responsabile di aver aiutato Fidel Castro ad implementare le cosiddette “Unità Militari di Aiuto alla Produzione” (UMAP), campi di concentramento nominalmente utilizzati per il lavoro agricolo per arricchire il paese – già il più ricco dell’America Latina nel periodo immediatamente precedente al 1959 – ma in realtà utilizzati per uccidere e reprimere i cubaniindesiderati“. Chiunque fosse sospettato di omosessualità, fosse noto per appartenere a gruppi cristiani come gli Avventisti del Settimo Giorno o i Testimoni di Geova, scrittori dissidenti, giornalisti e altri che esano visti come una minaccia al comunismo, si trovarono a lavorare nell’UMAP. I rapporti indicano che il superlavoro e le situazioni intenzionalmente pericolose create nei campi UMAP avevano lo scopo di uccidere i loro detenuti.

Fa***lo Che Guevara, era un fottuto terrorista“, ha detto a Breitbart News un altro uomo presente alla protesta di giovedì che non si è identificato. “Quell’uomo ha ucciso un sacco di gente, sapete cosa sto dicendo? Ha ucciso un sacco di gente, c***o. La gente nel mondo ha un’impressione sbagliata di Che Guevara… Era incaricato di uccidere la gente a Cuba”.

Un terzo manifestante che si è identificato come Amilkal ha detto a Breitbart News di Guevara: “Ha detto ‘uccideremo la gente e continueremo ad uccidere la gente se ne avremo bisogno. Le persone contro la rivoluzione, le uccideremo”.

Amilkal sembra riferirsi a un famoso discorso che Guevara tenne davanti all’Assemblea Generale delle Nazioni Unite nel 1964.

I manifestanti hanno anche espresso il panico riguardo ai rapporti sulla polizia cubana che si impegna in raid porta a porta, sparando e anche uccidendo i manifestanti disarmati nelle loro case, di fronte alle loro famiglie. Almeno un video diffuso fuori dal paese questa settimana mostra la polizia che apre il fuoco su un manifestante nel suo salotto, di fronte ai suoi bambini piccoli e a sua moglie. Le condizioni di salute dell’uomo rimangono sconosciute.

BreitbartNews.com