I 45 milioni di dollari di Zuckerberg per le elezioni in Georgia hanno aumentato l’affluenza per i Democratici

Secondo il rapporto del Watchdog le donazioni del fondatore di Facebook per la gestione delle elezioni presidenziali hanno favorito pesantemente i Democratici.

Su Fox News il 5 giugno è stato pubblicato un articolo riguardante l’analisi che il “Watchdog” governativo, il Foundation for Government Accountability (FGA è un think tank no-profit e sovrastatale specializzato in assistenza sanitaria, welfare, lavoro e riforma elettorale) ha svolto sulle somme donate da Mark Zuckerberg e da sua moglie per la gestione delle elezioni presidenziali del 2020 e di quelle per i due seggi al Senato della Georgia a inizio 2021.

In totale il fondatore di Facebook ha donato più di 400 milioni di dollari al Center for Tech and Civic Life (CTCL) che ha provveduto poi ad erogare i fondi alle varie contee in tutti gli Stati Uniti. Questi fondi in sostanza sono andati a integrare i bilanci pubblici delle contee per la gestione di tutti gli aspetti delle elezioni.

La motivazione alla base di questa donazione è stata la “sicurezza degli elettori e degli operatori nell’anno del COVID”. Il Watchdog ha però scoperto che solo una piccola parte della somma è andata in acquisti di attrezzature e di dispositivi di protezione individuale contro il COVID: la maggior parte del denaro è stata utilizzata per sostenere e implementare il voto per corrispondenza soprattutto nelle contee democratiche.

In sostanza il denaro, secondo questo rapporto, è stato utilizzato per aumentare l’affluenza alle urne nelle contee democratiche e quindi per portare più voti ai candidati Democratici e a Joe Biden nelle elezioni presidenziali del 2020 e a quelle senatoriali del 5 gennaio 2021.

Di seguito riportiamo la dichiarazione stampa del Foundation for Government Accountability del 28 maggio 2021.

Oggi (28 maggio), la Foundation for Government Accountability (FGA) ha annunciato che le elezioni generali ed i ballottaggi del 2020 in Georgia hanno ricevuto più di 45 milioni di dollari dalla Chan-Zuckerberg Initiative, in base alle verifiche su documenti pubblici.

La Chan-Zuckerberg Initiative ha incanalato più di 400 milioni di dollari alle giurisdizioni elettorali attraverso il Center for Tech and Civic Life (CTCL), una non-profit gestito da un ex sostenitore di Barack Obama.

Denominato “sovvenzioni in risposta al COVID-19“, il denaro doveva essere utilizzato dai funzionari elettorali per affrontare una sfida senza precedenti durante le elezioni del 2020. I registri hanno rivelato che i milioni della Zuckerbucks in realtà sono stati spesi per attività non legate al COVID. Nelle contee di Fulton, Cobb e Dekalb le spese per i DPI hanno costituito solo l’1,3% della spesa totale delle sovvenzioni.

I dati mostrano anche che le contee democratiche avevano il doppio delle probabilità di ricevere fondi dalla Zuckerbuck, e che le contee che hanno votato per Biden hanno ricevuto dalla Zuckerbuck in media quasi quattro volte più per elettore registrato rispetto alle contee che hanno votato per Trump. Le contee che hanno ricevuto finanziamenti hanno anche visto un aumento degli elettori democratici rispetto a quelle che non hanno ricevuto sovvenzioni.

Con il 60% dei finanziamenti a fondo perduto che vanno direttamente alle roccaforti democratiche, ci si deve interrogare sul vero scopo di queste sovvenzioni. I registri pubblici mostrano che poco denaro è stato speso per il contrasto al COVID-19 dai funzionari elettorali. Invece, la spesa più grossa è andata verso il noleggio di veicoli, le spese legali, la promozione del voto per corrispondenza e gli stipendi”, ha detto Katie Rodgers, vicepresidente della FGA e originaria della Georgia. “Per fortuna, il parlamento della Georgia ha fatto la cosa giusta e ha messo fine al flusso di denaro privato nelle loro elezioni pubbliche“.

Qui si può trovare il report completo online.


Di seguito la traduzione dell’articolo di Fox News

Le spese di Mark Zuckerberg per le elezioni del 2020 sono state pesantemente ponderate per aumentare l’affluenza nelle contee democratiche rispetto a quelle repubblicane.

I 45 milioni di dollari spesi da Mark Zuckerberg per le elezioni in Georgia hanno aumentato l’affluenza dei Democratici, secondo il rapporto del “Watchdog“.

La spesa di Mark Zuckerberg per le elezioni del 2020 è stata pesantemente orientata al fine di aumentare l’affluenza nelle contee democratiche rispetto a quelle repubblicane.

I risultati delle elezioni in Georgia, uno degli stati più importanti a novembre – e di nuovo nei due ballottaggi del Senato degli Stati Uniti a gennaio – potrebbero essere stati significativamente influenzati da quei 45 milioni di dollari provenienti dal fondatore di Facebook Mark Zuckerberg e dalla moglie Priscilla Chan.

Questa è la conclusione di un “cane da guardia” governativo che ha tracciato il denaro utilizzato per finanziare l’amministrazione delle elezioni in tutto il paese.

Zuckerberg e Chan hanno donato 350 milioni di dollari al Center for Tech and Civic Life (CTCL), che ha poi distribuito le sovvenzioni a 48 stati e Washington, D.C., per l’amministrazione delle elezioni in vista di novembre 2020. Di questi, 31 milioni di dollari sono andati alla Georgia per le elezioni generali, dove Joe Biden ha vinto di stretta misura i 16 voti elettorali dello stato, battendo l’allora presidente Trump per meno di 12.000 voti.

Il Centro ha anche dato 14,5 milioni di dollari alle contee della Georgia per le due elezioni di ballottaggio di gennaio, dove i Democratici hanno vinto entrambe le corse per ribaltare la maggioranza al Senato degli Stati Uniti.

La Foundation for Government Accountability sostiene che il denaro per le sovvenzioni in Georgia ed in tutto il paese sia stato pesantemente orientato verso le contee democratiche. Anche se sono stati fatturati come sussidi per la sicurezza elettorale durante la pandemia di Coronavirus, solo una piccola parte in uno qualsiasi degli stati che la fondazione ha esaminato è stata usata per attrezzature di protezione individuale.

Il CTCL ha dato circa quattro volte di più nelle sovvenzioni finanziate da Zuckerberg alle contee democratiche della Georgia rispetto alle contee repubblicane, secondo l’analisi della FGA.

Per le elezioni del 2020, il CTCL ha dato circa 29 milioni di dollari in sovvenzioni alle contee della Georgia dove Biden ha vinto, con un tasso di 7,13 dollari per elettore registrato. Al contrario, il centro ha dato 2,3 milioni di dollari in sovvenzioni – in media 1,91 dollari per elettore registrato – alle contee in cui Trump ha vinto. Le contee che hanno ricevuto di più nel periodo precedente le elezioni presidenziali sono state Fulton, Cobb e DeKalb.

“Il finanziamento di Zuckerberg è un esempio senza precedenti di utilizzo di dipendenti governativi e risorse governative per mettere il dito sulla bilancia, per influenzare il risultato elettorale”, ha detto a Fox News Tarren Bragdon, CEO della Foundation for Government Accountability. “Sarebbe come dare soldi privati ai Dipartimenti di Polizia perché gli agenti facciano più arresti in certi quartieri rispetto ad altri. Sarebbe come dare soldi al Dipartimento delle Tasse per fare più controlli a certe partite IVA rispetto che ad altre”.

Circa la metà delle contee che Biden ha vinto hanno ricevuto i soldi di Zuckerberg, mentre solo il 20% delle contee che Trump ha vinto ne hanno ricevuti. Per esempio, il CTCL ha dato più di 1 milione di dollari solamente a sei contee in vista del 2020 – e in tutte quante la candidata democratica Hillary Clinton ha vinto nel 2016. Ma mentre la quota del voto democratico è aumentata nella maggior parte di queste contee della Georgia dal 2016 al 2020 di circa un punto percentuale, le contee che non hanno ricevuto sovvenzioni finanziate da Zuckerberg, invece, “non si sono affatto mosse”, secondo l’analisi della FGA.

Il CTCL non ha risposto alle richieste di commento, ma ha precedentemente difeso le sovvenzioni a Fox News.

“L’anno scorso, con generosi finanziamenti privati, il CTCL ha annunciato il programma di sovvenzioni in risposta al COVID-19”, ha detto l’organizzazione a Fox News in una dichiarazione di aprile. “Tutti gli uffici elettorali locali responsabili dell’amministrazione delle attività elettorali coperte dal programma di sovvenzioni “CTCL-COVID-19 Response” erano idonei a richiedere i fondi delle sovvenzioni. […] Più della metà di tutte le sovvenzioni a livello nazionale sono andate agli uffici elettorali che servono meno di 25.000 elettori registrati”.

È importante guardare i numeri e i fatti, ha risposto Tarren Bragdon, CEO della Foundation for Government Accountability.

“Diranno che la maggior parte delle contee che hanno ricevuto i soldi abbiano meno di 25.000 elettori registrati o che X percento delle contee sono repubblicane”, ha detto Bragdon. “Ma la chiave qui è seguire il denaro. E il denaro è andato sproporzionatamente alle contee democratiche. In Georgia, più del 90% del denaro è andato a quelle contee democratiche. E si poteva vedere dalla spesa per elettore registrato che non era affatto proporzionata“.

Sabato 5 giugno, un portavoce di Zuckerberg e Chan ha rilasciato la seguente dichiarazione a Fox News riguardo alle donazioni della coppia:

“Quando l’infrastruttura elettorale della nostra nazione ha dovuto affrontare sfide senza precedenti l’anno scorso a causa della pandemia, Mark e Priscilla sono intervenuti per colmare un vuoto nel finanziamento ed hanno concesso 350 milioni di dollari al Center for Tech and Civic Life, un’organizzazione apartitica, 501 (c)(3) del codice del commercio americano, che ha emesso un bando aperto alle giurisdizioni locali in tutto il paese e che ha fornito finanziamenti per tutte le giurisdizioni che sono state determinate come legittime.”

“Quasi 2.500 giurisdizioni elettorali di 49 stati hanno fatto domanda e ricevuto i fondi, comprese le contee urbane, suburbane, extraurbane e rurali. Mentre Mark e Priscilla hanno fornito una sovvenzione globale a CTCL per garantire la disponibilità dei fondi, non hanno partecipato al processo per determinare quali giurisdizioni dovessero ricevere i fondi, e come ad una qualsiasi organizzazione ex 501 (c)(3), alla CTCL è vietato impegnarsi in attività politica di parte”.

Il portavoce ha anche fornito le seguenti informazioni di base:

  • Le giurisdizioni più piccole hanno superato quelle più grandi che hanno fatto domanda, e nel solo Texas, per esempio, quasi la metà delle contee ha fatto domanda e ha ricevuto i fondi.
  • Non importa se tradizionalmente votino repubblicano, democratico, o se siano distretti “indecisi”, tutte le giurisdizioni qualificate che hanno fatto domanda hanno ricevuto i fondi, e una lista è stata resa pubblica qui.
  • Se leggete l’elenco delle contee, si vedrà che più contee a livello nazionale che hanno ricevuto sovvenzioni dal CTCL hanno votato per il presidente Trump rispetto a quelle che hanno votato per il presidente Biden.

Anche se la giustificazione per le sovvenzioni era la sicurezza degli elettori e degli operatori elettorali durante la pandemia di COVID-19, l’analisi del gruppo di controllo dice che alcune contee non hanno speso i fondi per l’attrezzatura protettiva personale. Mentre Fulton, Cobb e Dekalb hanno speso in media l’1,3% delle sovvenzioni finanziate da Zuckerberg per l’acquisto di DPI, il grosso del denaro è stato speso per il voto per corrispondenza, secondo il rapporto.

“Questo non ha nulla a che fare con il COVID mentre ha tutto a che fare con l’utilizzo di risorse governative e dipendenti pubblici per giocare a fare politica“, ha aggiunto Bragdon.

I 14,5 milioni di dollari in sovvenzioni per le elezioni speciali del Senato sono stati spesi in modo simile, in cui più del 60% delle sovvenzioni finanziate da Zuckerberg sono andate alle contee fortemente democratiche di Fulton e DeKalb.

Sette stati – Arizona, Arkansas, Florida, Georgia, Idaho, Kansas e Tennessee – hanno emanato leggi per impedire che fondi privati finanzino l’amministrazione delle elezioni.

Per quanto riguarda gli stati che limitano le giurisdizioni elettorali ad accettare finanziamenti privati, il direttore esecutivo del CTCL Tiana Epps-Johnson ha detto che il denaro privato è regolarmente usato per integrare le carenze del governo locale, come con le biblioteche.

“Speriamo che quando gli stati considereranno la questione del finanziamento privato, risolvano il vero problema di lunga data, che è assicurarsi che i dipartimenti elettorali siano pienamente finanziati in modo che siano in grado di fornire un processo di voto professionale, inclusivo e sicuro per tutti i loro elettori”, ha detto Epps-Johnson a Fox News in aprile.

FoxNews.com

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...