Leggi la risposta del Senatore Repubblicano Tim Scott al discorso di Joe Biden al Congresso

Il senatore della Carolina del Sud Tim Scott ha consegnato la risposta dei Repubblicani al discorso di Joe Biden al Congresso di mercoledì sera. Leggi le sue osservazioni come preparate per la consegna:

Buona sera. Sono il senatore Tim Scott dal grande stato della Carolina del Sud.
Abbiamo appena ascoltato il primo discorso del presidente Biden al Congresso. Il nostro presidente sembra un brav’uomo. Il suo discorso era pieno di buone parole.

Ma il presidente Biden ha promesso un tipo specifico di leadership. Ha promesso di unire una nazione. Di abbassare la temperatura. Di governare per tutti gli americani, non importa come abbiamo votato.

Quello è stato il lancio. L’avete appena sentito di nuovo.

Ma la nostra nazione è affamata di qualcosa di più di vuoti luoghi comuni. Abbiamo bisogno di politiche e progressi che ci riavvicinino. Ma dopo tre mesi, le azioni del presidente e del suo partito ci stanno allontanando ancora di più.

Non sprecherò il vostro tempo stasera con il puntare il dito o con i battibecchi di parte. Quelli lo potete trovare in televisione ogni volta che volete.

Voglio avere una conversazione onesta. Sul buon senso e sul terreno comune. Su questa sensazione che la nostra nazione stia scivolando via dalle sue fondamenta condivise, e su come andare avanti insieme.

Crescendo, non ho mai sognato che sarei stato qui stasera.

Quando ero bambino, i miei genitori hanno divorziato. Io, mia madre e mio fratello ci trasferimmo dai miei nonni. Eravamo in tre e dividevamo una camera da letto.

Ero disilluso e arrabbiato, e sono stato quasi bocciato a scuola. Ma sono stato benedetto.

Prima con una mamma che pregava. Poi con un mentore, un operatore Chick-Fil-A di nome John Moniz. Infine, con una serie di opportunità che sono possibili solo qui in America.

Nell’anno appena passato, ho visto il COVID-19 attaccare ogni piolo della scala che mi ha aiutato a salire.

Tante famiglie hanno perso genitori e nonni troppo presto. Tante piccole imprese sono fallite. Diventare cristiano ha trasformato la mia vita – ma per mesi, troppe chiese sono state chiuse.

Più di tutto, mi rattrista che milioni di bambini abbiano perso un anno di apprendimento quando non potevano permettersi di perdere un giorno. Chiudere i bambini vulnerabili fuori dalla classe significa chiudere gli adulti fuori dal loro futuro.

Le nostre scuole pubbliche avrebbero dovuto riaprire mesi fa. Quelle di altri paesi l’hanno fatto. Le scuole private e religiose l’hanno fatto. La scienza ha dimostrato per mesi che le scuole sono sicure. Ma troppo spesso gli adulti potenti hanno messo da parte la scienza. E i bambini come ero io sono rimasti indietro.

Il caso più chiaro per la scelta scolastica nelle nostre vite.

L’anno scorso, sotto la leadership repubblicana, abbiamo approvato cinque pacchetti COVID bipartisan. Il Congresso ha sostenuto i nostri ospedali, ha salvato la nostra economia e ha finanziato l’operazione Warp Speed, consegnando i vaccini in tempo record.

Tutti e cinque i disegni di legge hanno ottenuto 90 o più voti al Senato. Il buon senso ha trovato un terreno comune.

A febbraio, i Repubblicani hanno detto al presidente Biden che volevano continuare a lavorare insieme per vincere questa battaglia. Ma i Democratici volevano andare da soli.

Hanno speso quasi 2 trilioni di dollari per una legge unilaterale che la Casa Bianca ha vantato essere la legge più liberal della storia americana! Solo l’1% è andato alle vaccinazioni. Nessun obbligo di riaprire prontamente le scuole.

Il COVID ha riunito il Congresso cinque volte. Questa amministrazione ci ha allontanati.

Un’altra questione che dovrebbe unirci sono le infrastrutture.

I Repubblicani sostengono tutto ciò a cui si pensa quando si parla di ‘infrastrutture’. Strade, ponti, porti, aeroporti, vie d’acqua, banda larga ad alta velocità – ci stiamo tutti!

Ma di nuovo, i Democratici vogliono una lista di desideri solo loro. Non vogliono nemmeno costruire ponti…

Meno del 6% del piano del presidente va a strade e ponti. È una lista di desideri liberal di sprechi del Big Government… i più grandi aumenti di tasse che uccidono il lavoro da una generazione a questa parte. Gli esperti dicono che, quando tutto sarà detto e fatto, questo abbasserà i salari degli americani e danneggerà la nostra economia.

Stasera abbiamo anche sentito parlare di un cosiddetto “Piano famiglia”. Ancora più tasse, ancora più spese, per mettere Washington ancora di più al centro della vostra vita – dalla culla, al college.

La bellezza del sogno americano è che le famiglie se lo definiscono da sole.

Dovremmo espandere le opzioni e le opportunità per tutte le famiglie, non buttare soldi in certe questioni perché i Democratici pensano di saperne di più.

La spesa per le infrastrutture che restringe la nostra economia non è buon senso.

Indebolire il nostro confine meridionale e creare una crisi non è compassionevole.

Il presidente sta abbandonando i principi che ha seguito per decenni. Ora dice che le vostre tasse dovrebbero finanziare gli aborti. Sta gettando le basi per aumentare i giudici alla Corte Suprema.

Questo non è un terreno comune.

Da nessuna parte abbiamo bisogno di un terreno comune più disperatamente che nelle nostre discussioni sul razzismo.

Ho sperimentato il dolore della discriminazione.

So come ci si sente ad essere fermati senza motivo. Essere seguito in un negozio mentre faccio shopping. Ricordo che ogni mattina, al tavolo della cucina, mio nonno aveva il giornale in mano. Più tardi ho capito che non aveva mai imparato a leggerlo. Voleva solo darmi il giusto esempio.

Ho anche sperimentato un diverso tipo di intolleranza.

Vengo chiamato “Zio Tim” – o con la parola “N” – dai ‘progressisti’! Dai liberal! Proprio la settimana scorsa, un giornale nazionale ha suggerito che la povertà della mia famiglia fosse in realtà un privilegio perché un parente possedeva dei terreni generazioni prima del mio tempo.

Credetemi, so che la nostra guarigione non è finita.

Nel 2015, dopo l’uccisione di Walter Scott, ho scritto una proposta di legge per finanziare le body camera. L’anno scorso, dopo le morti di Breonna Taylor e George Floyd, ho costruito una proposta di riforma della polizia ancora più grande. Ma i miei colleghi Democratici l’hanno bloccata.

Ho mostrato un ramo d’ulivo. Ho offerto loro degli emendamenti. Ma i Democratici hanno usato l’ostruzionismo per bloccare il dibattito. I miei amici dall’altra parte dell’emiciclo sembravano volere la questione più di quanto volessero una soluzione.

Ma sto ancora lavorando. Sono ancora speranzoso.

Quando l’America si riunisce, abbiamo fatto enormi progressi. Ma forze potenti vogliono separarci.

Un centinaio di anni fa, ai bambini nelle classi veniva insegnato che il colore della loro pelle era la loro caratteristica più importante – e se avevano un certo aspetto, che erano inferiori.

Oggi, ai bambini viene insegnato di nuovo che il colore della loro pelle li definisce – e se hanno un certo aspetto, che sono degli oppressori.

Dai college alle grandi aziende alla nostra cultura, la gente sta facendo soldi e guadagnando potere facendo finta che non abbiamo fatto alcun progresso. Raddoppiando le divisioni che abbiamo lavorato così duramente per guarire.

Voi sapete che queste cose sono sbagliate. Ascoltatemi chiaramente: L’America non è un paese razzista.

E’ sbagliato combattere la discriminazione con altre discriminazioni. Ed è sbagliato cercare di usare il nostro doloroso passato per chiudere disonestamente i dibattiti nel presente.

Sono un afroamericano che ha votato nel Sud per tutta la vita. Prendo i diritti di voto personalmente.

I Repubblicani sono favorevoli a rendere più facile votare e più difficile imbrogliare.

E lo stesso vale per gli elettori! Grandi maggioranze di americani sostengono il voto anticipato, e grandi maggioranze sostengono il Voter I.D. – compresi gli afroamericani e gli ispanici. Il senso comune crea un terreno comune.

Ma oggi, questa conversazione è crollata.

Lo stato della Georgia ha approvato una legge che espande il voto anticipato; preserva il voto per corrispondenza senza fornire delle giustificazioni per utilizzarlo; e, nonostante quanto affermato dal presidente, non ha ridotto le ore del giorno in cui si pò votare.

Se si legge davvero questa legge, è mainstream. Sarà più facile votare presto in Georgia che nella New York gestita dai Democratici. Ma la Sinistra non vuole che lo sappiate. Vogliono che le persone facciano virtù urlando su una legge che non hanno nemmeno letto. I “fact-checkers” hanno richiamato la Casa Bianca per dichiarazioni errate. Il presidente sostiene assurdamente che questo è peggio di Jim Crow. Cosa sta succedendo qui?

Ve lo dico io. Una presa di potere di Washington.

Questa indignazione fuori luogo serve a giustificare la vasta proposta di legge dei Democratici con cui si impadronirebbero delle elezioni in tutti e i 50 Stati, che invierebbe fondi pubblici alle campagne politiche con cui non siete d’accordo e renderebbe la Commissione Federale per le Elezioni da bipartisan… a di parte!

Questo non riguarda i diritti civili o il nostro passato razziale. Si tratta di truccare le elezioni nel futuro.

E, no – lo stesso ostruzionismo che il presidente Obama e il presidente Biden hanno difeso quando erano senatori, che i Democratici hanno usato proprio l’anno scorso, non è diventato improvvisamente una reliquia razzista solo perché la scarpa sta nell’altro piede.

La razza non è un’arma politica per risolvere ogni questione nel modo in cui una parte vuole.

È troppo importante.

Questa dovrebbe essere una gioiosa primavera per la nostra nazione.

Questa amministrazione ha ereditato una marea che aveva già cominciato a calare. Il Coronavirus è in fuga! Grazie all’Operazione Warp Speed e all’Amministrazione Trump, il nostro paese è inondato di vaccini sicuri ed efficaci. Grazie al nostro lavoro bipartisan dello scorso anno, le riaperture stanno rinvigorendo il lavoro.

Allora perché ci sentiamo così divisi e ansiosi?

Una nazione con così tanti motivi di speranza non dovrebbe sentirsi così pesante.

Un presidente che ha promesso di riunirci non dovrebbe spingere programmi che ci fanno a pezzi.

La famiglia americana merita di meglio. E noi sappiamo cosa significa meglio!

Appena prima del COVID, avevamo l’economia più inclusiva che ho visto in tutta la mia vita. La più bassa disoccupazione mai registrata per gli afroamericani, ispanici e asiatici americani. La più basso per le donne in quasi 70 anni. I salari crescevano più velocemente per quel 25% di quelli che stanno sotto che per il 25% che sta sopra.

Questo è successo perché i Repubblicani si sono concentrati sull’espansione delle opportunità per tutti gli americani.

Abbiamo approvato le Opportunity Zones, la riforma della giustizia penale e i finanziamenti permanenti per gli Historically Black Colleges and Universities per la prima volta in assoluto. Abbiamo combattuto l’epidemia di droga, ricostruito il nostro esercito e tagliato le tasse per le famiglie lavoratrici e le mamme single come la mia.

Il nostro futuro migliore non verrà dagli schemi di Washington o dai sogni dei socialisti. Verrà da voi – il popolo americano.

Nero, ispanico, bianco e asiatico. Repubblicani e Democratici. Coraggiosi agenti di polizia e quartieri neri.

Non siamo avversari. Siamo una famiglia! Ci siamo dentro tutti insieme.

E possiamo vivere nel più grande paese del mondo. Il paese dove mio nonno, nei suoi 94 anni, ha visto la sua famiglia passare dai campi di cotone al Congresso in una sola generazione.

Quindi sono più che speranzoso – sono fiducioso – che i nostri giorni migliori devono ancora arrivare.

Il peccato originale non è mai la fine della storia. Non nelle nostre anime, e non per la nostra nazione. La vera storia è sempre la redenzione.

Sono qui in piedi perché mia madre ha pregato per me attraverso alcuni momenti molto difficili.

Credo che la nostra nazione abbia avuto successo allo stesso modo. Perché generazioni di americani, a modo loro, hanno chiesto la grazia – e Dio ce l’ha fornita.

Perciò chiuderò con una parola tratta da un canto di adorazione che mi ha aiutato a superare questo ultimo anno. La musica è nuova, ma le parole sono tratte dalle Scritture.

Il Signore ti benedica e ti protegga,
faccia risplendere il suo volto su di te
e sia benevolo con te…
Possa la Sua presenza precederti,
e dietro di te, e accanto a te…
Nel tuo pianto e nella tua gioia,
Egli è con voi…
Che il Suo favore sia su [la nostra nazione], per mille generazioni
E sulla tua famiglia… e sui tuoi figli…
E sui loro figli.

Buona notte e che Dio vi benedica.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...