Joe Biden vuole togliere le armi ai cittadini per bene e lasciarle ai criminali

Joe Biden ci ricorda che nulla è più disonesto della narrazione dei Democratici sulle politiche per il controllo delle armi.

Questo articolo è adattato dal commento di apertura di Tucker Carlson dell’edizione del 9 Aprile 2021 di “Tucker Carlson Tonight”.

Niente che il Partito Democratico sostenga è più disonesto del controllo delle armi. Tutto ciò che riguarda questa specifica questione è falsa. La maggior parte dei dibattiti politici non è così, e noi cerchiamo di essere onesti su questo. Non importa quanto siate appassionati di un argomento, potete comunque sentire come ne parla l’altra parte.

Potreste odiare profondamente le tasse, per esempio, ma potete ancora riconoscere che è giusto far pagare alle persone i servizi che ricevono dal governo. L’altra parte non è “pazza”, è solo arrivata ad una conclusione diversa dalla vostra. Si può odiare l’aborto (e lo facciamo) ma si piò comunque arrivare a capire (di nuovo, se si è totalmente onesti su questo) perché un’adolescente incinta spaventata potrebbe essere tentata dal praticarne uno.

Per il controllo delle armi non è così. Il controllo delle armi è completamente ingannevole. Il Partito Democratico sostiene che le armi causano violenza. Questa è l’affermazione principale, ed è una bugia. È dimostrabile che sia falso. I luoghi che in America hanno più armi ed i controlli più laschi sulle armi hanno anche minore violenza con le armi e il minor numero di uccisioni. Questa è la linea di fondo. Potete controllare; le statistiche sono a disposizione di chiunque.

Chiunque cerchi di limitare le armi da fuoco legalmente possedute non sta cercando di rendere l’America più sicura. Il punto è disarmarvi e spogliarvi della vostra autonomia, del vostro potere, del vostro diritto all’autodifesa. Il controllo delle armi non riguarda le armi. Il controllo delle armi riguarda chi controlla l’America. È il popolo, come in una democrazia, oppure tutto il controllo va affidato ad un piccolo gruppo di autocrati, come in un’oligarchia? Questa è la posta in gioco nel dibattito sul controllo delle armi. Non si tratta di armi, ma di chi gestisce il paese.

Con questo in mente, il discorso di Joe Biden che chiede più controllo sulle armi dovrebbe mettervi a disagio. Quasi nulla di quello che ha detto il presidente era vero. Per esempio, ha affermato che le armi da fuoco acquistate alle esposizioni di armi sono esenti dai controlli sui precedenti. Questa è una bugia, come può dirvi chiunque sia mai stato ad un’esposizione di armi. Biden ha anche affermato che i produttori di armi hanno l’immunità totale contro le cause legali. Anche questa è una bugia. I produttori di armi vengono sempre citati in giudizio, basta chiedere a loro. E così via. È stato un discorso mirato a fuorviare piuttosto che a informare. Prima di annunciare come intende limitare i vostri diritti contenuti nel Secondo Emendamento, Joe Biden voleva ricordarvi che quei diritti non sono veri, in primo luogo. Non sono, come ha detto lui, “assoluti“.

Joe Biden: “Niente di ciò che sto per raccomandare implica in alcun modo il Secondo Emendamento. Ci sono degli argomenti fasulli che suggeriscono che siano in gioco i diritti del Secondo Emendamento, per quello di cui stiamo parlando. Ma nessun emendamento, nessun emendamento alla Costituzione è assoluto.”

(A proposito, se avete visto il discorso dal vivo, avrete sentito certamente le sirene in sottofondo che rispondevano al tasso di criminalità alle stelle nella città che Biden presiede).

Il diritto di tenere e portare le arminon deve essere violato“, promette la Costituzione. Ma secondo Joe Biden, questo non è un diritto assoluto, nonostante quello che dice il testo. No, quel diritto è soggetto alla sua approvazione e alla sua interpretazione. Joe Biden è responsabile della Costituzione ora. Joe Biden ne definisce i termini e Joe Biden ha deciso che qualcosa chiamato “cavalletto stabilizzatore” non può più essere permesso.

Ora, un “cavalletto stabilizzatore” è usato dai tiratori al poligono per reggere le armi da fuoco pesanti. Non ha alcun ruolo nell’epidemia di omicidi in corso nelle città americane. Allora perché Joe Biden li sta vietando senza l’approvazione del Congresso? Probabilmente perché fino a 40 milioni di americani rispettosi della legge possiedono questo dispositivo. Secondo l’ordine di Biden, ognuna di queste persone dovrà avvisare le autorità federali e pagare centinaia di dollari di multa per il crimine di possedere un innocuo pezzo di plastica che ieri era legale. Se non si adeguano, le autorità federali di Joe Biden possono trascinarli via in manette, sequestrare i loro beni e accusarli di un reato.

Così, con un solo tratto di penna, Joe Biden ha appena trasformato decine di milioni di elettori, in maggioranza Repubblicani, in criminali. Comincia ad avere senso ora? Pensate a questo per un minuto e comincerete a capire perché il Partito Democratico è così concentrato su quelle che chiamano “armi da guerra“. In realtà, potreste conoscerle come fucili sportivi semiautomatici di piccolo calibro che la gente normale usa per la caccia, il tiro al bersaglio e la difesa della propria casa.

Ecco il punto: nessun argomento è più accuratamente catalogato della violenza delle armi da fuoco. Le armi come queste cosiddette “da guerra” non giocano un ruolo significativo nel crimine. Praticamente tutti gli omicidi con le armi da fuoco in questo paese sono commessi con pistole (di nuovo, non prendeteci in parola, potete controllare). Un piccolo numero di persone sono responsabili della maggior parte della violenza e usano una piccola varietà di armi per commetterla (di nuovo, potete controllare). Quelle armi non sono fucili.

Ecco i numeri: Secondo i dati più recenti dell’FBI, le armi da fuoco sono state coinvolte in un totale di 10.258 omicidi nel 2019, l’ultimo anno per cui i dati sono disponibili. Meno di 500 su più di 10.000 di quegli omicidi sono stati commessi con i fucili, comprese le cosiddette “armi da guerra”. Quindi i criminali non usano fucili. Non sono occultabili. Forse è per questo che, in effetti, sono state uccise più persone con coltelli che con fucili.

Quindi, se vi interessasse davvero rendere il paese più sicuro ed impedire che la gente venga uccisa, prendereste di mira le pistole nelle grandi città. È lì che ci sono gli omicidi. È lì che c’è la violenza. Ma l’amministrazione Biden sta facendo l’opposto di questo, l’immagine speculare di questo. L’amministrazione Biden sta lasciando in pace i criminali nelle grandi città. La gente che usa le armi per la violenza sta uscendo di prigione. E invece l’amministrazione Biden sta usando tutta la forza del governo per disarmare gli elettori pacifici che hanno votato per Donald Trump. È così semplice.

Biden ha annunciato di voler vietare quelle che ha chiamato “armi d’assalto“. Stava parlando dell’AR 15, il singolo fucile sportivo più popolare in America. Quindi la domanda è: se vietassimo le cosiddette “armi d’assalto”, il paese diventerebbe più sicuro? Non abbiamo bisogno di indovinare la risposta perché ci abbiamo già provato sotto Bill Clinton. Per dieci anni interi, abbiamo vietato i fucili d’assalto e poi, per legge, il Dipartimento di Giustizia ne ha studiato gli effetti. Una volta che quel divieto è scaduto nel 2004, gli omicidi con armi da fuoco sono diminuiti in quasi tutte le principali città (di nuovo, potete controllare). Quindi politiche come questa sono scardinate dalla realtà, per dirla in modo gentile.

Per fortuna, per farle rispettare, Joe Biden ha nominato un uomo che è slegato dalla realtà. Il suo nome è David Chipman, e ora dirigerà il Bureau of Alcohol, Tobacco and Firearms (ATF), un’agenzia che Joe Biden ha definito però come “AFT“.

Joe Biden: “… sono orgoglioso di nominare David Chipman come direttore dell’AFT. David conosce bene l’AFT.”

“David conosce bene AFT”. Esilarante. Se sei Joe Biden, tutto è come un sindacato degli insegnanti.

Quindi chi è questo David Chipman? È un fanatico delle cospirazioni, tanto per cominciare.

In un recente post su Internet, ha affermato che i Branch Davidians abbiano abbattuto degli elicotteri durante l’assedio di Waco nel 1993. Non è vero. Nessuno a bordo di un elicottero federale fu colpito o ferito quel giorno. Gli elicotteri non si sono nemmeno schiantati. Questa è un’affermazione bizzarra che viene da qualcuno che era direttamente coinvolto nel caso, come Chipman. Ma c’è di peggio. Nella primavera del 1993, la stessa ATF ha ucciso decine di bambini innocenti e almeno una donna incinta senza alcun motivo evidente. È una delle cose peggiori che gli agenti federali abbiano fatto in questo paese.

Se state prendendo il controllo dell’ATF, forse potreste scusarvi per questo. Ma No. David Chipman ha mentito e ha attaccato i morti. Era come incolpare i giapponesi per il loro stesso internamento, o attaccare le vittime dell’esperimento Tuskegee per aver preso la sifilide. Non la prova di uno spirito generoso, la prova di uno zelo. Questo è l’uomo che Joe Biden ha appena nominato a capo dell’ATF.

Questa è una domanda seria. Si può vivere in un paese dove le regole non si applicano al figlio del presidente, ma si può andare in prigione per averle violate? Come si può partecipare ad un sistema del genere?

Dobbiamo notare che David Chipman ha detto molte altre cose su internet che non vuole che vediate. Ha bloccato il suo account Twitter in modo che nessuno possa leggere ciò che ha scritto. Ma il Daily Wire ha trovato una versione archiviata della pagina Twitter di David Chipman e l’ha confrontata con la sua pagina attuale. Hanno scoperto che ha cancellato almeno 1.000 tweet negli ultimi giorni.

Possiamo solo speculare su ciò che David Chipman ha detto in quei post. Ma sappiamo che quello che ha detto pubblicamente ci dice tutto quello che dobbiamo sapere sul perché Joe Biden lo ha scelto. Nell’ottobre 2018, per esempio, David Chipman ha detto a The Hill che gli AR-15 dovrebbero essere trattati “proprio come le mitragliatrici”, cioè vietati. Chipman ha fatto questa osservazione in qualità di consulente politico per un gruppo anti-armi. Nel 2012, ha suggerito su MSNBC che i servizi segreti non dovrebbero avere le armi da fuoco. E l’anno scorso, David Chipman ha deriso apertamente i milioni di americani che stanno comprando armi per proteggere le loro famiglie dall’ondata di criminalità che lo stesso partito di Chipman ha causato:

David Chipman: “Potrebbero pensare di essere in Die Hard, pronti a partire, ma sfortunatamente sono più simili a Tiger King e stanno mettendo se stessi e la loro famiglia in pericolo, e quindi quello che suggerirei è a quei possessori di armi novellini – metterei al sicuro quella pistola chiusa e scarica e la nasconderei dietro le scatole di tonno e carne secca conservate in un armadio e la tirerei fuori solo se gli zombie cominciassero ad apparire… e non credo che lo faranno.”

È difficile immaginare un’osservazione più stupida o più esasperante. Se avete comprato una pistola per proteggere la vostra famiglia, i vostri affari o la vostra casa durante le rivolte che queste persone hanno scatenato nel paese, quel pazzo cospirazionista che gestisce l’ATF vi addita come dei “pazzi”. Ecco perché, se avete fatto l’errore di comprare una pistola con un caricatore che contiene più di 10 colpi – in altre parole, se avete comprato una Glock 19 o una qualsiasi delle pistole più popolari vendute in America – sarete obbligati a consegnarla a questo tizio.

William Brangham, PBS Host, nel 2019: “E alta capacità significa – di che tipo di numeri stiamo parlando?”

David Chipman: “Sì. Penso che il consenso sia stato intorno a 10. E ci sono una serie di ragioni per cui.”

William Brangham: “Quindi, 10 e oltre sarebbe alto?”

David Chipman: “Sì. Beh, penso… diciamo che 10 e sotto sono OK o ragionevoli. Sopra sarebbe regolato.”

Questo solleva molte domande: Perché David Chipman è autorizzato a decidere quanti proiettili sono ammessi per un caricatore? Cosa ne sa lui? È incaricato di proteggere la vostra famiglia? Vive nel vostro quartiere? I vostri figli sono una sua responsabilità? È oltraggioso. Ma la cosa peggiore è che è teatro. Non è reale. Le persone come David Chipman non sono contrarie alla violenza fatta con le armi. In effetti, le persone come David Chipman, e il suo partito, stanno effettivamente agevolando la violenza delle armi in questo paese.

Possiamo darvi molti esempi, ma eccone solo uno da Washington, D.C.: la città sta progettando di smettere di far rispettare le leggi sulle armi. Il partito che pensa che le armi causino violenza non le toglierà più dalla strada. Perché? Perché è “razzialmente insensibile” farlo. Un comandante della polizia di Washington, John Haines, ha appena inviato una nota per annunciare questa politica: “Non ci concentriamo più sulla ricerca delle armi”. Cosa non ci stanno dicendo? Che le vostre armi sono il loro problema. Le vostre pistole, non quelle dei criminali, le vostre pistole, perché ora siete voi i criminali.

Nel frattempo, a Chicago, dove un bambino di 21 mesi è stato colpito in un incidente di rabbia per strada il mese scorso, la sindaca democratica Lori Lightfoot ha anche deciso che non tutte le armi devono essere rimosse dalle strade. Secondo lei, il vero pericolo non sono le pistole. Sono le “armi di tipo militare” dallo Stato confinante, l’Indiana:

Lori Lightfoot, il 7 Aprile: “Si può andare oltre il confine in Indiana e comprare letteralmente armi di tipo militare in qualsiasi quantità.”

Questa affermazione è una bugia sconcertante, e i dati della stessa Chicago lo dimostrano. La maggior parte dei crimini violenti in Illinois sono stati commessi con armi acquistate nello Stato. Secondo la polizia di Chicago, dal 2018 al 2019, le autorità hanno incontrato un totale di quattro persone armate di fucili. Quattro. Questo è quanto. È su questo che si concentra la sindaca democratica Lori Lightfoot.

In quello stesso periodo, le autorità hanno incontrato 44 persone armate di revolver, 15 persone armate di “armi chimiche” (qualunque cosa sia), e 32 persone che “brandivano i loro piedi” (sic) in modo violento. Il resto, ovviamente, erano pistole semiautomatiche. È con questo che vengono commessi tutti gli omicidi, e tutti lo sanno. I fucili non sono una vera minaccia a Chicago, e non lo sono stati per molto tempo, se mai lo sono stati.

Tra il 2013 e il 2016, solo il 4,8% delle armi recuperate dalla polizia di Chicago erano fucili. Il più recente rapporto sugli omicidi di Chicago risale al 2011 (sono un po’ lenti con i numeri), ma secondo quel rapporto, solo un fucile è stato usato in un omicidio nella città di Chicago, uno. Questo è quello che però vogliono togliere. Perché? Perché siete voi a possederlo, non i criminali.

Nel decennio che seguì, una procuratrice di stato, finanziata da George Soros, di nome Kim Foxx prese il comando a Chicago. Durante il suo mandato, i procuratori cominciarono ad abbandonare i casi per gravi crimini legati alle armi da fuoco. Non accidentalmente, ma come una questione di politica. Aggressione aggravata con un’arma da fuoco, uso illegale di un’arma, abbandono sconsiderato di un’arma da fuoco, gravi crimini che coinvolgono le armi. Hanno lasciato cadere le accuse. Non sono preoccupati per i crimini con le armi. Sono preoccupati che tu protegga te stesso, e non solo a Chicago.

In tutto il paese, i criminali che commettono violenze con le armi sono liberi. Il tasso di omicidi sta raggiungendo livelli record. Nel frattempo, tu non hai fatto male a nessuno. Non avete fatto nulla di male. Ma improvvisamente, Hunter Biden ha un grasso contratto per un libro da Simon & Schuster, mentre tu sei un criminale per aver cercato di difendere la tua casa. Potete vedere cosa sta succedendo qui.

Di nuovo, non stanno cercando di controllare le armi. Stanno cercando di controllare voi.

FoxNews.com