L’amministrazione Biden mente agli americani, nascondendo fatti determinanti sulla crisi al confine

Ci sono così tante domande a cui gli Americani meritano risposte.

Questo articolo è adattato dal commento di apertura di Tucker Carlson dell’edizione del 5 aprile di “Tucker Carlson Tonight”.

Nell’autunno del 2018, non molto prima delle elezioni di midterm di quell’anno, il presidente Donald Trump ordinò ad un piccolo gruppo di soldati in servizio attivo di recarsi al confine americano con il Messico. Il Congresso si era rifiutato di costruire il suo muro promesso da tempo, e Trump voleva evidenziare la gravità della crisi dell’immigrazione illegale, che andava avanti da decenni.

In un certo senso, l’invio delle truppe è stato un gesto simbolico. Circa 5.000 uomini vi hanno preso parte. Per la prospettiva, questo è circa la metà del numero di truppe che il Congresso Democratico ha inviato a Washington, D.C. quest’inverno per proteggersi dalla minaccia immaginaria di QAnon. Ma per coloro che hanno diretto interesse nelle “frontiere aperte” – cioè praticamente tutti a Washington – qualsiasi presenza militare al confine era semplicemente “troppo”. Era intollerabile. La Washington dei funzionari andò su tutte le furie, infatti, quando Trump lo fece.

“Schierare le truppe al nostro confine senza alcuna ragione di sicurezza nazionale è uno dei più grandi scandali della sua presidenza”, ha dichiarato il senatore Brian Schatz, Democratico delle Hawaii, in una posa che sembrava trasmettere dello sdegno accuratamente simulato. Il rappresentante Filemon Vela Jr., Democratico del Texas, allora il più importante esponente democratico della sottocommissione incaricata della sicurezza dei confini, aveva descritto il piccolo spiegamento di truppe di Trump come una manovra politica progettata per “placare i suoi sostenitori nazionalisti bianchi“.

La sedicente “National Security Community” ha affermato di essere rimasta “sconvolta” tanto quanto i loro partner del Partito Democratico. “È un vile abuso delle forze armate degli Stati Uniti per un’ovvia trovata politica”, ha detto un ex membro del Consiglio di Sicurezza Nazionale chiamata Kelly Magsamen. Questa si è rivelata essere la cosa giusta da dire per i giovani ed ambiziosi di Washington. Meno di tre anni dopo, Kelly Magsamen è infatti capo dello staff del Segretario della Difesa, il noto attivista politico ed imprenditore della difesa Lloyd Austin. Filemon Vela Jr., nel frattempo, è salito alla Vicepresidenza del DNC. A Washington, infatti, c’è sempre una bella ricompensa che aspetta coloro che sono disposti a ripetere gli slogan che sono necessari.

Ma che dire della frontiera? Come va il confine in questi giorni? Ricordate il confine? Bene, i nostri militari sono ancora coinvolti nella crisi dell’immigrazione, ma non nei modi che ci si potrebbe aspettare. Le truppe americane sono ora occupate a servire i bisogni, non degli americani, ma dei cittadini stranieri che hanno palesemente violato le nostre leggi. L’amministrazione Biden sta trasformando le nostre basi militari in alloggi per gli stranieri strati illegalmente. Se questo suona come un “attacco di parte” o come qualcosa che abbiamo appena inventato, la sua stessa portavoce e n’è vantata.

Jen Psaki, Addetta stampa della Casa Bianca, il 25 Marzo: “Proprio in quest’ultima settimana, abbiamo preso provvedimenti per mettere in linea una serie di nuove strutture. Da Fort Bliss, dove ci sono 5.000 posti letto; alla Lackland Air Force Base, dove ci sono 350 posti letto; al San Diego Convention Center, 1.400 posti letto. Questi tre siti da soli forniscono, a capacità massima, altri 6.750 posti letto.”

Così voi irrompete nel nostro paese ed in cambio vi diamo alloggio e cure mediche gratuite. Quello che è interessante è notare chi non riceve questo trattamento. Ogni giorno, più di 500.000 americani passano la notte in rifugi di fortuna o per strada. Sono i senzatetto, ma l’amministrazione Biden non sta nemmeno considerando l’impiego dell’esercito degli Stati Uniti per aiutarli, nonostante il fatto che molti siano dei veterani. Invece, l’amministrazione si vanta di tutto quello che sta facendo per le persone che hanno dimostrato puro disprezzo per il nostro sistema, il sistema che alcuni di noi preferiscono e vorrebbero preservare.

Nei dieci giorni trascorsi dalla suddetta dichiarazione di Psaki, nessuno nei media sembra essersi preso la briga di darne un seguito. Fort Bliss, per esempio, con sede a El Paso, Texas, è una delle più grandi basi dell’esercito del pianeta. Quanti stranieri illegali vivono ora a Fort Bliss? Quanti ce ne sono in questo momento? La verità è che non lo sappiamo. Abbiamo fatto questa domanda a bruciapelo alle autorità di Fort Bliss, ma si sono rifiutati di dircelo. Invece, ci hanno deferito ai loro capi nell’amministrazione Biden, i commissari politici. L’America non ha il diritto di sapere quanti stranieri illegali vivono nelle sue basi militari e nemmeno, a proposito, i membri eletti del Congresso che sono incaricati di supervisionare tutto questo. Ecco cosa è successo quando uno di loro ha cercato di scoprirlo.

Staffer: “Per favore, rispettate la dignità delle persone. Per favore, rispettate dignità delle persone”

Sen. Ted Cruz, R-Texas: “Così lei lavora per il commissario, è un consigliere anziano, è stato assunto due settimane fa e le è stato ordinato di chiederci di non fare alcuna foto qui perché la leadership politica al DHS non vuole che il popolo americano lo sappia.”

Staffer: “Per favore rispettate le persone, le regole. Per favore non trattate le persone come tali”

Ted Cruz: “Questo è un posto pericoloso e le vostre politiche stanno purtroppo cercando di nasconderlo, capisco…”

Staffer: “Per favore, rispetti le persone.”

Ted Cruz: “Avete avuto l’ordine, quando 18 Senatori sono venuti qui, di non mostrarci…”

Staffer: “Per favore, rispetti le persone.”

Ted Cruz: “Io le rispetto e voglio sistemare questa situazione e l’amministrazione per cui lei lavora è responsabile di queste condizioni.”

Per favore, rispettate la dignità delle persone“, squittisce la specializzanda in studi femminili di Wesleyan, che in qualche modo sta supervisionando tutto questo.

Per favore, rispettate le persone“, dice – intendendo, ovviamente, i cittadini stranieri di cui l’amministrazione Biden sta servendo gli interessi. Notate la totale mancanza di rispetto per il popolo americano, quello che merita risposte precise, che merita di vedere cosa sta succedendo ma che non lo ottiene.

I funzionari dell’HHS, a cui abbiamo fatto riferimento a Fort Bliss, non ci hanno fornito alcun numero quando abbiamo chiesto quante persone vivono a Fort Bliss. Ci hanno assicurato, tuttavia, che “il personale militare non avrà personale in questo sito né fornirà assistenza ai bambini“.

Questa è una bugia. Non è vero. È un’assurdità.

Abbiamo parlato con una persona che ha conoscenza diretta di questo argomento, un parente di qualcuno che è appena stato schierato a Fort Bliss per occuparsi degli stranieri illegali lì. I militari hanno costruito almeno sei enormi tende a Fort Bliss, ognuna delle quali ospiterà circa 1.000 stranieri illegali. Altre tende stanno arrivando, ma siccome a questo punto siamo davvero in un modo Orwelliano, il personale militare è stato istruito – e quando sei istruito dai militari, devi obbedire; è un crimine non farlo – che non gli è permesso fare fotografie di queste tende. Quelle tende ora sono “segreti di sicurezza nazionale”, come i silos dei missili nucleari.

Perché lo stanno nascondendo? Perché così possono mentire al resto di noialtri.

Alcuni dettagli sono comunque trapelati su ciò che sta accadendo al confine.

Per esempio, la Border Patrol ha annunciato di aver fermato almeno due persone (finora) i cui nomi erano sulla lista federale dei terroristi. Entrambi gli uomini venivano dallo Yemen e hanno appena attraversato il confine dal Messico alla California.

Quindi non sono solo i lavoratori volenterosi, non sono solo i raccoglitori di frutta che stanno approfittando del caos totale che Joe Biden ha scatenato lungo il nostro confine. I nostri nemici mortali ne stanno approfittando.

Questo solleva alcune domande: Quanti potenziali terroristi hanno attraversato il confine negli ultimi tre mesi e non sono stati catturati? Quanti stupratori ed assassini? Queste sono domande giuste. Potete dire di non essere autorizzati a farle? Ma certo che lo siete. Se vivete in questo paese, dovreste porvi queste domande. Non è “razzista” chiedersi quanti chili di fentanyl hanno attraversato il confine? Quanti altri americani moriranno a causa di quella droga?

La verità è che non conosciamo le risposte a nessuna di queste domande. Sappiamo che Washington mente costantemente sui numeri. Ci dicono che l’inflazione non è reale. Non è quello che sta accadendo. Poi ti guardi intorno e vedi che Sì, sta succedendo. È del tutto reale. Ci dicono che ci sono 11 milioni di cittadini stranieri che vivono negli Stati Uniti quando sappiamo per certo che il numero reale è più vicino a tre volte tanto. Eppure continuano a dire “11 milioni”.

Fonti che hanno familiarità con i dati interni del Customs and Border Protection hanno confermato a Fox News che gli ufficiali hanno fermato finora 171.000 immigrati illegali nel solo mese di marzo. Questo è un aumento del 418% rispetto al marzo dell’anno scorso. Ma questo non rappresenta il totale delle persone che lo hanno effettivamente attraversato. Quelli sono quelli che sono stati catturati, quelli di cui siamo a conoscenza. Il numero reale è più alto, molto più alto.

Quanto è alto? Abbastanza alto da cambiare questo paese per sempre in ogni modo possibile. Abbastanza alto da svalutare il tuo potere politico come elettore. Abbastanza alto per sovvertire la democrazia stessa. Abbastanza alto da rendere questo paese un posto diverso.

Tuttavia, in realtà, non conosciamo il numero. Perché? Abbiamo assolutamente il diritto di saperlo, e dovremmo esigere di saperlo ora.

FoxNews.com