Sono gli Stati Repubblicani a trainare la crescita economica degli Stati Uniti

Gli Stati governati dai Repubblicani sono quelli a trainare la crescita economica negli Stati Uniti: Lo dice il Rapporto del Dipartimento del Commercio

Gli Stati governati dai Repubblicani stanno tirando la crescita economica negli Stati Uniti: lo dice il nuovo rapporto del Dipartimento del Commercio, con Sud Dakota, Texas e Utah che registrano la crescita più alta.

Il rapporto si basa sui dati del Prodotto Interno Lordo (PIL) del quarto trimestre del 2020 e sui tassi di disoccupazione del febbraio 2021.

Il PIL reale è aumentato in tutti e i 50 Stati e nel Distretto di Columbia nel quarto trimestre del 2020. Il PIL reale, per gli Stati Uniti, nel loro complesso, è aumentato ad un tasso annuo del 4,3%. La variazione percentuale del PIL reale nel quarto trimestre va dal 9,9% nel Sud Dakota all’1,2% nel Distretto di Columbia.

I primi tre Stati per crescita trimestrale sono stati il Sud Dakota (9,9%), il Texas (7,5%) e lo Utah (7,1%). Tutti e tre sono stati completamente in mano ai Repubblicani, che controllano gli uffici del governatore ed entrambe le camere delle assemblee legislative statali.

Il Governatore del Texas, Greg Abbott, commentando il rapporto, ha twittato: “L’economia del Texas si è espansa ad un ritmo rapido del 7,5% nell’ultimo trimestre del 2020. Questo significa più posti di lavoro e più prosperità per i texani. Solo uno Stato – e neanche uno degli Stati “grandi” – ha avuto una crescita economica migliore del Texas. L’economia del Texas sta carburando”.

Otto degli Stati nella “Top 10” sono tutti con alla guida dei Repubblicani. I due nella “Top 10” che sono invece roccaforti democratiche sono il Connecticut, con una crescita del 7%, e il Delaware, con una crescita del 5,8%.

La Governatrice repubblicana dell’Iowa, Kim Reynolds, ha sottolineato la crescita dell’Iowa del 6,3%, twittando che l’Iowa è “lo stato N.1 per le opportunità”, con una “crescita del PIL superiore alla media nazionale”, e ricordando che “i bambini sono tornati a scuola da agosto”.

Il 26 marzo, il modello “GDP Nowcast” della Federal Reserve di New York, che stima la crescita economica in tempo reale, ha detto che l’economia statunitense è cresciuta del 6,1% nel primo trimestre del 2021 ma che crescerà solo dello 0,7% nel secondo trimestre.

Gli analisti della Fed attribuiscono le “aspettative negative nelle spese per i consumi personali, le spedizioni dei produttori di beni durevoli e i dati sulle abitazioni” come fattori che contribuiscono alla prevista diminuzione. La loro previsione per l’intero anno è comunque di circa il 6% di crescita o superiore.

Secondo l’U.S. Bureau of Labor Statistics, i tassi di disoccupazione erano più bassi a febbraio in 23 Stati e nel Distretto di Columbia, più alti in quattro stati, e sono rimasti più o meno gli stessi in 23 Stati, con il tasso di disoccupazione nazionale che è rimasto al 6,2%.

Gli Stati che riportano i tassi di disoccupazione più alti sono le Hawaii (9,2%) e la California (9%). Gli stati con i più bassi sono il Sud Dakota (2,9%) e lo Utah (3,0%).

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...