Che cos’è il “Filibuster” e perché i Democratici lo vogliono abolire

Mettere a tacere l’ostruzionismo sarebbe “la più grande presa di potere nella storia politica americana moderna”. L’eliminazione del processo legislativo permetterà ai Democratici di “far approvare qualsiasi cosa, tutto ciò che vorranno, e di spingerlo giù per la gola del paese”.

Questo articolo è adattato dalla puntata di “Hannity”, programma condotto da Sean Hannity andato in onda negli Stati Uniti su Fox News il 16 marzo del 2021.

La crescente spinta per eliminare l’ostruzionismo legislativo evidenzia una preoccupante “presa di potere” unilaterale che serpeggia tra i Democratici, che cercano di portare avanti la loro agenda “radicale” nei più alti livelli del governo degli Stati Uniti, avverte Hannity.

Il conduttore di “Hannity” ha dedicato il suo monologo di apertura a quello che ha chiamato “la singola più grande presa di potere nella moderna storia politica americana”, avvertendo gli spettatori che “mentre parliamo, c’è ora una pressione a tutto spiano per abolire l’ostruzionismo legislativo al Senato degli Stati Uniti”.

Hannity ha sostenuto che i Democratici sperano di sbarazzarsi del processo legislativo perché “sanno che la visione dell’utopia socialista che hanno… le loro leggi radicali non otterranno mai i 60 voti necessari per eliminare l’ostruzionismo al Senato. Così ora cambieranno semplicemente le regole“.

“Ora i Democratici sono al comando e deve essere abolito, e abolito immediatamente, in modo che possano semplicemente far passare tutto ciò che vogliono e spingerlo giù per la gola del paese”, ha avvertito.

“Ecco quello che dovete sapere sul Partito Democratico: È pieno degli individui di estrema Sinistra più radicali di qualsiasi altro grande partito politico nella storia moderna”, ha continuato.

“L’unico vero principio è il potere, su tutto – sulla Costituzione, sulla Carta dei Diritti, sullo stato di diritto, sull’equità e la giustizia di base. Vogliono il dominio del partito unico. Lo vogliono in perpetuo, per sempre”.

Anche l’attuale capogruppo dei Democratici aveva ammesso che abolire l’ostruzionismo “sarebbe la fine per il Senato”, prima di cambiare idea.

Il capogruppo dei Democratici al Senato, Dick Durbin dell’Illinois, sta conducendo una guerra contro l’ostruzionismo, nonostante abbia avvertito nel 2018 che abolire la misura “sarebbe stata la fine del Senato” come previsto dai Padri Fondatori d’America.

Ora attacca l’ostruzionismo, dicendo che la misura procedurale ha una “presa mortale” sul sistema di governo americano e ha chiesto di porre inizio alla sua fine.

L’ostruzionismo, in inglese Filibuster– che deriva dalla parola olandese per “pirata” – è una pratica del Senato americano in cui un senatore mantiene il possesso della parola stando continuamente in piedi e parlando il più a lungo possibile e prolungando il dibattito per impedire che una legge vada alla votazione finale.

L’unico modo per fermare l’ostruzionismo dopo che è iniziato è con il c.d. “cloture vote“, la “ghigliottina“, che limita il tempo del dibattito su una singola questione ma richiede una supermaggioranza di 60 voti.

“L’ostruzionismo ha una presa mortale sulla democrazia americana”, ha scritto Durbin su Twitter. “È ora di porre fine al suo potere di tenere il Senato in ostaggio“.

Durbin ha anche detto che l’ostruzionismo “getta il sistema fuori dai binari” e che dà a “una metà di un ramo” del governo “un veto mostruoso” sul resto.

“Promuove lo stallo, non il buon governo”, dice Durbin, che poi ha sostenuto che ai senatori basta anche solo “minacciare” un ostruzionismo per “chiudere il Senato”.

La posizione del senatore è un brusco allontanamento dalla sua stessa precedente posizione riguardo all’ostruzionismo, portata avanti solo due anni fa (guarda caso, fino a quando erano i Democratici ad essere la minoranza al Senato americano, n.d.r.).

Il Sen. Dick Durbin e il Sen. Chuck Schumer, leader della maggioranza democratica al Senato

In un’intervista del 2018 su ABC News, a Durbin era stato chiesto se era il caso di sbarazzarsi dell’ostruzionismo, ma ha preso la posizione opposta sulla questione, dicendo che annullare l’ostruzionismo “sarebbe stata la fine del Senato” per come i Padri Fondatori lo avevano progettato.

Il Senatore dell’Illinois aveva anche detto che il Senato deve “riconoscere il nostro rispetto” per il partito di minoranza e che il Senato cerca di realizzarlo sia attraverso la sua “composizione” sia la sua “procedura”.

“Bene, posso dirvi che sarebbe la fine del Senato per come è stato originariamente concepito e creato risalendo ai nostri Padri Fondatori”, disse. “Dobbiamo riconoscere il rispetto per la minoranza, e questo è ciò che il Senato cerca di fare nella sua composizione e nella sua procedura”.

Il Senatore dell’Illinois aveva già segnalato in un’intervista a gennaio di essere “ovviamente” aperto all’abolizione dell’ostruzionismo per aggirare l’opposizione repubblicana.

“Il popolo americano vuole che agiamo”, ha detto. “Azione su questa pandemia, azione su questa economia… e se questo ostruzionismo è diventato così comune al Senato che non possiamo agire, che ci sediamo impotenti, vergogna su di noi. Naturalmente, dovremmo considerare un cambiamento della regola in queste circostanze”.

FoxNews.com, FoxNews.com

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...