Il Breznev a stelle e strisce lascia sognare agli americani hot dog e distanziamento sociale per il 4 luglio

Ma prima, tutti dovranno avere il vaccino.

Questo articolo è adattato dal commento di apertura di Tucker Carlson dell’edizione del 13 marzo del 2021 di “Tucker Carlson Tonight”.

Leggi anche: “Biden Hiden riscrive la storia sul Coronavirus mentendo pubblicamente agli americani nel suo primo discorso alla nazione”

Ci sono un sacco di storie di cui potremmo parlarvi, ma non siamo riusciti a distogliere la mente dal discorso sul COVID-19 di Joe Biden di giovedì sera. L’avete visto? È quello stesso discorso in cui sembrava così triste per le chiusure che hanno schiacciato le imprese, tenuto i bambini fuori dalle scuole – “un’intera generazione”, ha detto – e spinto tanti al suicidio.

Eppure non ha mai menzionato una volta o anche solo accennato al fatto che lui e il suo partito sono la causa stessa che sta dietro quelle chiusure. “Mi dispiace molto per il tuo occhio nero”, dice, mentre ti da un pugno in faccia. È stato bizzarro. Tutto il discorso è stato così. Aveva una qualità allucinogena, come se non fosse del tutto reale.

Ma poi, Joe Biden stesso non è del tutto reale. Forse questo è il motivo per cui parla in quel modo. Biden ha vissuto in totale isolamento per più di un anno. Non ha parlato con nessuno se non con i suoi lacchè. Non ha guidato una macchina o si è sdraiato sull’erba del prato ed ha guardato l’azzurro del cielo o è stato da qualche parte o ha fatto qualsiasi cosa, tranne che in un ambiente più controllato possibile. Che vita incredibilmente strana sarebbe.

Biden deve immaginare che tutti in America siano terrorizzati dal COVID come lo è lui e che vivano nello stesso tipo di bunker. Joe Biden è totalmente tagliato fuori. Alex Berenson ha descritto il discorso di giovedì nel nostro show come “post sovietico”. Più ci pensavamo e più ci sembrava perfetto.

Il Joe Biden della Russia è stato il defunto Leonid Brezhnev. Come Biden, Brezhnev stava chiaramente decadendo nei suoi ultimi anni dopo una serie di problemi di salute. Anche come Biden, nonostante la sua fragilità e confusione, Brezhnev non ha mai perso il suo entusiasmo per le guerre inutili. È lui che ha ordinato l’invasione sovietica dell’Afghanistan nel 1979. Nel dicembre di quell’anno, Brezhnev si rivolse ai giovani sovietici in un discorso televisivo. Ci sono evidenti somiglianze tra quel discorso e quello di Joe Biden. Tenete a mente che Brezhnev aveva ben cinque anni in meno di quanti ne abbia oggi Joe Biden.

Nel video qui sopra, stavano cercando di spiegargli come funziona il gobbo. Lui ha fatto un po’ di confusione e ha mantenuto un’aria assente. Non ha capito bene. Breznev, verso la fine, non c’era più alla guida della Russia. Rimaneva la figura del paese, ma erano gli ideologi dietro le quinte a dirigere lo spettacolo. Breznev aveva i suoi Susan Rice e Barack Obama per prendere le decisioni importanti. Le somiglianze sono piuttosto sorprendenti.

Alla CNN, tuttavia, non l’hanno visto. O forse l’hanno visto e non gli è importato. Alla CNN hanno sempre amato Breznev. In ogni caso, il solito coro di leccapiedi ha cercato una chiave di lettura giovedì. Ti direbbero quanto sia stato “meraviglioso” il discorso, come se tu non avessi una TV e non lo avessi visto da solo.

“Che freschezza, che umanità, che compassione, che americano”, ha detto Don Lemon dopo aver fatto un respiro profondo.

Chris Cuomo ha aggiunto: “Biden ha cercato di risollevare i nostri animi con un messaggio terapeutico sul tentativo di recuperare il nostro senso di causa collettiva … Certamente è stato rigenerante”.

Van Jones si è unito al coro: “Non ha detto ‘Avete bisogno di me’. Ha detto ‘Ho bisogno di voi, ho bisogno di te’. Voglio dire, mio Dio! Non è così?”

Amanda Carpenter ha concluso: “La gente parla sempre della sensazione di sollievo che hanno ascoltando Biden, ma quello che sta facendo ora si eleva al di sopra di tutto”.

“Quello che il presidente sta dicendo è che gli aiuti stanno arrivando… Siamo tutti uniti in questo. Ho bisogno del vostro aiuto”, ha riassunto Don Lemon. “Siamo tutti americani. Woo! Alleluia!”

Di cosa sta parlando questa gente? Che cosa del traballante monologo di Joe Biden ieri sera li ha ispirati, esattamente? La maggior parte delle persone l’ha trovato deprimente. Forse siamo troppo letterali qui. Probabilmente non importa ciò che Joe Biden ha effettivamente detto. Avrebbe potuto invocare il bombardamento di Toronto, e il gruppo di foche ammaestrate della CNN lo avrebbe comunque applaudito con entusiasmo. È il loro lavoro applaudire entusiasticamente a ciò che dice Joe Biden.

Il nostro lavoro è cercare di capire cosa ha significato il discorso di Biden per il paese. Quindi pensiamoci un attimo. Le chiusure sono state dure, ha ammesso Biden all’inizio. Dio solo sa come le abbiamo ottenute. Ma ci siamo riusciti. “Quelle restrizioni saranno tolte non appena potremo toglierle, e torneremo a quel modello di paese che ora ricordiamo solo debolmente. Ci piacerebbe molto farlo. Ma per andare avanti, e togliervi lo stivale dal collo, avremo bisogno che ogni americano ascolti attentamente ed obbedisca ai nostri ordini. Fate quello che vi diciamo di fare. Non sarà facile, ma se lo fate, si sarà una ricompensa per il buon comportamento. Se siete obbedienti, c’è una possibilità – non una garanzia, naturalmente, ma una concreta possibilità, se Dio lo vorrà – che possiate rivedere alcune delle persone che amate verso il 4 luglio. Questo potrebbe davvero accadere, signore e signori”.

Joe Biden: “Se facciamo la nostra parte, se lo facciamo assieme, entro il 4 luglio, c’è una concreta possibilità che voi, le vostre famiglie e i vostri amici possiate riunirvi nel vostro cortile o nel vostro quartiere e fare un barbecue e celebrare il giorno dell’indipendenza. Questo non significa grandi eventi con molte persone assieme, ma significa che piccoli gruppi potranno riunirsi.”

Hai sentito, America? C’è una “concreta possibilità” – di nuovo, non una cosa certa, ma cos’è una cosa certa di questi tempi? – ma una “concreta possibilità” che vi sia permesso di fare un modesto barbecue tra quattro mesi. Cioè, a patto di rispettare i regolamenti, tempo permettendo, e supponendo che le attuali previsioni federali si svolgano secondo i piani. Questo è il vostro premio! Con un po’ di fortuna, questa potrebbe essere la vostra ricompensa dopo un anno e mezzo di isolamento: una grigliata per il 4 luglio, nel vostro giardino, ammesso che ne abbiate uno!

Non diteci mai che Joe Biden non è un uomo compassionevole e generoso. Eccolo qui, che vi offre, con alcuni avvertimenti necessari dal punto di vista sanitario e delineati dallo stesso dottor Anthony Fauci, il diritto di cucinare i vostri hot dog! Con la condizione, ovviamente, che lo facciate in un piccolo gruppo mascherinato, seduti lontano, ad una distanza prescritta l’uno dall’altro. Non impazzite e non abbracciatevi o festeggiate o parlate troppo forte o cose del genere. La chiave è la moderazione. Ma comunque: un barbeque con il distanziamento sociale! Quali altre meraviglie ha in serbo per noi il presidente Biden?

Beh, dovrete vaccinarvi per scoprirlo. Mi dispiace. Questo è l’altro requisito. Avrei dovuto menzionarlo. Tutti hanno bisogno del vaccino, punto. Questo è quello che ha detto Biden, e sono un sacco di vaccini. La buona notizia è che ora che siamo su quello che Joe Biden chiama il “piede di guerra” con questo virus, vaccinare la gente è un’operazione antiterrorismo. Quello che abbiamo fatto all’ISIS, lo faremo al COVID. Biden non ha menzionato i droni, ma avremo bisogno di soldati. Ecco perché Joe Biden sta costruendo un corpo di vaccinatori, che includerà membri dell’esercito in servizio attivo. Un esercito di vaccinatori.

Joe Biden: “Due mesi fa, il paese, questo paese, non aveva abbastanza scorte di vaccino per vaccinare tutto o quasi tutto il pubblico americano. Ma presto lo faremo… Ora, grazie a tutto il lavoro che abbiamo fatto, avremo abbastanza scorte di vaccino per tutti gli adulti in America entro la fine di maggio. Questo è mesi prima del previsto. E stiamo mobilitando migliaia di vaccinatori per mettere il vaccino su ogni braccio.”

Migliaia di vaccinatori per vaccinare tutti. Sembra incredibile. Ma solleva almeno una questione fastidiosa: e se non ci si vuole vaccinare? Non tutti lo vogliono. Alcune persone hanno obiezioni religiose. Altri sono preoccupati per questo specifico vaccino. Altri semplicemente non lo vogliono. C’è bisogno di una ragione per rifiutare il vaccino? Cosa succede se lo fai? Vi sarà permesso di volare sugli aerei o di andare al lavoro, o di entrare dalle porte principali del Madison Square Garden? Joe Biden non ha specificato, anche se è difficile credere che sosterrebbe qualsiasi tipo di coercizione sul vaccino. Come ha detto così spesso in questi anni, My Body My Choice, “se è il tuo corpo, è una tua scelta”.

Joe Biden, nel Giugno del 2019: “Sostengo il diritto di una donna a scegliere in base a quella disposizione costituzionale garantita. E francamente lo farò sempre. Gente, sapete e combatteremo per proteggere il diritto di una donna di prendere le sue decisioni personali quando si tratta della sua assistenza sanitaria.”

Francamente, avete il diritto assoluto di prendere le vostre decisioni personali sulla vostra salute. Punto. Questo è scritto nella Costituzione. Joe Biden non violerebbe mai questo diritto. Difende quel diritto da prima che voi nasceste. È il vostro corpo, è la vostra scelta. Naturalmente, come ogni cosa al giorno d’oggi, ci sono dei caveat. Se non fate l’iniezione che Joe Biden vuole che facciate – se vi ostinate a prendere le vostre scelte personali sulla vostra salute – allora Joe Biden dovrà di nuovo chiudere il paese. Niente barbecue neppure a distanza per te, amico. Dovrai mangiare i tuoi hot dog da solo, dentro casa.

Joe Biden: “Perché se non restiamo vigili e cambiano le condizioni, potremmo dover ripristinare le restrizioni per tornare in pista.”

Al che la CNN potrebbe dire: “Alleluia!“. Ma noi non siamo la CNN. Invece siamo rimasti a chiederci: Potrebbero esserci implicazioni per le libertà civili in tutto questo?

FoxNews.com