Sleepy Joe Biden è già in difficoltà sul piano vaccini, ed evita le domande della stampa

Sleepy Joe rimprovera un giornalista che gli stava ponendo una domanda sul piano vaccini: “Give Me A Break, Man” e caccia i giornalisti.

Joe Biden è già in difficoltà sul piano vaccini. Ha rimproverato un giornalista dell’Associated Press della Casa Bianca, Zeke Miller, per una domanda sul lancio del suo piano vaccini.

Il giornalista aveva semplicemente chiesto se le 100 milioni di dosi che l’amministrazione Biden aveva detto che sarebbero uscite nei prossimi 100 giorni sarebbero state sufficienti “in base a dove si trovano gli Stati Uniti in questo momento”. La domanda è arrivata nel mentre Biden stava comunicando le sue osservazioni durante la cerimonia della firma dei 17 ordini esecutivi di giovedì.

Quando l’ho annunciato, avevate detto tutti che non era possibile“, ha risposto Biden. “Dai, concedimi una pausa, amico.

È un buon inizio“, ha aggiunto Biden mentre si alzava dalla scrivania, apparentemente riferendosi al suo piano di lancio del vaccino.

I giornalisti sono stati prontamentesbattuti fuori” dalla stanza dopo la domanda, secondo un rapporto del pool. Anche un corrispondente di Fox News, Griff Jenkins, è stato “cacciato via” assieme al resto dei giornalisti dopo aver cercato di chiedere alla moglie di Biden, Jill, dei commenti sull’indagine fiscale che ha coinvolto suo figlio Hunter Biden.

La risposta di Biden “give me a break” è diventata piuttosto frequente negli ultimi anni.

DailyCaller.com

La falsa narrazione di Biden: “io sono l’eroe dei vaccini, non Trump”. E i media sono d’accordo.

L’amministrazione di Sleepy Joe vuole prendersi anche i meriti del piano vaccini come se fosse partito “da zero” e scaricare ovviamente tutta la colpa per i ritardi all’Amministrazione di Donald Trump: ma è falso, ed i soliti media liberal concordano con questa falsa narrativa senza porre nessuna critica ed anzi promuovendola.

Joe Biden è seduto nello Studio Ovale a malapena da due giorni ed i mass media si stanno già portando avanti con la narrativa per cui si riconoscono alla sua amministrazione già dei meriti che non ha, mentre si infanga allegramente l’amministrazione dell’ex presidente Donald Trump.

Joe Biden si è impegnato a far vaccinare 100 milioni di americani nei suoi primi 100 giorni. Sembra un obiettivo ambizioso, ma è del tutto privo di significato, considerando che gli Stati Uniti sono già pronti a farlo grazie agli sforzi dell’amministrazione di Donald Trump.

Ma per far sembrare che questo sia un risultato di Biden, la CNN ha riferito che i funzionari dell’amministrazione affermano di non aver ereditato alcun “piano di distribuzione del vaccino contro il Coronavirus dall’amministrazione Trump”. In nessuna parte dell’articolo la CNN dice che più di 17 milioni di vaccini sono già stati somministrati e che quasi 1 milione di vaccini vengono già somministrati al giorno.

Anche l’affermazione della CNN secondo cui Biden non abbia ereditato alcun piano di distribuzione del vaccino è falsa, considerando il fatto che 36 milioni di vaccini sono già stati distribuiti tra i vari Stati e che la strategia di distribuzione è pubblicamente disponibile.

La somministrazione del vaccino è già aumentata da quando è stato reso disponibile per la prima volta. Bloomberg ha un tracker del vaccino che mostra una media di 939.973 dosi al giorno somministrate la scorsa settimana (vedi il dato aggiornato ad oggi).

Nel suo articolo, la CNN ha affermato che l’amministrazione Biden avrebbe “accelerato drasticamente il ritmo della vaccinazione degli americani contro il virus”, ma la promessa di Biden di vaccinare 100 milioni di persone in 100 giorni non è affatto un aumento “drastico”, ma piuttosto mantenere lo stesso ritmo attuale ereditato dall’amministrazione di Donald Trump.

L’intera narrazione cerca di far passare Joe Biden come una sorta di “brillante amministratore” quando non ha fatto letteralmente nulla di diverso da quello che aveva già fatto Donald Trump.

I media in generale stanno costruendo questa narrazione, in primo luogo, sostenendo falsamente che Biden non abbia ereditato alcun piano di distribuzione del vaccino. In questo modo sembrerà che l’amministrazione Biden abbia elaborato un piano di distribuzione di successo “da zero” entro poche ore o giorni dall’inaugurazione. I media vogliono dipingere come estremamente competente l’amministrazione Biden a fronte dell’estrema “incompetenza2 dell’amministrazione Trump.

Successivamente, i media pubblicizzeranno i 100 milioni di vaccini di Biden in 100 giorni come un “risultato ambizioso” quando in realtà non lo è, considerando che gli Stati Uniti erano già sulla buona strada per raggiungerlo prima ancora che Biden entrasse nello Studio Ovale. Ma non importa, i media lo rivendicheranno come tale.

Infine, poiché la distribuzione era già aumenta prima che Biden entrasse in carica, e che continuerà a farlo, probabilmente raggiungerà l’obiettivo dei 100 milioni molto prima del 30 aprile, l’attuale scadenza. Questo sarà ulteriormente propagandato dai media come un “importante risultato” dell’amministrazione Biden quando, in realtà, tutto è stato messo in moto dall’amministrazione Trump e Biden non ha dovuto fare nulla di diverso.

I semi di questo inganno sono già stati piantati. Nel frattempo, i media continueranno a sostenere – ancora, falsamente – che l’amministrazione Biden abbai restaurato “la verità” alla Casa Bianca, quando è invece proprio l’amministrazione che spinge false affermazioni sulla distribuzione di vaccini che vengono (come se già non fosse palese) accettate dai media.

DailyWire.com

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...