Tucker Carlson: Twitter deplora sfacciatamente i conservatori, ma poi in maniera ipocrita ricorda all’Uganda che la censura è negativa

I nostri monopoli Big Tech sono autoritari, disonesti, ambiziosi e infantilmente stupidi.

Questo articolo è adattato dal commento di apertura di Tucker Carlson dell’edizione del 12 gennaio 2021 di “Tucker Carlson Tonight”.

È stata una settimana molto dura negli Stati Uniti d’America. Ad una violenza di massa vista al Campidoglio è seguito un giro di vite senza precedenti sulle nostre libertà civili fondamentali. Questo è il periodo più buio che molti americani non potranno mai dimenticare.

Ma anche nel mezzo di questo disastro, ci sono stati episodi comici e siamo grati per ognuno di loro. L’abbiamo ricevuto martedì sotto forma di dichiarazione da un gruppo chiamato Global Public Policy Team di Twitter.

Ora, potresti aver pensato che Twitter fosse solo una società di social media gestita da un barbuto ed etereo “pothead” nel centro di San Francisco, ma non più. Mentre dormivi, Twitter è diventato più grande di quanto avresti mai immaginato. Twitter è ora uno stato-nazione indipendente con il proprio Consiglio di Sicurezza Nazionale, una costellazione interna di esperti di politica estera il cui compito è gestire gli affari del mondo.

Quindi il Global Public Policy Team di Twitter è davvero l’NSC dell’azienda. Martedì hanno analizzato, come fanno i Consigli di Sicurezza, le imminenti elezioni in Uganda. Ecco cosa hanno detto su queste elezioni:

Ora, ragioniamoci per un secondo. Twitter sta ricordando al popolo ugandese che la censura è immorale.

“Spiacenti, ugandesi, non vi è permesso di mettere a tacere gli account Twitter di altre persone, soprattutto nel periodo precedente alle elezioni. Non potete farlo. Ora, riconosciamo che non avete una tradizione secolare di autogoverno in Uganda, quindi potreste non saperlo, come invece è da noi qui. Ma per ribadire: censurare gli account dei social media degli elettori è estremamente dannoso. La censura online viola i “diritti fondamentali dell’uomo”. In effetti, è un attacco alla democrazia stessa. Capito, ugandesi? Ora sappiamo che siete una nazione primitiva ed in via di sviluppo, quindi te la faremo passare per questa volta, ma non dimenticarlo. Censura cattiva! #OpenInternet

Abbiamo dovuto controllare ed assicurarci che la dichiarazione di Twitter fosse reale, e lo è. Twitter la ha effettivamente inviata, il che dimostra solo che i monopoli tecnologici sono persino peggiori di quanto pensassimo.

Non solo sono crudelmente autoritari, totalmente disonesti ed infinitamente ambiziosi, ma sono anche – e non lo sapevamo – infantilmente stupidi. Non hanno idea di come appaiono agli altri. Non possono guardarsi allo specchio. A loro manca anche un barlume di ironica autocoscienza che è un prerequisito per la saggezza. Sono idioti. Non riescono nemmeno a capire le loro battute.

D’altra parte, niente di tutto questo è davvero molto divertente. È terrificante. Non abbiamo bisogno di convincerti di questo. Avete visto tutti la repressione e la censura per tutta la settimana e sentite che tutto sta per peggiorare. E avete ragione su questo, andrà peggio.