Tucker Carlson: La lenta e dolorosa morte della California

Le politiche che hanno distrutto lo stato più grande ed economicamente importante d’America.

Questo articolo è adattato dal monologo di apertura di Tucker Carlson nell’edizione del 23 dicembre 2020 di “Tucker Carlson Tonight”.

Avrete notato come spesso prendiamo in giro la California in “Tucker Carlson Tonight“, ma non stiamo davvero scherzando.

La California è importante, e non solo perché è il nostro Stato più grande. Quello che succede lì è, fino ad un certo punto, quasi certo che accadrà dove vivi. Trovate una sola tendenza nazionale che non sia iniziata in California. Potrebbero essercene alcune, ma di sicuro non ce ne sono molte. Se volete conoscere il futuro, o se volete prevenirlo, guardate ad ovest.

Con questo in mente, ecco la conclusione: la California sta cadendo a pezzi. Nel corso degli ultimi decenni, la California è passata da essere uno dei luoghi più ricchi del mondo allo Stato più povero del nostro paese. Più di un terzo della sua popolazione si aggira intorno alla soglia di povertà. Anche prima del COVID, più di quattro milioni di californiani collezionavano buoni pasto. Più di 150 mila persone in California sono senzatetto. Vivono per strada, nei parchi, sotto i cavalcavia, nelle tende sui marciapiedi.

Questa è una tragedia umana causata dall’egoismo e dalla stupidità dei cattivi leader e dalle loro cattive politiche. Se questi leader fossero giudicati dalle loro performance, nessun politico di una grande città nello stato della California avrebbe un lavoro. Loro lo sanno, quindi stanno lavorando duramente per assicurarsi di non essere giudicati secondo degli standard razionali. Invece, infiammano le ferite razziali per cercare di mantenere la popolazione distratta e divisa, per tenere lontana l’attenzione da loro e dai loro fallimenti.

Ecco il vergognosamente incompetente Sindaco di Los Angeles, Eric Garcetti, a giugno:

GARCETTI: “Quando ho parlato di assassini, e ho detto che il nostro fardello collettivo qui, in questa società, è che lasciamo morire uomini e donne di colore… ho indicato me stesso. Abbiamo collettivamente una scelta se saremo quelli che guariscono o se continueremo ad essere gli assassini”.

Si scopre che ci sono assassini nella città di Garcetti, ma non sono collettivi. Sono individui, sono criminali e ce ne sono molti.

Sotto Eric Garcetti, il crimine a Los Angeles è salito alle stelle e molte persone innocenti sono morte a causa di questo. Ma non li piange. Non sta tenendo discorsi in loro memoria né si scusa per le politiche che ha sostenuto che hanno portato alla loro morte. Nemmeno il nuovo procuratore capo della città, George Gascón. Ha annunciato che utilizzerà il pretesto del COVID per rilasciare ancora più criminali nella città di Los Angeles.

“Il piano che abbiamo è che stiamo lavorando per liberare rapidamente quante più persone possibile, in particolare quelle che hanno dimostrato di essere ad alto rischio, persone vulnerabili ed ovviamente le persone che non rappresentano una minaccia per la società”, Gascón ha detto a MSNBC la scorsa settimana. “Quindi proveremo a rimuovere quante più persone da quella prigione… La giustizia riguarda davvero la salute pubblica e la sicurezza della nostra comunità”.

Capito? La giustizia non è punire i colpevoli, tenere il pericoloso lontano dai tuoi figli o far rispettare le leggi. No, la giustizia sta assicurando che i criminali ottengano servizi governativi essenziali prima di te o dei tuoi genitori.

Questo atteggiamento distilla poi questa politica emergente della California, una politica di cui dovreste avere molta paura, perché quando arriveranno nella tua città, ti rovineranno la vita. Se dovessimo metterlo in una frase, sarebbe questa: chi contribuisce di meno otterrà il massimo. Ma non osare lamentarti. Taci e odia te stesso in silenzio, questo è un ordine.

Nel frattempo, i leader eletti della California si dividono il bottino. Questo è il loro lavoro, prendere ciò che gli altri hanno costruito e darlo a se stessi e ai loro sostenitori. Come è ora consuetudine nella politica ufficiale dello Stato, lo fanno nel modo più controverso e immorale possibile: il colore delle pelle.

Guardate alla controversia sulla scelta del governatore Gavin Newsom per sostituire Kamala Harris al Senato degli Stati Uniti. Ecco la rappresentante Maxine Waters, della California, che spiega che tipo di persona dovrebbe scegliere Newsom…

WATERS, 12 DIC.: “[Newsom] Ha una decisione che deve prendere, e penso che sarà una donna nera. Penso che lo capisca. Sai, quando Kamala Harris lascia il Senato, quella era solo una donna nera che stava servendo per il suo mandato. E certamente sarebbe, sai, un po’, sai, ingiusto non avere almeno un’altra donna nera che la sostituisca”.

Questo è davvero il punto più alto della stupidità nella storia di questo paese. A chi importa di che colore o sesso sono i tuoi senatori? Vuoi un buon governo. Vuoi dei responsabili che siano saggi e competenti. Ma non è quello che ottieni, perché quelli non sono i criteri. Alla fine, Newsom ha nominato il Segretario di Stato della California Alex Padilla in sostituzione della Harris. Quando lo ha fatto, nessuno si è messo a discutere se Padilla potesse essere un buon Senatore, se potesse migliorare le scuole o abbassare il costo degli alloggi o riportare i posti di lavoro. Invece, hanno discusso della sua razza.

Ecco London Breed, sindaca di San Francisco, una buffona assoluta, molto famosa per aver sfidato le sue stesse restrizioni per cenare al The French Laundry di Napa, spiegare che Padilla è una cattiva scelta perché è del colore sbagliato.

BREED: “Quando si pensa alla storia di questo paese ed alle sfide che esistono per gli afro-americani, in particolare le donne afro-americane al Senato, sicuramente questo è un vero colpo per la comunità afro-americana, per le donne afro-americane, per donne in generale. È stata sicuramente una sorpresa ed è una situazione sfortunata perché stiamo cercando di far progredire questo paese e assicurandoci che la vita dei neri sia davvero importante”.

Prima di tutto, il risultati di Breed come sindaca sono così terribili che si è squalificata da qualsiasi commento sul governo per il resto della sua vita. Secondo, pensare in questo modo è veleno, e chiunque lasci passare commenti come questo senza alzarsi in piedi e dire: “Aspetta un secondo, il colore ed il sesso sono irrilevanti per il buon governo e non sopporteremo più questa spazzatura” è complice della distruzione di questo paese.

Ancora una volta, la California è un luogo abitato da 40 milioni di persone. È il nostro Stato più bello ed economicamente più importante. La rete elettrica non funziona. La tensione va e viene come in un paese del Terzo Mondo. Le foreste dello stato sono così mal gestite che continuano a prendere fuoco e a bruciare in modo incontrollabile. Questo non è il cambiamento climatico, è una cattiva gestione. Le donne non possono fare jogging nei parchi pubblici per paura di essere aggredite dai senzatetto malati di mente. Per avere il privilegio di tutto questo, i residenti della California pagano le tasse più alte ed onerose del paese.

Nessuno al potere sta prestando attenzione perché stanno discutendo sul colore della pelle del nuovo Senatore. Allora cosa sta succedendo? Conoscete la risposta: le persone che possono andarsene lo stanno facendo.

Le più grandi esportazioni della California erano costituite da prodotti aerospaziali avanzati. Quello, e i film di Hollywood, erano l’economia della California meridionale. Oggi, la principale esportazione dello Stato è la popolazione. Più del 40% dei residenti della Bay Area (la baia di San Francisco, n.d.r.) dice ai sondaggisti che vogliono andarsene, e questo è anche uno dei posti più felici nello Stato. Non c’è da meravigliarsi che il prezzo medio dell’affitto di un appartamento con una camera da letto a San Francisco sia diminuito del 20% nell’ultimo anno. Perché? Perché nessuno vuole vivere lì.

Le stime più recenti mostrano che la California ha perso più di 135 mila persone nell’ultimo anno. Tra queste persone, a proposito, c’è Kamala Harris. Adesso è a Washington e sta portando la governance in stile californiano a tutti quanti noi. Dovreste prestare attenzione a questo.

FoxNews.com

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...