Cellule con tessuto fetale: Trump curato con la tecnica che definiva “inaccettabile”? No! è una Fake News!

La “notizia” secondo cui la Terapia di Regeneron utilizzata per contrastare il contagio del Presidente sarebbe stata possibile grazie a una “ricerca vietata dalla sua amministrazione” sulle cellule staminali embrionali umane è priva di fondamento ed anzi, denota una mancanza di comprensione dei temi scientifici da parte dei mass-media americani e (soprattutto) italiani.

Nel vuoto cosmico che unisce le due sponde dell’oceano, se il New York Times pubblica un articolo sul Presidente Donald Trump che sarebbe stato curato con l’uso di cellule provenienti dai feti abortiti nel cocktail che ha definito “miracolo venuto da Dio“, allora, ovviamente senza verificare, La Repubblica e i mass media italiani copia-incollano su Google Traduttore e rilanciano.

Non serve dire che, nulla di tutto ciò è vero, ma ha regalato loro 15 minuti di notorietà per dimostrare, ai loro followers nichilisti, come Donald Trump sia un ipocrita, che l’aborto sia una cosa stupenda e che è venuto ormai il tempo di festeggiare la sconfitta del “nemico“, regalandosi così una gioiain anticipo” nella loro preghiera costante al loro non-Dio laico e progressista.

Siccome noi esistiamo per dire che se i giornali raccontano balle sono dei racconta balle loro, vogliamo rovinare anche questo momento di apparente felicità a tutta quella massa di inetti che copia incollano senza verificare le notizie e che perdono tempo leggendo dai loro tablet, sorseggiando magari un tè caldo, con gli occhiali vintage e la barba incolta, a che punto siamo con l’eutanasia.

La Scienza, infatti (quella vera), che loro amano tanto e che sempre “difendono” (quando gli fa comodo ovviamente), è subito intervenuta a smentire questa “notizia“.

David Prentice, Ph.D, e Tara Sander Lee, Ph.D del Charlotte Loizer Institute (CLI) hanno sottolineato la scarsa comprensione da parte della stampa dell’argomento.

Il CLI ha esaminato le informazioni pubblicate e la nostra conclusione è semplice: Al Presidente non è stato somministrato alcun farmaco per curare il COVID-19 che comportasse la distruzione di vite umane. Non sono state utilizzate cellule staminali embrionali umane o tessuti fetali umani per produrre i trattamenti che il Presidente Trump ha ricevuto durante il periodo di cura.

La realtà è un’altra:

The Regeneron Therapy given to the president was made in Velocimmune humanized mice, a novel platform that uses genetically modified mouse embryonic stem (ES) cells to generate antibodies described here and here. Development of Regeneron’s antibody cocktail is detailed in the journal Science, describing how they identified their antibodies made from Velocimmune mice and blood from recovered patients previously infected with SARS-CoV-2. The final antibody pair used in the REGN-COV2 therapy cocktail was then produced in Chinese hamster ovary (CHO) cells. Results from Regeneron’s REGN-COV2 clinical trials to treat COVID-19 patients are reported here.

Che tradotto significa…

La Terapia di Regeneron somministrata al Presidente è stata sviluppata nei topi da laboratorio, una nuova piattaforma che utilizza cellule staminali embrionali di topi geneticamente modificate, per generare gli anticorpi descritti qui e qui. Lo sviluppo del cocktail di anticorpi di Regeneron è descritto in dettaglio nella rivista Science, che descrive come siano stati identificati i loro anticorpi ottenuti da topi Velocimmune e dal sangue di pazienti precedentemente infettati dal SARS-CoV-2. La coppia di anticorpi finale utilizzata nel cocktail terapeutico REGN-COV2 è stata poi prodotta nelle cellule dell’ovaio di un criceto cinese (CHO). I risultati degli studi clinici REGN-COV2 di Regeneron per il trattamento dei pazienti affetti da COVID-19 sono riportati qui.

Il CLI ha inoltre spiegato come l’utilizzo delle cellule embrionali di topo sia un’ottima alternativa a quelle umane, spiegando che:

Mouse embryonic stem cells and genetic modifications to make such mice date back to 1981, have been extensively studied, and were instrumental in the discovery of induced pluripotent stem (iPS) cells, another fully ethical alternative to fetal material, as discussed in this Nature review. iPSCs are much easier to use than human embryonic stem cells, more flexible in their uses, and are not ethically controversial. No one has ever advocated against using mouse embryonic stem cells for development of therapies – only against destruction of human lives.

Che tradotto significa…

Le cellule staminali embrionali di topo e le modifiche genetiche per realizzare tali topi risalgono al 1981, sono state ampiamente studiate, e sono strumentali alla scoperta delle cellule staminali pluripotenti indotte (iPS), un’altra alternativa completamente etica al materiale fetale, come discusso in questa recensione su Nature. Le iPSC sono molto più facili da usare rispetto alle cellule staminali embrionali umane, più flessibili nei loro utilizzi, e non sono eticamente controverse. Nessuno si è mai pronunciato contro l’uso di cellule staminali embrionali di topo per lo sviluppo di terapie ma solamente contro la distruzione di vite umane.

Anche gli altri medicinali somministrati al Presidente, tra cui il famoso Remdesivir, non contengono cellule fetali o sono stati sviluppati partendo da esse.

Non era poi molto difficile evitare di divulgare notizie false ed anti scientifiche: ce l’abbiamo fatta persino noi che siamo amatoriali! In uno dei nostri ultimi articoli abbiamo parlato anche di come è stato curato il Presidente citando proprio questa terapia, ma riportando correttamente in che cosa consisteva. Ecco il passaggio…

Trump è stato trattato con un cocktail di anticorpi di Regeneron, che è in attesa dell’autorizzazione per l’uso in condizioni di emergenza da parte della Food and Drug Administration (FDA). Quando sarà approvato, il Presidente Donald Trump ha detto che sarà somministrato a coloro che ne hanno bisogno gratuitamente, poiché viene fornito attraverso l’Operazione Warp Speed, il programma firmato dall’Amministrazione Trump per sviluppare trattamenti e vaccini per la pandemia di Coronavirus.

Era poi così tanto difficile descrivere le cose per come sono?

Il Charlotte Loizer Institute ha inoltre rilasciato un comunicato stampa nel quale spiega nel dettaglio la questione ed invita tutti gli organi della stampa che hanno rilanciato la notizia a correggere quanto scritto.

Ovviamente tutto questo non avverrà mai.

I fatti, però, dimostrano che il Presidente Donald Trump è il più Pro-Life della Storia e non sarà di certo una Fake News rilanciata da La Repubblica e dai mass media italiani a fermarlo.

Ovviamente, la condivisione di questo articolo aiuterà a contrastarli.

BreitbartNews.com, TheCharlotteLoizerInstitute.

P.S.: Ci scusiamo se la traduzione delle parti inerenti al contesto medico-scientifico dall’inglese all’italiano non sia la migliore possibile, abbiamo fatto del nostro meglio, e rimaniamo a disposizione per eventuali segnalazioni e correzioni da parte dei lettori.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...