Conquista dello Spazio. Donald Trump da il via libera al piano per le trivellazioni… sulla Luna

Artist’s concept di una colonia lunare della NASA, 1986

Si chiama “Artemis Accord” ed è il piano degli Stati Uniti e dei suoi Alleati per trivellare la Luna

L’obiettivo dell’ Artemis Accord è quello di creare stazioni spaziali sulla Luna per completare la colonizzazione da parte dell’uomo. Questo progetto sarà utile anche per una futura colonizzazione del pianeta Marte.

L’accordo prevede una legge quadro con le società affinché diventino proprietarie delle risorse che verranno estratte. Nelle settimane successive gli Stati Uniti proporranno l’accordo ai loro principali Alleati, ovvero Canada, Giappone, Unione Europea e Arabia Saudita. Due grandi escluse saranno ovviamente la Cina e la Russia: quest’ultima, inoltre, viene identificata come un “pericolo” anche “spaziale” viste le manovre dei satelliti russi verso quelli americani a fini di spionaggio.

Gli Stati Uniti fanno parte dal 1967 dell’Outer Space Treaty, che prevede che i corpi celesti non siano soggetti ad appropriazioni nazionali: l’obiettivo degli USA è quindi quello di creare delle “safety zones” (delle zone di sicurezza) che circonderebbero le future basi lunari, in modo tale da prevenire danni e/o interferenze con altre basi di altri Paesi. L’attuale proposta statunitense, inoltre, prevede l’appropriazione da parte di uno stato o di una società privata delle risorse minerarie che avrà estratto.

L’accordo Artemis è un piano dell’Amministrazione di Donald Trump per aggirare l’ONU (filo-araba e filo-cinese) e di lavorare direttamente con i loro stati Alleati, che hanno un effettivo interesse per lo Spazio.

La NASA ha già investito diversi miliardi nel programma Artemis che punta all’effettiva colonizzazione lunare entro il 2024. I lavori erano già stati avviati nel 2015, quando il Congresso americano approvò i “diritti di appropriazione” per le imprese americane, sebbene a livello internazionale non esista una legge o un trattato simile.

L’obiettivo ultimo degli Stati Uniti è quindi quello di mantenere la supremazia tecnologica e spaziale, di evitare le possibili implicazioni di accordi di diritto internazionale per quanto riguarda il suolo lunare, e dando quindi un senso alle neonataSpace Force” ed affrontare così “a viso aperto” sia la Cina che la Russia… anche al di fuori del pianeta Terra.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...