FACT CHECK: Trump ha veramente mostrato solidarietà ai neonazisti a Charlottesville nel 2017? FALSO!

La rivista tedesca Stern ha sbattuto in copertina una foto di Trump con il “saluto nazista”

Fact Check: Il responsabile dell’ufficio per la Casa Bianca del Washington Post, Philip Rucker, sostiene ancora che Trump abbia “mostrato solidarietà ai neonazisti” di Charlottesville, in Virginia, nell’agosto del 2017. FALSO: Trump disse che i neonazisti “dovrebbero essere condannati totalmente”. Ecco la bufala delle “anime belle”.

Philip Rucker, il responsabile dell’ufficio per la Casa Bianca del Washington Post, ha recentemente affermato, in maniera del tutto falsa, sulla MSNBC che il Presidente Donald Trump stia sostenendo, più o meno apertamente, le proteste contro le rigide ordinanze di “stare a casa” per il contenimento del Coronavirus nello stesso modo in cui avrebbe “mostrato solidarietà” con i neonazisti a Charlottesville.

Rucker è apparso a “The 11th Hour” della MSNBC con l’anchorman Brian Williams, noto per essere stato degradato nella “prestigiosa” rete via cavo per aver ripetutamente inventato delle notizie false.

L’accusa di “neonazismo” di Rucker è anch’essa una fabbricazione, una balla già ampiamente sfatata – e particolarmente eclatante, dato che proviene dal reporter del Post che è incaricato di riferire principalmente sull’attività dell’Amministrazione Trump.

Il Presidente Donald Trump ha condannato i neonazisti che si erano radunati a Charlottesville, in Virginia, nell’agosto 2017 – “totalmente” e ripetutamente:

Il 12 agosto 2017: Trump condanna la “violenza da entrambe le parti” a Charlottesville, dopo gli scontri tra i neonazisti e gli “antifa”.
Il 14 agosto 2017: Trump condanna i “neonazisti, i suprematisti bianchi e altri gruppi di odio” con una dichiarazione dalla Casa Bianca.
Il 15 agosto 2017: Trump condanna  i neonazisti “totalmente”, ed elogia i manifestanti non violenti “da entrambe le parti” nelle manifestazioni che erano in corso per protestare o sostenere l’abbattimento della statua del generale confederato Robert E. Lee.

La “bufala della brava gente”, usata ripetutamente dalla CNN e dal candidato alla presidenza democratica Joe Biden, si vuole affermare – erroneamente – che Trump abbia definito i neonazisti di Charlottesville come “persone eccellenti”. È semplicemente Falso, come dimostrano la trascrizione delle osservazioni di Trump e gli stessi servizi di allora della CNN. Trump si riferiva ovviamente ai manifestanti non violenti, e ce n’erano da entrambi i lati, durante le proteste per la rimozione di una statua di un generale confederato da un parco pubblico, e solo e soltanto queste sono state definite come “persone molto belle” – in netto contrasto con i neonazisti.

Il Presidente ha anche specificamente definito l’omicidio del manifestante di sinistra Heather Heyer da parte di un neonazista come “terrorismo” il 15 agosto.

Ma l’affermazione secondo cui Trump abbia mostrato “solidarietà” ai neonazisti va però anche ben oltre la “bufala della brava gente” – che è così screditata che persino Jake Tapper della CNN, non certo un fan del Presidente, aveva ammesso che fosse sbagliata già un anno fa.

Durante lo show, Williams ha chiesto a Rucker di commentare le dichiarazioni di sostegno di Trump per le recenti proteste, che hanno preso di mira i governi statali e locali che hanno adottato dei provvedimenti particolarmente “draconiani” per imporre il “distanziamento sociale” – andando spesso al di là delle linee guida federali fornite dal CDC.

“Parlando del rapporto rischioso – per come lo vede il resto del paese – che ha con questi manifestanti”, ha suggerito Williams a Rucker “Stanno protestando contro le linee guida dell’Amministrazione Trump [sic!]. Ha dato loro qualcosa di più della sua tacita benedizione.”

Rucker ha così risposto:

Esatto, Brian. E l’altra cosa che il Presidente vede quando guarda le immagini di questi manifestanti, come quelli che stanno giocando in questo momento, è il suo stendardo della campagna elettorale. Sa che questi sono i suoi sostenitori. Potrebbero non essere tutti suoi sostenitori. Non siamo sicuri di chi voteranno tutti quanti a Novembre. Ma molti di loro sono sostenitori di Trump, sventolano le bandiere di Trump. E Trump, il Presidente, sa che deve mostrare solidarietà nei loro confronti. È uno dei motivi per cui, ad esempio, dopo le aggressioni a Charlottesville, ha mostrato solidarietà [sic!] ai manifestanti neonazisti lì.

L’implicazione è che i neonazisti sono tra i sostenitori politici di Trump (!).

Il giorno prima, un altro ospite della MSNBC si era riferito ai manifestanti come “La Fox News, i Nazisti, i cultori della morte confederata” del GOP.

“La sinistra che ama”…

BreitbartNews.com

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...