E se Berlino preferisse Pechino? Ecco perché la Germania è incapace di collocarsi adeguatamente sullo scacchiere Atlantico

Il Presidente Xi Jinping saluta la cancelliera tedesca Angela Merkel nella Grande Sala del Popolo di Pechino. Nel loro incontro nel 2018, Xi aveva accolto con favore la Germania per cogliere le opportunità disponibili a seguito del nuovo round di apertura della Cina.
[Foto di Wu Zhiyi / China Daily]

Analizzando i rapporti tra Germania e Cina si può notare non solo i pericoli causati dalla potenza asiatica ma anche la totale inadeguatezza geoeconomica della prima economia europea che, da dopo la sua riunificazione, si è sempre dimostrata incapace di collocarsi adeguatamente sullo scacchiere atlantico.

Abbiamo già parlato del successo che gli Stati Uniti hanno ottenuto fermando il Nord Stream 2, ovvero un nuovo gasdotto che collegava direttamente la Russia e Germania, e che avrebbe aumentato di conseguenza la dipendenza energetica del continente europeo, tanto da Mosca quanto da Berlino.

Con la crisi pandemica del Covid-19 molti produttori di automobili hanno subito duri colpi alla propria supply chain, in quanto essa è fortemente dipendente dalla Cina. Nel corso della storia geoeconomica tra Unione Europea e il colosso dell’Oriente, la Germania si è totalmente disinteressata delle manovre di Pechino sul continente europeo, non curandosi totalmente della 16+1 Initiativeper il rafforzamento delle relazioni tra Est Europa e Cina, della “One Belt One Road Initiative” e del progetto China 2025, quest’ultimo ha lo scopo di rendere la Cina dominante nell’acquisizione di nuove tecnologie (che utilizzeranno poi per distruggere il manifatturiero sul suolo europeo).

Le prime preoccupazioni sono casualmente sorte nel 2016, quando il gruppo cinese Midea ha acquistato la società di robotica Kuka. Una seconda acquisizione, con la società produttrice di microprocessori per computer Aixtron, è stata sventata poco dopo grazie all’intervento del ministro dell’economia tedesco, che ha dato parere negativo.

La crisi scatenata dalla pandemia di Covid-19, però, potrebbe cambiare le carte in tavola…

La forte dipendenza dall’export e l’apparente “ripresa” economica cinese in questa fase potrebbero legare maggiormente la Cina e la Germania, considerando sopratutto il fatto che le principali case automobilistiche tedesche dipendono fortemente dal mercato asiatico: il CEO di Volkswagen ha infatti parlato di quanto hanno bisogno del mercato cinese per uscire dalla crisi. Questo potrebbe rafforzare la cooperazione tra le due parti.

Sebbene la Germania abbia dichiarato la “falsa diplomazia” del governo cinese come un “pericolo per la sicurezza nazionale” e voglia dunque proteggere le proprie imprese dalle acquisizioni ostili cinesi, dopo aver riconosciuto la minaccia a livello europeo, la nazione guidata da Angela Merkel ha frenato ulteriori tentativi per ostacolare Pechino a livello europeo, sembra per paura di ripercussioni economiche sulle proprie stesse aziende.

L’attuale dibattito sui “Coronabond” e la “Solidarità a livello europeo” può unire maggiormente Xi Jinping e Angela Merkel, che a quel punto dovrebbe accettare maggiore dipendenza dal settore finanziario cinese (Auguri! n.d.r.).

Questa “virata ad Oriente” coinciderebbe con una geopolitica anti-atlantista tedesca che dura ormai da molti anni e che garantirebbe la creazione di un “nuovo asse” tra Oriente e Occidente. Ma, ovviamente, prima ci saranno da “regolare i conti” con Washington, che è da sempre pronta per il terzo round

Per approfondire: Spectator US

Un pensiero su “E se Berlino preferisse Pechino? Ecco perché la Germania è incapace di collocarsi adeguatamente sullo scacchiere Atlantico

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...