Clamorosa FAKE NEWS di Repubblica: Trump chiese a Fauci perché “non lasciamo inondare gli Stati Uniti dal Coronavirus?”

Il “giornale” della Sinistra, apertamente schierato con il governo che ci vuole consegnare nelle mani della dittatura del Partito Comunista Cinese, lancia un falso articolo anti-Trump pur di farlo passare come un “pazzo dittatore”, spietato ed incurante del suo Popolo.

Andiamo subito al sodo:

La Repubblica ha riportato un pezzo del Washington Post, nel quale si spiegava – secondo non ben specificate “fonti informate alla Casa Bianca” – come il Presidente Donald Trump avesse chiesto apertamente ad Anthony Fauci, presidente del National Institute of Allergy and Infectious Deseases, durante una delle prime riunioni della task force della Casa Bianca contro il Coronavirus, di “lasciare che il virus si diffonda”: Si sarebbe voluto puntare sulla immunità di gregge sostiene La Repubblica, ma facendola passare come un perverso meccanismo di Darwinismo Sociale per il quale solo chi avesse avuto un sistema immunitario forte a sufficienza sarebbe potuto sopravvivere.

“Signor Presidente, morirebbe moltissima gente”, avrebbe risposto il principale esperto di malattie infettive della nazione. “Anthony Fauci ha salvato gli Stati Uniti” – scrive La Repubblica.

Siccome chi scrive su questo blog non è nato “trinariciuto”, appena ha visto la notizia si è fiondato a controllare più fonti.

Partiamo dal fatto che quanto scrive La Repubblica è riportato solo ed esclusivamente dal Washington Post. Non vi sono altre fonti “affidabili” che riportino questa notizia. Basta poi andare indietro di qualche giorno e trovare una dichiarazione dello stesso Donald Trump, che sottolinea la rischiosità dell’immunità di gregge perseguita dal Regno Unito.

Analizzando uno degli Stati che meglio sta gestendo questa crisi, ovvero Israele, in quanto costantemente preparato a qualsiasi tipo di “attacco”, possiamo vedere un bellissimo video del ministero della difesa israeliano, Naftali Bennet, che spiega come la soluzione “migliore” sia un approccio “misto” tra immunità di gregge, isolamento delle fasce più deboli ed ovviamente i test massicci sulla popolazione.

Il Video del ministero della difesa israeliano, Naftali Bennet, in cui spiega la strategia messa a punto dallo Stato di Israele contro il Coronavirus

Consultando altri siti si possono trovare teorie simili a questa israeliana, come quella proposta sullo Spectator US Edition da Matt Strauss, medico e assistant professor di medicina in Canada.

Chi segue la politica americana, inoltre, sa che Trump ha fatto di tutto affinché si trovasse un rimedio medico a questo problema, scommettendo sul farmaco anti-malaria che, come abbiamo più volte detto, è stato riconosciuto dalla comunità scientfica come il più efficace nella lotta al Covid-19.

Questo rimedio, negli Stati Uniti, viene usato per i pazienti considerati in condizione critiche (generalmente che si trovano in terapia intensiva) e Trump ne ha ordinato di fare scorta, acquistando idroxiclorichina dall’India.

Ricordiamo, inoltre, ai lettori accaniti del Washington Post, che Trump e Bezos (il proprietario del giornale) non sono mai stati grandi amici: recentemente il fondatore di Amazon ha fatto ricorso al Pentagono, dopo aver perso un bando da 10 miliardi per la sicurezza digitale statunitense. Basterebbe fare in rapido conto per capire che quelle “fonti informate” alla Casa Bianca, potrebbero tranquillamente essere una “invenzione giornalistica”.

L’immunità di gregge sarebbe comunque “uno” dei fattori (e non “IL” fattore) in questa lotta al Covid-19.

L’Amministrazione a Washington, nel valutare tutte le opzioni, avrà certamente considerato anche questo fattore, che è cruciale nell’ottica della ripresa economica, perché – ricordiamoci – che se prolungheremo per troppo tempo questo lockdown, poi la gente inizierà comunque a morire… questa volta di fame. se non ci credete o vi sembra “esagerato” seguite la problematica della mancanza di manodopera che dovrebbe andare a raccogliere i frutti dei campi coltivati nel nostro Paese. E’ necessario quindi considerare tutte le misure possibili.

Ma da qui a farla passare come l’unica “strategia Presidenziale” nella lotta contro il Covid-19 come fa La Repubblica – sostenendo che Trump fosse stato fermato solo all’ultimo momento da Fauci nel proseguo del suo piano contorto e malvagio – è totalmente FALSO.

Evidenze empiriche che Trump abbia voluto “lasciare inondare il Stati Uniti dal Coronavirus” non ce ne sono. Anzi, se si guarda a quanto fatto finora, Trump ha puntato tutto sulla cooperazione tra il settore pubblico e privato, sui tamponi a tappeto, sulla cooperazione tra livello federale (che può assegnare le risorse) ed i Governatori degli Stati (che sono gli unici titolati a gestire l’emergenza nei propri Stati ed a dichiarare misure restrittive come il lockdown), ne mai Trump ha fatto o detto nulla nel senso di una strategia bastata esclusivamente sull’Immunità di gregge, non accompagnata o assistita da altri strumenti e protocolli. Trump non avrebbe comunque potuto “imporre” ai Governatori degli Stati alcunché, poiché la sanità è una materia in cui il singolo Stato federato ha molte responsabilità.

Lo stesso immunologo statunitense ha comunque confermato che la Stampa sta cercando in ogni modo di far passare l’idea di un continuo contrasto tra lui ed il Presidente. Riteniamo che anche questo articolo si iscriva perfettamente in questo tentativo. In realtà il rapporto tra Fauci ed il Presidente è ottimo:

Il Presidente ha sempre ascoltato ciò che ho detto con le altre persone della task force. Quando ho formulato raccomandazioni, le ha ricevute. Non mi ha mai contrastato o scavalcato. L’idea di volerci mettere l’uno contro l’altro non è utile e vorrei che si fermassero in modo da poter guardare avanti, alla sfida che stiamo affrontando per poterla superare assieme.

ha fatto sapere Fauci alla trasmissione WMAL’s Morning on the Mall

Leggi anche: Il Dr. Anthony Fauci blasta i media: Trump non mi ha ignorato, “non è utile” metterci l’uno contro l’altro

Il direttore del National institute of allergy and infectious diseases, Anthony Fauci e il presidente degli Stati Uniti Donald Trump durante il briefing alla Casa Bianca (reuters)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...