Grazie America! Ecco il memorandum di Trump per aiutare il nostro Paese

Accolta la richiesta d’aiuto da parte dell’Italia. Nel piano aiuti per gli ospedali, forniture tecnologiche e assistenza logistica. “Mostreremo la leadership USA contro le campagne di disinformazione cinesi e russe”.

Aiuti agli ospedali italiani, forniture tecnologiche e logistiche. È quanto ha promesso il Presidente Donald Trump, firmando un memorandum pubblicato ieri sera, quando in Italia era notte, sul sito ufficiale della Casa Bianca.

Con questo atto ufficiale, la Casa Bianca ha annunciato di aver accolto la richiesta d’aiuto da parte dell’Italia. L’ordine è indirizzato ai Segretari di Stato, al Tesoro, alla Difesa, al Commercio, alla Sanità ed alla Sicurezza Nazionale; ai consiglieri per la sicurezza nazionale e l’economia; all’agenzia per la gestione dei disastri naturali FEMA, all’Export-Import Bank, all’Agenzia per lo Sviluppo internazionale, e all’International Development Finance Corporation. L’intero governo americano viene mobilitato.

La Repubblica Italiana, uno degli alleati più stretti e di vecchia data, è stata devastata dalla pandemia di Covid-19, che ha già reclamato più di 18 mila vite, portato la maggior parte del sistema sanitario a un passo dal collasso, e minaccia di spingere l’economia italiana verso una profonda recessione.

Si legge all’inizio del memorandum.

Il governo italiano, continua Trump nel documento, ha “chiesto l’aiuto degli Stati Uniti. Sebbene la prima e più importante responsabilità del governo degli Stati Uniti sia nei riguardi del popolo americano, andremo in aiuto dell’Italia per sconfiggere l’epidemia di Covid-19 e mitigare l’impatto della crisi, mostrando allo stesso tempo la leadership degli Usa davanti alle campagne di disinformazione cinese e russe, riducendo il rischio di una nuova infezione dall’Europa verso gli Stati Uniti”.

Trump promette di “rispondere all’urgente bisogno dell’Italia di equipaggiamento medico e forniture per combattere l’epidemia”, senza intaccare quelle “forniture necessarie” per affrontare l’emergenza interna agli Stati Uniti.

Il Dipartimento di Stato e della Difesa lavoreranno per l’applicazione della decisione: potranno essere impiegati i militari e le basi americane nel nostro Paese

Spetterà al Segretario alla Difesa identificare le forniture in eccesso che potranno essere trasferite al Segretario di Stato e da lì consegnate all’Italia. Il Presidente ha chiesto inoltre di individuare le organizzazioni pubbliche internazionali e le Ong, incluse quelle religiose, che possano dare supporto al nostro Paese nella lotta contro l’epidemia. 

Gli Stati Uniti, sfruttando anche la rete di 30 mila dipendenti delle forze armate americane di stanza in Italia, ed il lavoro, tra le altre, delle ambasciate americane a Roma e presso la Santa Sede, offriranno agli ospedali servizi di telemedicina, assistenza nel montaggio di strutture da campo, per il trasporto di carburante e di alimentari ed assistenza tecnica, la cura dei pazienti non colpiti dal Covid 19, il supporto delle operazioni civili gestite dai soldati italiani, i servizi di evacuazione, oltre a “facilitare i contatti tra le autorità italiane e le aziende americane” per le forniture di quegli elementi richiesti dalle autorità e dalle strutture sanitarie.

Una mano tesa che si aggiunge alla fornitura in Italia di strumenti e prodotti sanitari per 100 milioni di dollari, annunciata a fine marzo, e all’ospedale da campo da 68 posti donato dalla Ong americana Samaritans Purse e allestito a Cremona.

Il testo non dà cifre e non entra nei dettagli di cosa verrà offerto, lasciando ovviamente la determinazione ai Segretari dei Dipartimenti responsabili che il Presidente ha indicato. La mobilitazione è totale e senza precedenti, riportando quasi alla mente il “Piano Marshall”, seguito alla Seconda Guerra Mondiale, con l’unico paletto che le iniziative prese non dovranno danneggiare le necessità nazionali degli Usa.

Il commento dell’Osservatore Repubblicano

Grazie America! Non ci sono altre parole per commentare quanto messo in campo dall’Amministrazione americana per il nostro Paese. Donald Trump, amico dell’Italia, mette in campo un poderoso aiuto, nonostante il Covid-19 stia colpendo forte anche in America, che supera per valore e durata quanto messo in campo da cinesi, russi e cubani. Se qualcuno aveva ancora dubbi a chi il nostro paese deve guardare, ha avuto la risposta che cercava.

Chissà se i #GrazieCina che lodavano la solidarietà (pelosa) e le spedizioni di materiali – passate come “umanitarie” – di Pechino (e che invece si è scoperto essere pagate con i soldi dei contribuenti, e non erano affatto gentilmente offerte) sapranno riconoscere questo imponente aiuto concreto d’oltreoceano.

Purtroppo già girano i commenti critici, per cui Trump “non è che sia un benefattore” e che interviene solo per non lasciare il paese in mano alla Russia e alla Cina. Bene, erano gli stessi che quando gli facevamo notare che i cinesi “non ci regalavano nulla” rispondevano: “meglio di niente”. Adesso, zitti.

L’Unione Europea, come sempre, assente!

Noi non dimenticheremo!

Un pensiero su “Grazie America! Ecco il memorandum di Trump per aiutare il nostro Paese

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...