Buona Festa di San Patrizio!

La Festa di San Patrizio (Saint Patrick’s Day) è una festa di origine cristiana che si celebra il 17 marzo di ogni anno in onore di San Patrizio, patrono dell’Irlanda. La festa commemora l’arrivo del cristianesimo in Irlanda durante il V secolo d.C. proprio grazie a San Patrizio, ai tempi vescovo d’Irlanda.

Il 17 marzo è festa nazionale sia nella Repubblica d’Irlanda che nell’Irlanda del Nord (cd. bank holiday), ma tale ricorrenza viene celebrata anche in altri paesi del mondo, in particolar modo quelli che sono stati soggetti ad una significativa immigrazione irlandese, soprattutto negli Stati Uniti e in Canada. La festa di San Patrizio è una delle feste nazionali più sentite al mondo ed ha acquisito grande fama ed interesse anche da parte di persone la cui origine non è irlandese.

Caratteristiche della festa di san Patrizio sono anche le sfilate per le vie cittadine, soprattutto a Dublino, a Montréal, New York, Chicago e Boston.

Il Santo e le Origini

In questo giorno dunque, oltre alla baldoria e agli eccessi, si ricorda la figura del Santo Patrono dell’Irlanda, San Patrizio, il quale diffuse il Cristianesimo sull’isola.

Il vero nome del Santo era Maewyin Succat ed aveva origini scozzesi. A sedici anni fu rapito dai pirati irlandesi e venduto come schiavo al re Dalriada, dominatore dei territori del Nord Irlanda e di parte della Scozia. Qui il giovane Maewyn imparò la lingua gaelica, l’antica lingua celtica tipica di quelle zone e conobbe la religione celtica. Dopo sei anni di prigionia riuscì a fuggire dalla corte del re e una volta tornato a casa, abbracciò la fede cristiana e ne diventò un fervente predicatore. Divenuto diacono con il nuovo nome latino di Patrizio, intraprese la carriera sacerdotale e raggiunse la carica di vescovo. Papa Celestino I gli affidò il compito di tornare nelle terre dove era stato prigioniero e di portarvi la Parola di Dio. In Irlanda Patrizio diffuse dunque gli insegnamenti del Vangelo e diede vita al Cristianesimo Irlandese, dove elementi del paganesimo celtico si intrecciarono con i riti e le tradizioni cattoliche.

In particolare, oltre ai prodigi dovuti alla sua grande Fede, il mito di San Patrizio ruota attorno a due episodi che sono entrati nella cultura popolare irlandese. Il primo riguarda il fatto che San Patrizio soleva pregare all’interno di una grotta molto profonda sull’isolotto di Lough Derg dalla quale era possibile accedere alle porte del Purgatorio (o dell’Inferno, secondo altri racconti). In età medievale si diffuse quindi la storia del “Pozzo di san Patrizio”: una cavità senza fondo dove si nascondevano ricchezze inesauribili.

Il secondo episodio invece vorrebbe offrire una spiegazione al perché in tutta l’Irlanda (caso più unico che raro) non viva nemmeno un serpente. Secondo la tradizione ciò è dovuto proprio a San Patrizio che, facendo cadere una campana da una montagna, generò un fragore tale da scacciare in mare tutti i rettili striscianti dell’isola.

La fama di Patrizio crebbe a tal punto che anche dopo la sua morte, avvenuta nel 461 d.C, continuarono a circolare storie e leggende che resero il Santo una figura importantissima nella cultura irlandese, che infatti lo identifica come uno dei suoi simboli.

La festa di san Patrizio è stata inserita nel calendario liturgico della Chiesa cattolica già all’inizio del XVII secolo su pressione dello storico e frate francescano Luca Wadding, ma il santo missionario Patrizio veniva già celebrato in alcune chiese irlandesi già da molto tempo. In Italia viene sempre celebrato a Bobbio, per il legame tra l’abbazia, il santo abate irlandese San Colombano e la terra d’Irlanda.

La festa di san Patrizio cade spesso durante il periodo della Quaresima. In passato è anche capitato qualche volta che cadesse proprio durante la Settimana santa. È successo per esempio nel 1940 e le celebrazioni furono spostate al 3 aprile, proprio per evitare che coincidesse con la Domenica delle palme e nel 2008, dove vennero anticipate al 14 marzo.

Una festa ‘globale’

Le acque del fiume Chicago tinte di verde per festeggiare il St. Patrick’s Day

La festa di san Patrizio viene ormai celebrata in quasi tutto il Mondo. Fuori dall’Irlanda, come già detto, le feste più grandi e caratteristiche si festeggiano nelle città e nelle nazioni che ospitano una forte comunità irlandese, come appunto negli Stati Uniti (dove San Patrizio è anche il patrono della città di Boston) ed in Canada (nella bandiera della città di Montréal è raffigurato anche un trifoglio, per testimoniare la fortissima presenza irlandese nella città).

Le celebrazioni sono generalmente incentrate su tutto ciò che ha a che fare con l’Irlanda e il colore verde (che è appunto il colore simbolo dell’isola). In questo giorno infatti si suole mangiare cibo di quel colore e vestirsi della stessa tonalità. In particolare, sui vestiti ad esempio, non può mancare il trifoglio. Questa pratica era diffusa già agli inizi dei festeggiamenti in onore del santo; questo perché la tradizione afferma che egli spiegò il mistero della santissima Trinità agli irlandesi pre-cristiani proprio attraverso questa pianta a tre foglie. Di conseguenza, sia il vestirsi di verde il 17 marzo sia il trifoglio stesso sono diventati simbolo di quel giorno.

Ogni anno le acque del fiume Chicago vengono tinte anch’esse di verde e, nel primo pomeriggio, si tiene una parata con imbarcazioni in tinta con il fiume e con immagini simboliche della cultura irlandese.

Perché si festeggia anche negli Stati Uniti?

Le festività irlandesi si sono diffuse in tutto il mondo a partire dalla metà dell’Ottocento per effetto della grande carestia che colpì l’isola; milioni di irlandesi dovettero emigrare in altre nazioni. La maggioranza, espatriò nel continente americano.

Le festività irlandesi cominciarono a coinvolgere una buona parte della popolazione di queste nazioni anche grazie all’interesse generale per una comunità che voleva mantenere le proprie tradizioni nei Paesi che l’avevano accolta. Questo fenomeno avvenne specialmente nelle città nella costa della East Coast, come New York e Boston.

Nei molti ambiti lavorativi in cui gli irlandesi hanno trovato lavoro, la festa di San Patrizio ha molta rilevanza: ad esempio nei reparti delle forze dell’ordine. Questo perché i mestieri più pericolosi (come quello di vigile del fuoco e di poliziotto) furono quelli maggiormente ricoperti dagli Irlandesi emigrati in America. Nel 1960 gli Stati Uniti riconobbero che il 42% dei posti di lavoro all’interno delle forze dell’ordine nella città di New York erano di personale con origini irlandesi. Ecco perché molto spesso le parate ed altri tipi di festeggiamenti vengono organizzati dalle forze dell’ordine locali.

Negli Stati Uniti poi, molte persone di origine irlandese sono riuscite a diventare delle personalità di primo piano financo a diventare Presidenti: John Fitzgerald Kennedy Ronald Reagan erano infatti entrambi di origini irlandesi. 

Anche l’attuale Vicepresidente Mike Pence vanta origini irlandesi.

San Patrizio non si arrende al Coronavirus: la parata si fa comunque, ma sui social!

Quest’anno purtroppo i festeggiamenti in giro per il mondo sono stati tutti annullati a causa del diffondersi del Coronavirus, ma nulla potrà spegnere lo spirito di questa festa

Per ovviare a questo problema, gli irlandesi si stanno organizzano per una “parata virtuale”, ognuno a casa propria, da condividere su Facebook, Instagram e Twitter con gli hashtag #StPatricksDayTogether e #virtualparade2020.

L’invito è prima di tutto per tutti coloro che erano già pronti con costumi, strumenti musicali e carri allegorici. Ma, come sempre, la sfilata è aperta a tutti e per partecipare a questa versione virtuale basterà vestirsi munirsi dei portafortuna tipici e contribuire con foto e video. Insomma, un tripudio di quadrifogli per un flashmob che durerà per l’intera giornata di oggi, per supportarsi in questo momento così difficile, essere vicini anche da lontani, augurandosi un futuro pieno di brindisi.

Nel giorno di San Patrizio, gli irlandesi indossano sempre qualcosa di verde: cravatte, guanti, calze, sciarpe, cappelli e maglioni, qualsiasi cosa, per celebrare il santo patrono. Nastri per capelli, trucchi e unghie verdi sono anche ben accetti.

Per chi vuole celebrare San Patrizio ai fornelli, dato che in questi giorni si ha più tempo per cucinare, oggi è l’occasione giusta per provare qualche ricetta 100% Irish come il soda bread, lo stufato di manzo alla birra o il pâté di salmone affumicato.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...