Pollak: Trump ha intrapreso un’azione decisiva con il divieto di 40 giorni di viaggiare in Cina prima della pandemia di CoronaVirus

Foto di Mike Theiler / UPI

Il Presidente Donald Trump ha annunciato una sospensione di 30 giorni del viaggio da e verso l’Europa, a seguito del divieto di gennaio di viaggiare da e verso la Cina.

Il Presidente Donald Trump ha dichiarato che gli Stati Uniti hanno raggiunto “enormi progressi” nei negoziati commerciali con la Cina, ma ha aggiunto che non c’erano piani per prorogare la scadenza tariffaria del 1 ° marzo, mentre la Cina cerca di organizzare un incontro con il presidente Xi Jinping.

Il Presidente Donald Trump ha annunciato una sospensione di 30 giorni dei viaggi da e verso l’Europa, a seguito del divieto di gennaio di viaggiare da e verso la Cina.

Da allora gli scienziati hanno elogiato il Presidente per le sue prime azioni, con il New England Journal of Medicine ha suggerito che “tali restrizioni potrebbero aver contribuito a rallentare la diffusione del virus”.

Il Presidente ha preso provvedimenti il ​​31 gennaio, 40 giorni prima che l’Organizzazione Mondiale della Sanità dichiarasse il Coronavirus una “pandemia”. A quel tempo, il Presidente Trump ha affrontato ampie critiche. Il capo dell’Organizzazione Mondiale della Sanità, Tedros Adhanom Ghebreyesus, aveva dichiarato il 3 febbraio che tali divieti “interferiscono inutilmente con i viaggi e gli scambi internazionali” e potrebbero danneggiare la cooperazione internazionale.

La rappresentante Ami Bera (D-CA), un medico che presiede la sottocommissione per gli Affari Esteri della Camera degli Stati Uniti su Asia e Pacifico, ha dichiarato che il divieto di viaggio “probabilmente non ha senso” e che gli Stati Uniti devono lavorare con la Cina.

Allo stesso modo, la scorsa settimana, il senatore Crazy Bernie aveva dichiarato a Fox News che non avrebbe chiuso i confini per fermare la diffusione del Coronavirus, affermando che la politica di Trump era guidata da un “sentimento xenofobo e anti-immigrazione”.

Anche alcuni critici accademici avevano esposto le loro critiche, sebbene ben intenzionate. “Dal punto di vista della salute pubblica, l’efficacia è limitata. E poi ci sono molte altre ragioni per cui possono effettivamente essere controproducenti”, aveva detto un esperto dell’Università del Maryland. Un ex funzionario del CDC, che aveva prestato servizio durante l’amministrazione Obama, ha affermato che “non vi è motivo di imporre oneri eccessivi alle persone in viaggio” a causa del Coronavirus.

Ma ci sono stati anche alcuni Democratici che hanno offerto un sostegno sorprendente a questo divieto. Il rappresentante Brad Sherman (D-CA), uno dei primi sostenitori dell’Impeachment del Presidente, ha elogiato l’amministrazione e criticato la Cina per essersi lamentata del divieto di viaggiare, dicendo che gli Stati Uniti stavano solo facendo ciò che la Cina stessa aveva fatto per rallentare la diffusione del virus al suo interno.

Qualunque altra critica potesse essere fatta al messaggio o alla politica dell’amministrazione, il divieto della Cina era la scelta giusta.

BreitbartNews.com

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...