Lotta all’immigrazione clandestina: Corte dà ragione a Trump nella battaglia contro le ‘Città Santuario’, affermando che l’Amministrazione può negare la concessione di fondi federali

Una corte d’appello federale ha consegnato mercoledì una grande vittoria all’amministrazione del presidente Donald Trump nella sua lotta contro le città, contee e Stati c.d. “Santuario”, dichiarando che il governo federale può negare la concessione di fondi agli Stati che rifiutano di cooperare con le autorità federali sull’immigrazione.

La Corte d’Appello del 2° Circuito di New York ha annullato una sentenza del tribunale inferiore che aveva sospeso la decisione del 2017 da parte dell’amministrazione di trattenere i fondi del Programma di sovvenzioni per l’assistenza alla giustizia in memoria di Edward Byrne, che dispensa oltre 250 milioni di dollari all’anno per azioni di giustizia penale locale e statale.

“La decisione odierna riconosce giustamente l’autorità legittima del procuratore generale per garantire che i beneficiari delle sovvenzioni del Dipartimento di Giustizia non stiano contemporaneamente contrastando le priorità delle forze dell’ordine federali”, ha detto un portavoce del DOJ in una nota. “Le condizioni di concessione dei fondi richiedono agli stati e alle città che li ricevono di condividere le informazioni sui criminali in custodia al DOJ. Il governo federale utilizza queste informazioni per far rispettare le leggi nazionali sull’immigrazione.”

“Tutti gli americani trarranno beneficio da una maggiore sicurezza pubblica in quanto questa amministrazione è in grado di attuare le sue politiche legali in materia di immigrazione e sicurezza pubblica”, ha affermato la nota.
L’ultima decisione è in conflitto con le sentenze di altre corti di appello in tutto il paese relative alle politiche del santuario, indicando che una decisione della Corte Suprema è in definitiva probabile.

La sentenza segna una vittoria chiave per l’Amministrazione nei suoi sforzi per reprimere l’uso continuato delle politiche “del santuario” che limitano la cooperazione delle forze dell’ordine locali con le autorità federali sull’immigrazione al fine di proteggere i criminali immigrati illegali dalla deportazione.

FoxNews.com

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...