John Bolton allontanato dalla Casa Bianca: il parere del Senatore Rand Paul

Il Senatore Repubblicano del Kentucky dice la sua sull’allontanamento dell’ormai ex Segretario per la Sicurezza, in disaccordo con il presidente Trump su molti punti della politica estera.

Il Segretario per la Sicurezza Nazionale John Bolton è stato rimosso o ha presentato le dimissioni. C’è discordanza anche su questo punto – ma trattasi di un dettaglio – per un personaggio non molto amato per i suoi modi inflessibili o, come direbbero i suoi detrattori, da “falco” e da neocon (utilizzando questo termine come se fosse sinonimo di “satanico”). La notizia comunque è che la Casa Bianca perde un personaggio dalle idee chiare, non propenso a compromessi verso i nemici dei valori americani, gli “stati canaglia” di cui non ci si può fidare come Iran, Venezuela e Corea del Nord (e come darli torto!).

La sua idea era quella di colpire i regimi, non di trattare. Anche nei confronti della Russia c’erano punti di vista opposti: mentre il Tycoon dichiarava il G8 con la Russia di nuovo al tavolo dei grandi della terra, Bolton era a Kiev per commemorare le vittime ucraine della guerra civile nella parte orientale del paese (Donbass e Crimea) un conflitto dimenticato dai media e dall’opinione pubblica.

Dopo Michael Flynn e Herbert McMaster ora è la volta di John Bolton. Quando non sei più funzionale al lavoro o a un cambiamento di scenario, sei fuori! E’ questa la visione del presidente Donald Trump, piaccia o no, come spiega nel suo best seller The Art of Deal. Mentre i molti detrattori sui quotidiani applaudono su questa scelta, è interessante il parere di un politico repubblicano che pensa con la sua testa , il Senatore Rand Paul (R-KY) che in un intervento sul canale dell’emittente Fox News “Your World” va al di là della retorica che abbiamo letto o sentito sull’ex ambasciatore alle Nazioni Unite:

Penso che la minaccia della guerra in tutto il mondo sia notevolmente diminuita con Bolton fuori dalla Casa Bianca. Penso che avesse un punto di vista ingenuo del mondo come rovesciare i regimi e istituire governi democratici e che in questo modo avremo reso un mondo perfetto e a nostra immagine. Francamente tutto ciò non funziona. C’è stata la possibilità di sbarazzarsi di uomini forti in Medio Oriente e sostituirli con il nulla o il caos. E’ stato il posto più ospitale per i campi di addestramento per i terroristi.

Penso che la sua idea e il modo di affrontare l’Iran o la Corea del Nord sia rovesciare il governo. Il presidente non vuole un regime change e vuole trovare una soluzione diplomatica su alcuni di questi conflitti. Penso che il Presidente meriti qualcuno che abbia la sua stessa visione per la Sicurezza Nazionale e che cerchi di promuovere la sua politica non di ostacolarla.

C’è da dire che il Sen. Rand Paul era contrario anche all’intervento in Venezuela, quando la crisi sembrava a un punto di non ritorno qualche mese fa. Che abbia ragione o no si tratta di un punto di vista da tenere conto. E in passato ha avuto critiche anche verso il presidente

Solo la storia dirà se questa scelta è stata buona o no, e anche in quel caso ci saranno pareri discordanti. Ma c’è da notare che gli elettori di Trump lo hanno votato e lo supportano proprio perché erano stanchi di guerre in posti lontani e di vedere soldati rientrare mutilati o dentro le casse avvolte nella Star Spangled Banner. A differenza di alcuni paesi europei, negli Stati Uniti il popolo conta ancora qualcosa.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...