Chris Cuomo della CNN minaccia di violenza un uomo dopo che lo ha chiamato “Fredo”: “F*cking ti butto giù per queste scale!” – Ecco come è iniziato il #FredoFreakOuts

Chris Cuomo come Fredo. Un video mostra Chris Cuomo della CNN che usa volgarità e minacce di violenza dopo che un uomo si riferiva a lui come “Fredo”. Ecco come è iniziato il #FredoFreakOuts

In un video, diventato virale, che sta girando in rete con l’hashtag #Fredo, mostra un furioso Chris Cuomo che viene quasi alle mani con un uomo che lo chiama come un personaggio de “Il Padrino”.

Fredo Corleone è – nella celebre serie cinematografica del regista Francis Ford Coppola – il fratello “debole” di Michael Corleone. Questa è l’avventura di cui è stato “vittima” l’anchorman della CNN e fratello del Governatore dello Stato di New York, Andrew Cuomo.

Quando si è sentito apostrofare come “Fredo” ha risposto:

No! Qualcuno che sta per essere preso a calci nel c**o mi chiama Fredo. Io sono Chris Cuomo della CNN. Fredo è un personaggio de Il Padrino. Il fratello debole…

Ha continuato, dicendo all’uomo che “Fredo” equivale alla “N-parola” per gli italiani.

L’uomo ha reagito all’esplosione di rabbia di Cuomo, osservando:

Sei un ragazzo molto più ragionevole di persona di quanto sembri essere in televisione

Se vuoi giocare, allora giochiamo

gli risponde Cuomo, lanciando una serie di insulti all’uomo e riferendosi a lui come una “cagna punk”.

Sai che il mio nome non è fottuto Fredo

Ti rovinerò il cu***o

Ti butto giù da queste scale come un fottuto punk

Il clima si è subito surriscaldato, tanto che alcuni hanno devuto separarli.

Il video era stato pubblicato per la prima volta da “That’s The Point with Brandon”.

Fonte: BreitbartNews.com

Ma proprio Chris Cuomo della CNN si era riferito a se stesso come “Fredo” in un’intervista radiofonica del 2010

In un’intervista del gennaio 2010 con Curtis Sliwa su AM 970, Chris Cuomo era stato interrogato sul fratello, il governatore newyorkese Andrew Cuomo, e sul suo ottimismo per la ricandidatura a governatore dello stato come democratico.

Nell’intervista, Sliwa aveva affermato di aver soprannominato la famiglia “La Cuomo nostra”.

C’è un gruppo di persone – dei politici – che dicono sempre che potrebbero correre, ma che non necessariamente potrebbe andare fino in fondo, e sono membri de “La Cuomo”

aveva affermato Sliwa.

“Chi sono io, Fredo?”

Aveva chiesto Cuomo in risposta a Sliwa.

Sì, esattamente

affermò Sliwa.

Quindi è meglio stare attenti che tuo fratello Andrew non ti baci su entrambe le guance e poi all’improvviso ti portino fuori in mezzo al lago e… dov’è Chris?

Ed ecco la risposta di Cuomo a Sliwa:

Mi bacia moltissimo perché è un grande fratello maggiore

Fonte: BreitbartNews.com

Le reazioni sono state rapide

Presumo che @CNN non sia disponibile per un commento. Immaginate la loro copertura di questa cosa se fossero una vera organizzazione di notizie?

ha twittato Donald Trump Jr.

Il tweet di Donald Trump Jr.

Quindi @ChrisCuomo dice che “Fredo” – un personaggio de Il Padrino – è lo stesso della N-word? Paragonare i due è la definizione stessa di white privilege e sminuisce le generazioni di odio che gli afroamericani hanno dovuto sopportare.

Commenta invece Steven Cheung, ex membro della campagna elettorale di Trump e Assistente speciale alla Casa Bianca del Presidente.

Vedi altre reazioni

La rete di cable news non ha risposto alla richiesta di commenti di Breitbart News, ma Matt Dornic della CNN ha risposto al video su Twitter e ha dichiarato che la rete supporta “completamente” Cuomo.

Il commento di Matt Dornic, CNN

Dornic se l’è presa anche con i fratelli Trump:

Parlando di fratelli stupidi

Il tweet-risposta di Donald Trump: “La verità fa male”

Dopo aver visto la clip, il Presidente Donald Trump ha commentato su Twitter e ha detto:

Pensavo anche io che Chris fosse Fredo. La verità fa male.

Il tweet-risposta al video su Chris Cuomo di Donald Trump

Cuomo ha anche affermato che “Fredo” equivale alla “N-word” per gli italiani…

In una dichiarazione, la CNN ha poi difeso le azioni di Cuomo e ha rafforzato l’affermazione dell’ancora secondo cui il piccolo soprannome è “un insulto etnico”. “Chris Cuomo si è difeso quando è stato attaccato verbalmente con l’uso di un insulto etnico in una situazione che era stata orchestrata. Lo supportiamo completamente”, ha affermato la rete.

Se certamente non deve fare piacere essere chiamato con il nome del fratello “scarso” di Mickey Corleone, non è assolutamente vero che il nomignolo “Fredo” sia la “N-word” per gli italiani (o italo americani) come dice Cuomo e fa intendere la CNN! La “N-word”è il termine che il politicmente corretto usa per non dire la parola “negro”. E non lo è sopratutto se Cris Cuomo stesso l’ha usata anche scerzosamente per auto-definirsi. Insomma si tratta di un personaggio di una serie di film, perdipiù cult ed un mito della cultura cinematografica! Chi potrebbe mai sentirsi realmente offeso per essere (o essersi) soprannominato con il nome di un personaggio del “Il Padrino”? Sono personaggi inventati! Gli italiani o gli italo-americani dovrebbero esserlo? Al pari della “N-word”? Impossibile, almeno, a noi non è mai capitato di sentirci offesi 8se ne conoscete qualcuno avvisateci!).

Allora c’entra la Mafia? La famiglia de “Il Padrino” è una famiglia di mafiosi italo-americani; dovremmo quindi noi tutti sentirci offesi per questo? Ma allora se il problema è Mafa = italiano, perchè lo stesso Chris Cuomo sembra più preoccupato di non passare come il “fratello debole” (come lui stesso lamenta nella sua invettiva contro l’uomo che l’ha apostrofato “Fredo”) piuttosto che per mafioso?

E perchè nell’intervista del 2010 non si è subito adirato con l’intervistatore per aver associato la sua familgia (i Cuomo) alla mafia (“Cuomo nostra” è una chiara allusione a “Cosa nostra”, la mafia siciliana) anche se l’intervistatore l’aveva fatto scherzosamente? Allora significa che “Fredo” non è assolutamente un “insulto etnico”, che colega gli italiani alla Mafia, come vuole dire la CNN! Che può certo dar fastidio, ma perchè il personaggio non è positivo, non è un “eroe” diremmo, ma non certo perchè sia al pari della “N-word”.

Se così non fosse dovremmo presumere che anche nell’intervista del 2010 lo stesso Chris Cuomo abbia rivolto un “insulto etnico” a sé stesso… e quindi dov’era tutta l’indignazione che si sta sollevando ora?

Dovremmo forse pensare che se una parola viene usata da un giornalista o da un intervistatore sia “lecita” mentre se viene usata da un comune mortale sia “un’arma”? Insomma, in ultima analisi, il “politicamente corretto” perchè vale sempre come “scudo” per i soliti noti?

Una reazione certo esagerata da parte di Chris Cuomo, che se magari poteva essere anche comprensibile sul momento e si sarebbe potuta chiudere subito con delle scuse reciproche, ma che si è trasformata in una “farsa” per come è stata poi gestita e portata avanti… sì, perchè la storia prosegue… continuate dunque a seguire questa Storia!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...