La rima della Storia

Recentemente, e come conseguenza delle continue notizie che arrivano da oltre oceano, ho avuto modo di riflettere nuovamente sulla libertà americana, e sui diritti che, in particolare la Costituzione, garantisce loro.

Riflessione sulla libertà americana, e sui diritti che, in particolare la Costituzione, garantisce loro: l’importanza di comprenderete le parole di Mark Twain quando disse che “la Storia non si ripete, ma fa rima con se stessa”.

In particolare un argomento che mi preme discutere oggi, e che mi è sempre stato caro, è quello riguardante il Secondo Emendamento, ossia il diritto di possedere e portare armi. Ho sempre lottato strenuamente per la tutela di questo diritto, garantito dal Bill of Rights, poiché ogni volta che succede una sparatoria torna di moda il dibattito sulle regolamentazioni alle armi, e ho come la sensazione che, nonostante le discussioni siano certamente giuste e necessarie, si tenda sempre di più a perdere di vista il punto focale dell’intero problema.

Perché è troppo facile incolpare un’arma per la morte di una persona, ma non incolpare la persona stessa che ha premuto il grilletto, o chi doveva muoversi in anticipo per evitare che quel grilletto venisse mai premuto. Mi sembra un problema basilare: evitare di affrontare con coraggio il problema alla radice, rimanendo invece ancorati a discussioni inefficaci e inefficienti.

Lasciatemi dunque esprimere, in poche parole, ma nel modo più chiaro possibile, il mio punto di vista sul problema.

Siete contrari al Secondo Emendamento, ma siete favorevoli al Primo. Siete contrari alla libera circolazione delle armi, ma siete favorevoli all’uso sconsiderato delle parole. Le stesse parole che violentano, separano – uccidono. Siete favorevoli a un governo centrale per ciò che non vi piace, ma pretendete di essere cittadini liberi (purché l’opinione altrui non discordi dalla vostra). Siete favorevoli alla distruzione della Storia, perché non è esattamente un romanzo rosa. Siete qui oggi a chiedere a gran voce un’America più europea, quando i Padri Fondatori nella Costituzione da loro firmata ci mettevano in guardia proprio da questo.

L’America non è perfetta. Ma lo è l’Italia? Lo sono l’Europa o il Mondo? La Costituzione americana è tanto complicata e controversa quanto semplice. Ma non è innocente, perché la libertà non è stata mai ottenuta con l’innocenza.

Oggi vi viene tolto il diritto di comprare un’arma; domani vi verrà tolto il vostro diritto di protestare contro un’ingiustizia; un po’ più in là vi verrà negato il diritto di esprimere la vostra opinione senza subire delle conseguenze; più tardi inizierete ad avere timore a lottare per ciò in cui credere; poi un giorno, una mattina qualunque, vi sveglierete stanchi nella mente e nel corpo, guarderete fuori dalla vostra finestra, crederete di essere liberi di poter scegliere per voi stessi, ma qualcuno l’avrà già fatto al posto vostro, ed è così che comprenderete le parole di Mark Twain, quando disse che “la Storia non si ripete, ma fa rima con se stessa”.

Ma a quel punto sarà di nuovo troppo tardi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...