Sul caso Baltimora interviene anche Ben Carson, Segretario della Casa e dello Sviluppo Urbano

Dopo le solite accuse di razzismo all’indirizzo di Donald Trump da parte dei Democratici, reo di aver svelato la situazione da favela di Baltimora (Maryland), scende ancora in campo, in sua difesa, il Segretario allo Sviluppo Urbano e della Casa, il repubblicano Ben Carson.

Elija Cummings (D-MD) aveva definito Trump “un brutale bullo” per come sta gestendo il problema dell’immigrazione beccandosi come risposta un tweet sulla situazione catastrofica della città dove è stato eletto.

L’ex neurochirurgo ha respinto ancora una volte le accuse di razzismo verso il presidente e ha aggiunto:

La prima cosa che dobbiamo fare è riconoscere che si tratta di un problema. Tutti lo devono riconoscere. Siamo arrivati, in questo paese, a una situazione tale che quando indichi i responsabili di un qualcosa che non funziona o sta andando male e a loro non piace, ti chiamano razzista.

In sintesi, non avendo argomenti in quanto colpevoli, attaccano con le calunnie. Di recente Ben Carson è stato a Baltimora per una visita e ha notato il degrado in cui i cittadini devono far fronte. Sui social durante la polemica tra il Presidente Trump, Cummings e i Democratici, venivano condivise le foto di grossi ratti morti o che circolavano liberamente nei quartieri, come sta succedendo nelle metropoli californiane. La differenza sta che in queste ultime va aggiunta la presenza di immigrati irregolari che dormono in strada tra cartoni o rifugi di fortuna.

Conclude Carson con la soluzione:

Le persone stanno soffrendo per quello squallore lì e le dobbiamo aiutare a ripulire Baltimora mentre aiutiamo anche i giovani ad acquisire le competenze professionali necessarie per poter salire la “scala sociale”.

Il degrado colpisce le zone più depresse, dove chi vive non ha la forza economica per risolvere i problemi, i servizi per i cittadini sono quasi assenti, come il lavoro, e il risultato è quello di Baltimora. Città in mano ai Democratici da decenni che, invece di fare un sano mea culpa e rendersi conto della situazione in cui vivono i loro cittadini, magari collaborando per migliorare la vita, attaccano Trump con argomenti totalmente fuori luogo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...