Il Caso delle scarpe Nike con la “Betsy Ross”: Nike costruirà comunque la fabbrica in Arizona, nonostante le controversie

Il governatore dello Stato, Doug Ducey, nega gli incentivi fiscali dopo lo stop alla vendita delle calzature ritenute offensive

Il Caso delle scarpe della Nike con la “Betsy Ross”: Nike costruirà comunque la fabbrica in Arizona, nonostante le controversie

Leggi anche: Ignoranza senza fine! La verita’ sulla Bandiera “Betsy Ross” e lo Scivolone della Nike

Nike costruirà la fabbrica che aveva promesso in Arizona, con cui creerà 500 posti di lavoro a tempo pieno e investimenti per almeno 184 milioni di dollari. Questo nonostante la minaccia del governatore dello stato di cancellare gli incentivi fiscali, pari a 1 miliardo di dollari. 

Le tensioni tra il colosso americano dell’abbigliamento sportivo e il governatore Doug Ducey erano sorte dopo la decisione della Nike di ritirare dal mercato, ancora prima della loro commercializzazione, un paio di scarpe ideate in occasione del Giorno dell’indipendenza americana.

Le calzature, dedicate al 4 luglio, raffiguravano la c.d. bandiera “Betsy Ross”. Ma questa scelta era stata giudicata offensiva dall’ex stella della NFL, l’attivista Colin Kaepernick. 

Il campione di football – scelto dalla Nike come testimonial della campagna “Just Do It” e che nel 2016 avviò la pratica, criticata da Donald Trump, di inginocchiarsi sul campo di gioco durante l’inno nazionale, per protesta contro la violenza della polizia sugli afroamericani – aveva detto a Nike che non avrebbe dovuto vendere quelle scarpe perché considerate da lui “offensive”. Il motivo? La bandiera in questione era usata durante il periodo della schiavitù dei neri. 

Il governatore Doug Ducey dà il benvenuto alla Nike

Il governatore dell’Arizona Doug Ducey

Cancellando la vendita delle scarpe controverse, il governatore dell’Arizona aveva accusato Nike di piegarsi “al politicamente corretto e al revisionismo storico”.

Nonostante le sue precedenti critiche, Ducey ha dato comunque il benvenuto alla Nike in Arizona.

Questa è una buona notizia per l’Arizona e per @GoodyearAZGov

ha scritto su Twitter.

Oltre 500 posti di lavoro. Oltre $ 184 milioni in investimenti di capitale. L’Arizona è aperta agli affari e diamo il benvenuto a @Nike nel nostro Stato.

Il governatore non ha specificato se sbloccherà comunque gli incentivi fiscali statali per la Nike (sembra per ora di no).

La Nike riceverà però comunque più di $ 2 milioni in agevolazioni fiscali dalla città di Goodyear, dove Nike inizierà a lavorare sulla struttura entro la fine dell’anno e comincerà a produrre suole per scarpe entro il 2020. Sarà il terzo centro di produzione statunitense per Nike Air. La società, con sede a Beaverton, Oregon, ha recentemente ampliato gli impianti nel suo stato di origine e nel Missouri.

CNBC.com

Perchè la Nike ha deciso di rimanere in Arizona?

I media non specificano per quale motivo la Nike abbia deciso di non spostare lo stabilimento e preseguire nell’investimento. Noi, propendiamo per questa ipotesi. Oltre al finanziamento a livello locale della città di Goodyear (lo Stato dell’Arizona, pare, non metterà a disposizione un dollaro per gli incetivi fiscali) c’è da segnalare l’estrema competitività dell’Arizona repubblicana, amica della libertà d’impresa, e quindi, è naturale che l’ottimo tessuto normativo e fiscale di questo Stato incentivi già di per sé aziende, come la Nike, ad investire ed impiantare i propri stabilimenti qui, anche senza incentivi fiscali ulteriori. E questo per merito dell’azione del Governatore Doug Ducey!

Ricordiamo che l’Arizona sta godendo di una straordinaria crescita economica. Secondo le stime di Forbesda qui al 2022 – con un tasso di crescita medio del 2,5% – l’economia dello Stato dovrebbe essere la terza più velocee importante tra quelle di tutti Stati americani e questo dovrebbe avere come conseguenza una altrettanto rapida e ampia crescita della popolazione.

Leggi anche: Doug Ducey – Governatore dell’Arizona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...