Gli Stati Uniti inviano truppe in Arabia Saudita

Secondo quanto confermato da Riyad, Re Salman avrebbe chiesto agli Stati Uniti di inviare truppe in Arabia Saudita. Secondo quanto riportato dalla BBC, Washington sarebbe pronta a schierare batterie missilistiche di difesa aerea Patriot con 500 soldati alla base, inoltre si parla di uno squadrone di caccia stealth F-22 pronti a partire alla volta di Riyad. La notizia è stata confermata dal Pentagono affermando che lo scopo di questa mossa è quello di “rafforzare la sicurezza e la stabilità regionale“. “Questo movimento di forze fornisce un ulteriore deterrente e garantisce la nostra capacità di difendere le nostre forze e gli interessi nella regione da minacce emergenti e credibili” ha dichiarato il Comando centrale degli Stati Uniti.

Gli Stati Uniti hanno inviato soldati in Arabia Saudita, per la prima volta, nel 1991 quando ebbe inizio l’operazione Desert Storm, in seguito all’invasione del Kuwait da parte dell’Iraq di Saddam Hussein. Le truppe hanno lasciato il paese nel 2003, quando l’allora Segretario della Difesa Donald Rumsfeld ne ordinò il ritiro.

Questa mossa è dovuta all’intensificarsi delle tensioni tra Stati Uniti ed Iran.

Il mese scorso un drone di sorveglianza statunitense è stato abbattuto da Teheran, sullo Stretto di Hormuz, con l’accusa di aver violato lo spazio aereo iraniano. Washington ha ribattuto che il drone si trovava su acque internazionali.

Domenica scorsa il Corpo delle guardie della rivoluzione islamica, precedentemente definito dal presidente Donald Trump come un’organizzazione terroristica, ha sequestrato una petroliera panamense e preso in ostaggio i 12 membri dell’equipaggio accusandola di aver contrabbandato carburante. Immediata la reazione degli Stati Uniti che ha richiesto il rilascio della petroliera e degli ostaggi.

Lo scorso Giovedì Donald Trump ha dichiarato che una nave da guerra statunitense ha distrutto un drone iraniano che si era avvicinato troppo. Teheran ha negato di aver perso un drone.

Gli Stati Uniti hanno, inoltre, accusato l’Iran degli attacchi avvenuti, tra Maggio e Giugno, contro le petroliere nel Golfo di Oman, accusa che è stata negata.

Le tensioni tra i due paesi si sono intensificate in seguito al sequestro nel Golfo, da parte delle forze iraniane, della petroliera britannica Stena Impero, con l’accusa di aver violato i regolamenti.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...