I raid contro l’immigrazione illegale sono iniziati!

I raid dell’ICE contro l’immigrazione illegale hanno avuto inizio!

L’articolo di Fox News di domenica 14 luglio, ha documentato bene cosa sta avvenendo in questo momento negli Stati Uniti.

Un operazione nazionale per arrestare migliaia di immigranti illegali in tutto il paese è iniziata sabato 13 luglio nelle più grandi città della nazione e in molti altri posti, secondo quanto riferito da un funzionario dell’Homeland Security a Fox News.

L’Immigration and Customs Enforcement (ICE) ha ripreso il piano, precedentemente annunciato, di arrestare migliaia di immigrati illegali a cui era stato dato l’ordine di lasciare il paese, prendendo di mira quelli presenti in almeno 10 città. Le incursioni dell’ICE sono iniziate sabato sul tardi e nelle prime ore del mattino di domenica 14 luglio.

In un’intervista esclusiva su ” FOX & friends “, il direttore ad interim dell’ICE Matt Albence ha dichiarato che non era in grado di parlare specificamente dell’operazione e che la preoccupazione generale quando l’agenzia conduce qualsiasi tipo di operazione è “la sicurezza dei nostri agenti impegnati come quella del pubblico“.

Stiamo facendo azioni di contrasto mirate contro persone specifiche che sono state giudicate dal tribunale per l’immigrazione e che per le quali è stata disposta la deportazione da un giudice dell’immigrazione“, ha detto Albence a Griff Jenkins di Fox News . “Stiamo semplicemente eseguendo gli ordini che un giudice ha emesso legalmente“.

Albence, ha riferito che usare il termine raid rende a tutti “un disservizio“, ha aggiunto che l’agenzia si concentra su quegli immigrati illegali che hanno avuto l’opportunità di presentare una richiesta di asilo davanti a un giudice dell’immigrazione e che infine hanno scelto di non farlo oppure non si sono presentate per la loro prima udienza.

Il direttore ad interim ha aggiunto che l’ICE ha dato a queste persone, l’opportunità a febbraio 2019 di organizzare la deportazione con un processo ordinato dal paese, ma solo il 3% delle persone ha risposto alle lettere inviate.

A questo punto, non abbiamo altra scelta che uscire ed eseguire quegli ordini di rimozione emessi legalmente da un giudice dell’immigrazione“, ha detto a “FOX e Friends”.

Oltre all’operazione in corso, l’ICE ha anche pubblicato un rapporto domenica che intende  illustrare la necessità di deportare coloro che hanno commesso crimini (in riferimento all’uso, da parte delle forze locali delle città santuario, di rilasciare gli immigrati illegali, prima dell’arrivo dell’ICE).

Il primo di questi rapporti trimestrali “Rapporti sulla detenzione rifiutata” descrive gli episodi del secondo trimestre dell’anno fiscale 2018, in cui le forze dell’ordine locali hanno arrestato immigrati privi di documenti e ignorato le richieste dell’ICE di trattenerli fino a quando le autorità federali non sarebbero stati in grado di prelevarle e successivamente questi immigrati sono stati arrestati con nuove accuse. Il rapporto presenta casi diversi, compresi quelli in cui gli arresti erano per stupro, omicidio, aggressione, furto con scasso, furto d’auto, possesso di droga e DUI.

Tra i casi descritti nel rapporto, vi sono tre immigrati che sono stati catturati dall’ICE e deportati dagli Stati Uniti, uno che si ritiene sia in custodia delle forze dell’ordine locali mentre l’ICE attende di intervenire e 12 che si ritiene che si trovino ancora in libertà.

In uno di questi casi, l’ICE ha affermato che un immigrato clandestino è stato arrestato e rilasciato 10 volte dalla polizia di San Francisco tra il febbraio 2018 e il gennaio 2019, nonostante l’ICE abbia emesso un mandato di cattura. Ciascuno di questi arresti includeva accuse per furto con scasso in appartamento o furto di auto.

I raid erano attesi all’inizio di domenica, ma il sindaco di New York, Bill de Blasio ha riferito sabato 13 luglio su Twitter che gli agenti dell’ICE avevano già iniziato a New York. De Blasio ha detto che le incursioni a New York City si sono svolte in alcune parti di Brooklyn e Manhattan.

Nei Tweet che seguono, si può notare come le autorità della città santuario di New York City, cerchino di tutelare in qualsiasi modo gli immigrati illegali e di contrastare le attività federali di contrasto all’immigrazione illegale, che avvengono per far rispettare la Legge.

Gli avvocati stanno istruendo gli immigrati illegali sui loro diritti, comprese le istruzioni di non rispondere se gli agenti bussano alla porta a meno che non venga mostrato un mandato firmato da un giudice. Il sindaco democratico ha dichiarato che la sua città non collaborerà con l’ICE.

Mark Morgan , in qualità di commissario ad interim per  la Customs and Border Protection, ha detto domenica a ” FOX & friends ” che i raid riguardavano “l’applicazione e il mantenimento dell’integrità del sistema“.

Questo riguarda lo stato di diritto”, ha detto Morgan. ” ………………. ci sono conseguenze per coloro che rimangono qui illegalmente. Ecco di cosa si tratta oggi.

Venerdì, Albence ha detto che gli obiettivi erano su un “elenco prioritario” di casi giudiziari dell’immigrazione, prevalentemente di immigrati centro-americani che sono recentemente arrivati ​​al confine degli Stati Uniti in numeri senza precedenti. Operazioni simili si sono verificate nel 2016 sotto il presidente Obama e nel 2017 sotto la presidenza Trump.

L’operazione riguarderà le persone con ordini di espulsione finali sui 10 principali tribunali, tra cui Chicago, Los Angeles, New York e Miami. Albence ha dichiarato che non significa che gli arresti saranno limitati a determinate aree. Le autorità andranno dove li condurranno le loro indagini, anche se si tratta di cinque stati lontani da dove è stata presentata la causa.

Trump ha detto che le autorità si focalizzeranno sui criminali prima di fare qualsiasi altra cosa”.

“Comincia domenica e tireranno fuori la gente e li riporteranno nei loro paesi o li metteranno in prigione o nelle prigioni dei loro paesi”, ha dichiarato il Presidente.

L’operazione dell’era di Obama nel 2016 ha comportato l’arresto di circa il 10 percento di coloro che sono stati oggetto di arresto (ma lì nessuno ha protestato!), e lo sforzo del 2017 ha avuto un tasso di arresto più basso, secondo Albence.

Altre operazioni che hanno preso di mira persone con accuse criminali hanno prodotto tassi di arresti di circa il 30%, aiutati dall’accesso ai database delle forze dell’ordine.

I funzionari dell’amministrazione hanno dichiarato che stanno prendendo di mira circa 2000 persone, il che produrrebbe circa 200 arresti basati sulle precedenti repressioni.

Trump ha detto su Twitter che i suoi agenti hanno in programma nel tempo di arrestare milioni di immigrati illegali nel paese.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...