L’ICE pronta a dare il via alle espulsioni di massa degli immigrati clandestini! Braccio di ferro Trump-democratici

I nodi cominciano a venire al pettine… ecco la situazione

La crisi al confine meridionale, con un aumento vertiginoso degli attraversanti illegali al confine da parte degli immigrati clandestini, l’inazione del Congresso per una riforma della normativa sul diritto d’asilo e sull’immigrazione illegale e la mancata adozione di misure per fermare il flusso di illegali nel Paese, aveva portato il Presidente Trump a intraprendere le seguenti mosse:

  1. Dichiarare l’Emergenza Nazionale per la costruzione del Muro;
  2. Minacciare l’imposizione di nuovi Dazi commerciali al Messico per costringere, quest’ultimo, a cambiare politica in campo migratorio e ad impedire ai clandestini, in transito nel paese centramericano, di arrivare fino alla frontiera americana.

Ora, è arrivato il momento delle deportazioni di massa da parte dell’ICE, come riferito da Fox News.

Le proteste delle “Sanctuary cities” e dei governatori Democratici, sono state da subito consistenti, rivelando (come se ce ne fosse ancora bisogno) che i democratici sono no-borders e pro-clandestini – mettendo così i diritti dei cittadini-contribuenti in secondo piano – contro la legalità (un’immigrato illegale non può avere gli stessi diritti dei cittadini ma nessun corrispettivo dovere) e contro il diritto dei cittadini ad un’immigrazione controllata e sicura.

Agenti dell’ICE, l’agenzia federale che si occupa del controllo delle frontiere e dell’immigrazione

Le mosse del Presidente

Il presidente Trump, sabato 22 giugno, ha avvertito che gli immigrati clandestini che verranno arrestati nella prossina retata dell’Immigration and Customs Enforcement (ICE)

… hanno infranto la legge

e saranno contestualmente deportati, anche se i politici democratici locali hanno già promesso che si opporranno all’operazione.

Trump ha twittato…

Alle persone che l’ICE arresterà, era già stato disposto l’espulsione. Ciò significa che sono dei fuorilegge e che sono scappati dai tribunali. Queste sono persone che dovrebbero tornare nel loro paese d’origine. Hanno infranto la legge entrando nel paese, e ora rimanendo.

Donald J. Trump @realDonaldTrump

Quando le persone arrivano nel nostro Paese illegalmente, saranno DEPORTATE!

Donald J. Trump @realDonaldTrump

Fuori dalla Casa Bianca, sabato, Trump ha dichiarato che…

Tutti coloro che sono entrati nel Paese illegalmente saranno portati fuori dal Paese molto legalmente

Il Washington Post ha riferito che l’ICE prevede di deportare 2.000 famiglie in 10 città, tra cui Chicago, New York, Houston e Los Angeles.

Trump aveva annunciato, il 17 giugno, che l’ICE

inizierà il processo di rimozione di milioni di stranieri clandestini che hanno illecitamente trovato il modo di entrare negli Stati Uniti.

Donald J. Trump @realDonaldTrump

L’ICE ha dichiarato con un comunicato che

a causa delle sensibilità delle forze dell’ordine e per la sicurezza e protezione del personale dell’U.S. Immigration and Customs Enforcement (ICE), l’agenzia non offrirà dettagli specifici relativi alle operazioni.

Tuttavia, l’ICE darà la priorità all’arresto e alla deportazione di quegli immigranti illegali…

che rappresentano una minaccia per la sicurezza nazionale, la sicurezza pubblica e la sicurezza delle frontiere.

In effetti, il 90% degli immigrati illegali arrestati, come citato dalla sezione dell’ICE “Enforcement and Removal Operations” nell’esercizio 2016, riportano:

  • una condanna penale
  • un’accusa penale pendente
  • erano fuggitivi già ricercati dall’ICE
  • sono rientrati illegalmente nel paese dopo essere stati precedentemente espulsi

Il Miami Herald ha riferito che tra i primi ad essere presi di mira saranno:

  • i minori che sono entrati negli Stati Uniti senza i loro genitori e hanno già compiuto 18 anni
  • persone che sono state espulse in absentia
  • persone che non si sono presentate a un’udienza giudiziaria e che non hanno risposto alle lettere inviate alle loro case dal Dipartimento di Giustizia.

The Post ha riferito che l’ICE ha preparato agenti e attrezzature per l’operazione, che sarebbe dovuta iniziare domenica 23 giugno, e che si stima debba durare per diversi giorni.

Agente dell’ICE ispezionano un volo commerciale

L’opposizione di sindaci e governatori democratici

Ma è probabile che l’ICE incontri una significativa opposizione da parte dei funzionari e dei politici locali democratici. I democratici non sono affatto nuovi a queste uscite. Richieste per abolire l’ICE sono già state prese in considerazione o addirittura proposte da molti esponenti del partito democratico (tra cui, la nota rappresentante Alexandria Ocasio-Cortez).

Il nuovo sindaco di Chicago, Lori Lightfoot, ha dichiarato che la città ha adottato misure per sostenere le famiglie di immigrati e che gli agenti dell’ICE non riceveranno assistenza dalla città.

Ho ribadito che il Chicago Police Department (CPD) non collaborerà o faciliterà le operazioni dell’ICE”. “Ho ordinato e il sovrintendente Eddie Johnson ha confermato, che il CPD ha chiuso l’accesso all’ICE ai database del CPD relativi alle attività federali di controllo dell’immigrazione.

Nel frattempo, a Washington D.C., il sindaco Muriel Bowser ha detto che la sua città

rimane orgogliosamente una città-santuario, e ci impegniamo a proteggere i diritti di tutte le nostre famiglie immigrate di fronte a queste minacce inquietanti.

Le retate precedenti hanno visto un’opposizione significativa della California, e anche le prossime retate andranno incontro ad una resistenza simile da parte dei funzionari del “blue state”. Il Governatore Gavin Newsom ha definito le deportazioni imminenti “crudeli”.

Voglio che i californiani sappiano di avere diritti e protezioni legali, indipendentemente dal loro status di immigrati.

ha affermato

La California è un luogo di rifugio, che comprende le nostre scuole, i nostri tribunali, i nostri ospedali e cliniche, riteniamo sacre alcune istituzioni e le persone dovrebbero continuare ad accedere ai programmi e ai servizi di cui hanno bisogno.

Anche il sindaco di Los Angeles, Eric Garcetti, ha dichiarato che la sua città e le forze dell’ordine locali non parteciperanno all’operazione.

Los Angeles starà sempre con i nostri fratelli e sorelle immigrati, e le nostre forze dell’ordine non parteciperanno mai a queste azioni. Nessun Angeleno dovrebbe mai temere di essere rapito dalla propria casa o separato dai propri cari e stiamo facendo tutto il possibile per fornire alle famiglie immigrate le informazioni e il supporto di cui hanno bisogno.

La risposta di Trump e i nuovi finanziamenti per affrontare l’emergenza umanitaria

Trump ha respinto le critiche e l’opposizione all’imminente operazione, dicendo che provenivano per lo più da città “ad alto crimine”.

Beh, alcune città si opporranno, ma se notate, sono in genere città ad alta criminalità come Chicago. Molte di queste città sono città criminali e sono città-santuario.

Ma il Presidente, sabato, ha ordinato all’ICE di attendere altre 2 settimane, in modo da permettere ai democratici e ai repubblicani di trovare un accordo sul diritto di asilo e sul problema alla frontiera meridionale. La richiesta di ritardare le operazioni è arrivata dai democratici. In caso di mancato accordo, scatteranno le espulsioni.

Fox News ha riferito che il tweet è arrivato dopo che la Speaker della Camera Nancy Pelosi (D) ha chiamato Trump venerdì 21 giugno e lo ha invitato a interrompere le retate.

Non è stato immediatamente chiaro però quale forma avrebbero preso i negoziati, ma il rinvio si è verificato in mezzo all’escalation della crisi al confine, con oltre 140.000 migranti che hanno tentato di attraversare la frontiera a maggio.

La commissione per gli stanziamenti del Senato, la settimana scorsa, ha infine approvato la richiesta di finanziamento di Trump da 4,6 miliardi di dollari per affrontare la crisi umanitaria, ma solo dopo l’inclusione di una clausola che impedisce ai fondi di essere deviati per la costruzione del Muro alla frontiera, e dopo che i repubblicani hanno ritirato una richiesta per il finanziamento di ulteriori centri di detenzione.

to be continued…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...