Donald Trump incontra la premier britannica dimissionaria Theresa May

Il presidente Usa a Downing Street per la parte politica della sua visita di Stato nel Regno Unito. Fra i temi, la Brexit e il caso Huawei-5G. Secondo la BBC, i due hanno avuto colloqui “sostanziali”.

Gli Usa sono pronti a chiudere “un accordo commerciale molto, molto sostanziale” con il Regno Unito dopo la Brexit. Lo ha detto Donald Trump prima del vertice con la premier Theresa May, durante una tavola rotonda con esponenti del business a cui erano presenti la stessa premier e vari ministri e consiglieri economici.

E’ qualcosa che voglio fare e che la mia gente vuole fare…

ha insistito il Presidente. Poi si è rivolto – scherzosamente – alla May quasi ad indurla a ripensare alle sue dimissioni:

Non mollare, facciamo questo accordo.

Il colloquio è avvenuto a Downing Street, la residenza dei primi ministri del governo britannico. Le dimissioni della May saranno effettive a partire da venerdì 7 giugno.

Un’Alleanza speciale destinata a durare

“Celebriamo i 75 anni del D-day” come simbolo della “special relationship fra Usa e Regno Unito” e di “un’alleanza destinata a durare”. Così ha detto Theresa May nella conferenza stampa con Donald Trump. Tracciando una sorta di “bilancio finale” dei suoi 3 anni da premier, la dimissionaria May ricorda il sostegno del Presidente americano dopo gli attacchi “al nervino” della Russia a Salisbury e contro l’uso di armi chimiche in Siria, ma anche alcune differenze che hanno avuto ma di cui hanno sempre parlato apertamente.

Il caso Brexit

Al centro dell’incontro, tra i vari argomenti, la questione Brexit. Non è un mistero, infatti, che Trump giudichi fallimentare il modo in cui la May abbia gestito le trattative con l’Unione Europea.

La May resta dell’idea che una Brexit con accordo sia la scelta migliore nell’interesse nazionale britannico, così ha detto rispondendo ad un giornalista che le chiedeva se un No Deal non fosse a questo punto inevitabile; il giornalista ha anche ricordato i suggerimenti e le critiche del Presidente Trump su questo punto.

Io avrei fatto causa all’UE.

ha ribadito provocatoriamente Trump da parte sua, evitando tuttavia nuove polemiche con una battuta:

Forse lei è una negoziatrice migliore di me!

A questo proposito Trump prevede che un accordo sulla Brexit venga raggiunto nel Regno Unito.

Direi che accadrà e che sarebbe il caso che accada […] sarebbe una cosa buona per il Paese.

Nella Visita precedente…

Già nel 2018, quando la May si recò in visita a Washington, la premier britannica confidò ai giornalisti che Trump le consigliò di fare causa all’UE.

Successivamente, il presidente Usa rincarò la dose dichiarando:

Abbiamo diversi nemici. Ritengo che l’Unione Europea sia un nemico per quello che fa agli USA nel commercio. Non lo penseresti dell’UE, ma è un nemico.

Boris Johnson e Nigel Farage

Già dalla vigilia del viaggio nel Regno Unito, Trump aveva fatto sapere che vedrebbe bene Boris Johnson come premier e che affiderebbe le trattative con la UE a Nigel Farage.

E noto a tutti come l’inquilino della Casa Bianca, comunque, smania per vedere il Regno Unito fuori dall’UE al più presto per poter stringere così accordi commerciali subito dopo la Brexit.

Tuttavia, il conservatore britannico Boris Johnson non vedrà Donald Trump in questi giorni a Londra, nonostante la proposta da parte di quest’ultimo per un incontro faccia a faccia. L’ex ministro degli Esteri britannico e il presidente degli Stati Uniti, però, hanno avuto una “amichevole” conversazione telefonica, su iniziativa di quest’ultimo. 

Trump ha chiamato Boris e ha offerto un incontro a due

ha fatto sapere una fonte vicina a Johnson…

Boris ha ringraziato ma ha declinato l’invito perché deve concentrarsi su un coincidente evento elettorale, e il presidente ha compreso.

Ma non solo Boris Johnson e Nigel Farage sotto la lente d’ingrandimento di Trump. Il Presidente intende infatti incontrare faccia a faccia il ministro dell’Ambiente britannico, Michael Gove. Un’indicazione che sembra evidenziare il credito attribuito a Washington alle chance di Gove – un brexiteer pragmatico – fra i 12 candidati rimasti in corsa nella partita per la successione a Theresa May come leader Tory e come primo ministro.

Un accordo commerciale fenomenale

Il Presidente Trump aveva confermato la volontà di chiudere un accordo il prima possibile con il seguente tweet:

Un grande accordo commerciale è possibile una volta che la Gran Bretagna si libererà dalle catene. Abbiamo già cominciato a parlare. Donald J. Trump @realDonaldTrump

Trump in conferenza stampa ha confermato che gli USA sono impegnati per un “accordo commerciale fenomenale” con il Regno Unito dopo la Brexit.

Fiducia in un accordo con Londra su Huawei

Tra  Stati Uniti e Regno Unito “ci sarà un accordo con Huawei”,  motivo per cui Washington non sarà costretta a limitare la  condivisione di intelligence con Londra.

Il dono di Theresa May…

Molto atteso il regalo della May: una preziosa copia della Carta Atlantica, che l’allora premier britannico, Wiston Churchill, il 14 agosto 1941, aveva firmato con il presidente americano Franklin D. Roosevelet. Questi sono infatti i giorni del 75° anniversario del D-Day, lo sbarco degli alleati in Normandia per liberare l’Europa dai regimi nazi-fascisti. La Carta Atlantica è un pilastro dell’Occidente post Seconda Guerra Mondiale, è il documento che ha posto le basi per l’ONU e della cooperazione mondiale.

Manifestazioni di Protesta

Manifestazioni di protesta si sono tenute in diverse città del Paese, e una dimostrazione si terrà a Londra a Trafalgar Square. In piazza ci sarà pure il leader laburista Jeremy Corbyn.

Trump ha detto di Jeremy Corbyn:

Voleva incontrarmi, ma ho deciso di declinare

definendo il leader laburista una “forza negativa” al pari del sindaco di Londra, Sadiq Khan.

E sulle manifestazioni contro di lui, Trump ha fatto sapere che ci sono solo “Fake News”

C’erano migliaia di persone a mio sostegno ieri e anche oggi.

(per le strade)… ha detto il Presidente, rispondendo alle domande sulle proteste per la sua visita in città. Trump ha detto di non aver visto nessun manifestante ieri e solo un piccolo gruppo oggi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...