Il presidente della Commissione per la sorveglianza e la riforma della Camera, Elijah Cummings (D), nell’Occhio del Ciclone per le Tasse

Nei circoli dei conservatori americani si usa dire: “se i democratici non avessero doppi standard, non avrebbero nessuno standard.”

Questa volta e’ Elijah Cummings (D), deputato del Maryland e presidente della Commissione per la sorveglianza e la riforma della Camera dei Rappresentanti, a tradire le morali tanto spinte dagli “Asinelli”. Il rappresentante del Maryland è sempre stato in prima linea quando c’era da richiedere a gran voce la dichiarazione dei redditi del Presidente Trump.

Sfortunatamente, non riesce ad essere così onesto da rendere pubblica la sua di dichiarazione dei redditi, ora che e’ sotto investigazione da parte del Internal Revenue Service o IRS (l’Agenzia delle Entrate Americana) per un apparente violazione del codice.

L’IRS è stata chiamata ad indagare su ingenti donazioni ricevute dalla no-profit della moglie del rappresentante. Le donazioni sarebbero state fatte da multinazionali come Google e J.P. Morgan dal 2013 ad oggi – il totale donato ammonterebbe a oltre 6 milioni di dollari.

Fonte