La disinformazione si sta diffondendo sul divieto di aborto in Alabama. Ecco cosa è reale e cosa è falso.

L’Alabama ha approvato la più severa legge sull’aborto negli Stati Uniti, vietando tutti gli aborti tranne nei casi in cui la salute della donna è a “serio” rischio. Anche Georgia, Ohio e Missouri hanno approvato leggi restrittive sull’aborto. Tuttavia, nessuna di queste leggi è ancora entrata in vigore.

Informazioni false e fuorvianti sull’accesso all’aborto hanno iniziato a circolare immediatamente, alcune delle quali causate da un’interpretazione errata del disegno di legge. Altre affermazioni false sono simili a quelle che i ricercatori hanno documentato in passato.

Leggi anche La nuova Legge per l’Aborto della Georgia: Analisi delle principali “Fake News”

Leggi anche L’Alabama Human Life Protection Act: la contro-legge che bilancia quella radicale abortista fatta dallo Stato di New York

NonNecke ha recentemente pubblicato una ricerca sulla propaganda Pro-choice, che ha trovato vecchie storie sfatate che però girano ancora online e su account bot di messaggistica.

L’intenzione della disinformazione, secondo Nonnecke, è spesso quella di aumentare la divisione su una questione già politicamente calda.

Penso che stia facendo esattamente quello che sta cercando di fare, allargando la voragine di entrambe le parti del dibattito.

ha detto Nonnecke

1. No, l’aborto non diventa illegale non appena il disegno di legge è promulgato.

Un messaggio virale che pretende di dare alle donne istruzioni e suggerimenti su come ottenere un aborto al di fuori dallo stato, ma ciò implicherebbe che il divieto sia già in vigore. Tuttavia, gli aborti non sono ancora stati banditi in Alabama.

I gruppi per i diritti all’aborto stanno anche programmando di citare in giudizio gli stati con divieti di aborto, che saranno probabilmente bloccati in tribunale, come lo sono stati quando in passato erano stati approvati provvedimenti simili. Non entreranno in vigore a meno che non raggiungano la Corte Suprema e, di conseguenza, Roe v. Wade venisse rovesciata – un processo che richiederà probabilmente almeno un anno.

Le istruzioni, che scoraggiano le donne che vogliono abortire dal parlare con qualcuno – persino l’utilizzo del telefono – non sono la giusta linea di condotta anche secondo Planned Parenthood.

Dicendo alle donne di tacere, le istruzioni implicano anche che le donne potrebbero essere perseguite o che lo stato potrebbe perseguitarle per aver cercato o praticato un aborto. Non è vero. La legge dell’Alabama punisce i medici per aver praticato un aborto: in nessun caso le donne.

2. Sì, le donne possono ancora abortire e quelle che hanno appuntamenti possono ancora proseguire la procedura.

Sia le leggi approvate sia i medici abortisti hanno confermato che le donne potranno continuare con le procedure che hanno messo in atto.

3. No, le donne in Alabama non andranno in prigione se abortiscono.

Alcune persone online stanno speculando sul fatto che le donne andranno in prigione se abortiscono. Questo è falso. La legge dell’Alabama specifica che le donne che ricevono un aborto non saranno ritenute responsabili per questo.

“Questo disegno di legge sancisce che una donna che riceve un aborto non sarà ritenuta colpevole penalmente o civilmente responsabile per aver praticato l’aborto”, afferma la legislazione.

4. Sì, i dottori in Alabama potrebbero essere imprigionati per aver compiuto un aborto, ma dopo l’entrata in vigore della legge.

Sebbene le donne non siano ritenute in nessun caso responsabili per la pratica abortiva, i medici saranno ritenuti penalmente responsabili per averne eseguito uno.

Il disegno di legge criminalizza i medici. Non colpisce le donne

Secondo il disegno di legge, i medici potrebbero essere accusati di un crimine di classe A, che comporta una pena tra 10 e 99 anni di carcere, per aver compiuto un aborto. Il tentativo di effettuare un aborto, invece, si scontra con un crimine di classe B.

5. No, il disegno di legge non criminalizza in modo esplicito gli aborti.

Luttrell di Planned Parenthood ha affermato che criminalizzare gli aborti non è lo scopo esplicito del disegno di legge. Sottolinea che la legge non è ancora in vigore e, poiché è stata impugnata presso le corti di giustizia, potrebbe non diventarlo mai. Se lo diventerà, è difficile sapere in che modo la questione degli aborti sarebbe interpretata dai giudici.

Non possiamo davvero iniziare a ipotizzare cosa potrebbe accadere

ha detto.

Luttrell ha anche sottolineato che, poiché la legge non è ancora attiva, le donne dovrebbero sentirsi sicure di andare dal loro medico o dall’ospedale se sentono che qualcosa non va bene.

6. Sì, il “piano B” è ancora disponibile.

Il “piano B” è nient’altro che una contraccezione d’emergenza (ma non una pillola abortiva). Averlo è ancora possibile. Il piano B non deve essere conservato in frigorifero e ogni scatola dovrebbe avere una data di scadenza.

Un’altra forma di contraccezione di emergenza potrebbe essere quella di ottenere una spirale di rame, che aiuterà anche a proteggere i pazienti da gravidanze indesiderate.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...