La Corte Suprema della California sospende un processo contro due giornalisti anti-aborto

Dal 2017 i giornalisti David Robert Daleiden e Sandra Susan Merritt stanno combattendo in tribunale contro 15 accuse di reato per aver esposto il sistema corrotto di Planned Parenthood, un’organizzazione che si specializza in aborti. I due reporter nel 2015 hanno impersonato i dipendenti di un’azienda di ricerca biologica per riuscire a dimostrare che i feti abortiti da Planned Parenthood venivano venduti a pezzi per generare introito, un reato federale.

I loro video sotto copertura hanno scioccato la nazione, mostrando il sistema corrotto che aveva creato un mercato per la vendita delle parti abortite. Daleiden e Merritt sono accusati di aver violato la privacy di 14 cittadini e di aver cospirato l’invasione della privacy di privati per aver registrato i dipendenti di Planned Parenthood.

Venerdì la Corte Suprema della California ha temporaneamente sospeso il processo fino a nuovo avviso. La motivazione per la sospensione è stata la mancata imparzialità politica dell’organo giudicante e le accuse selettive.

DailyWire.com