Le migliori politiche fiscali di tutti i governatori d’America

I Governatori giocano un ruolo importante nella pubblica amministrazione americana: hanno infatti compiti delicati come, ad esempio, proporre il proprio budget alle assemblee parlamentari statali, scegliere quali tasse imporre e quali no (possono porre anche il veto), presentare leggi che prevedono un aumento o una riduzione della spesa dello Stato.

Il report dell’istituto indipendente CATO ha analizzato le migliori politiche fiscali di tutti i governatori d’America: in una scala da A a F, hanno assegnato una A ai governatori che hanno ridotto di più le spese e le tasse; una F a coloro i quali hanno incrementato di più spese e tasse.

Casualmente i primi 16 governatori sono tutti repubblicani: il primo democratico è il governatore del Montana, in 17° posizione.

I 5 governatori che hanno ricevuto una A per le loro politiche fiscali sono:

Susana Martínez (R) New Mexico – La prima donna latino-americana a guidare uno stato, nei suoi 8 anni di amministrazione ha ridotto le tasse sulle imprese, portandole dal 7.9% al 5.9%. Negli ultimi anni, nonostante le aziende petrolifere del New Mexico abbiano generato meno gettito, è riuscita comunque a bilanciare il budget e nel 2017 ha posto il veto su una proposta di budget che prevedeva degli aumenti di tasse e spese per un totale di 350 mln di dollari, avanzati dal partito democratico che controllava (e controlla tutt’ora) le due camere statali.

Henry McMaster (R) South Carolina – In office dal 24 gennaio 2017, ha proposto una riduzione della “personal income state tax” (l’equivalente da noi dell’Irpef, ma questa prelevata direttamente a livello statale) che porterebbe l’aliquota più alta dal 7 al 6%: uno sgravio fiscale di 400 mln. Il governatore ha già posto il veto all’aumento di 2 tasse: le accise statali ed il bollo dell’auto.

Doug Burgum (R) North Dakota – Finiti gli effetti del cosiddetto “boom energetico” del North Dakota, che ha generato un aumento del gettito fiscale dello Stato, nel suo primo mandato da governatore, Burgum si è focalizzato molto sul taglio della spesa per bilanciare il proprio Budget. La spesa nel suo primo mandato è stata ridotta del 5% e il governatore ha inoltre dato delle linee guida alle agenzie statali per tagliare il loro budget del 5% (escludendo l’assistenza sanitaria, Medicaid e il “K-12”, un programma scolastico statale)

Paul LePage (R) Maine – E’ stato per anni il governatore che attuato il maggior numero di politiche conservatrici dal punto di vista fiscale. Ha riformato il welfare, ridotto il numero di dipendenti statali e tagliato gli sprechi, riuscendo quindi a ridurre le tasse individuali e sulle imprese. Nel 2017 ha eliminato una sovrattassa del 3% sull’aliquota più alta dei cittadini del Maine. Nel corso degli anni ha posto il veto su numerose proposte di legge che prevedevano l’aumento di diverse imposte. Nell’ultima proposta di budget presentata dal governatore, ha promosso una “flat tax” al 5.75% e una riduzione della tassa sulle imprese.

Greg Abbot (R) Texas – Il governatore di uno degli stati più conservatori d’America ha assunto il governo dello stato nel 2015 (succedendo a Rick Perry) ed ha da subito portato avanti una politica di stretto conservatorismo fiscale, riducendo del 25% la “franchise tax”, una tassa alla quale sono soggette tutte le imprese che operano nel Texas (in poche parole, sarebbe una sorta di tassa sul “privilegio di fare business nello stato”) facendo risparmiare 1,3 miliardi alle imprese. Negli anni il governatore è riuscito a ridurre diverse tasse per diversi tipi di licenze, consentendo ai cittadini del Texas un risparmio di circa 125 milioni l’anno.

Quando vi chiederanno qual è la principale differenza tra democratici e repubblicani, saprete cosa rispondere! 😘

CATO Institute

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...