Il Dipartimento di Giustizia ha emesso un’ordinanza che vieta di concedere la libertà provvisoria agli immigrati illegali.

Martedì 16 aprile 2019, il Dipartimento di Giustizia ha emesso un ordine che impedirebbe ai giudici dell’immigrazione di concedere la libertà provvisoria a migliaia di migranti in cerca di asilo, facendoli attendere in prigione fino alla risoluzione dei loro casi.

L’ordine, emesso dal Procuratore generale William Barr, arriva quando i centri di detenzione sono sovraffollati e si allinea alla volontà del presidente Trump di porre fine alla politica del cd. “cattura e rilascio” dell’immigrato illegale, praticata al confine meridionale. Questa decisione sarà sicuramente contestata nei tribunali.

Un avvocato dell’immigrazione ha riferito ad Axios che questa decisione rappresenta uno sforzo da parte dell’amministrazione per far sì che la Corte suprema si esprima e stabilisca quali diritti abbiano effettivamente i migranti che attraversano il confine.

Questo è l’ultimo assalto dell’amministrazione Trump contro persone che fuggono dalle persecuzioni e cercano rifugio negli Stati Uniti. La nostra Costituzione non consente al governo di rinchiudere i richiedenti asilo senza il giusto processo di base. Chiameremo l’amministrazione a risponderne in tribunale.

ha aggiunto.

L’ordine entrerà in vigore tra 90 giorni, quindi il Dipartimento per la sicurezza interna “può condurre la necessaria pianificazione operativa”, ha scritto Barr.

L’ordine non si applica però ai migranti in cerca di asilo raccolti nei punti di ingresso lungo il confine. Colpisce solo coloro che sono stati arrestati dopo aver attraversato il paese illegalmente.

Secondo il New York Times, non si applica nemmeno ai minori non accompagnati o alle famiglie che hanno attraversato illegalmente il confine.

Una sentenza di vecchia data in un vecchio processo giudiziario ha affermato che il governo non può detenere figli o famiglie per più di 20 giorni, ma gli avvocati per i diritti degli immigrati hanno detto che l’ordine del signor Barr – se diventasse effettivo – potrebbe creare un precedente che il governo potrebbe usare per negare le udienze di garanzia e la libertà, per un numero ancora più ampio di immigrati.

osserva il Times.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...