Un piccolo passo per la limonata, un grande passo per i giovani imprenditori

Mercoledì la Camera del Texas ha approvato una legge che consentirà ai bambini di gestire i celebri banchetti di limonata senza dover ottenere un permesso.

L’House Bill 234, sponsorizzato dal Repubblicano del Texas Matt Krause (R-Fort Worth), consentirà ai bambini la gestione di banchetti di limonata o altre bancarelle temporanee che vendono bevande non alcoliche nei parchi pubblici e nelle proprietà private. Ha detto Krause:

Ieri è stato un piccolo passo per la limonata, oggi è un grande passo per i giovani imprenditori.

La legislazione è ora diretta al Senato del Texas per l’approvazione definitiva.

Il Governatore del Texas Greg Abbott (R) ha twittato il suo sostegno per il disegno di legge martedì, aggiungendo che sia però “un peccato” che i legislatori sia dovuti ricorrere ad una legge per rendere legale la limonata. Se il disegno di legge dovesse passare, si ribalterebbe il divieto alle bancarelle della limonata, istituito dal Texas Food Establishment, per le preoccupazioni relative alle bevande fatte in casa che violerebbero così i codici sanitari.

I dipartimenti di polizia locali hanno storicamente fatto i conti con i bambini che cercavano di fare un po’ di soldi rapidamente, allestendo temporaneamente bancarelle di limonata davanti alle loro case o nei parchi pubblici. La polizia di Denver fermò due giovani ragazzi che vendevano limonata nel 2018 perché non avevano ottenuto un permesso per operare come impresa; e nel 2015, la polizia aveva requisito a due ragazze del Texas il banchetto di limonata perché non avevano il permesso.

Il mito dei banchetti della limonata

Moltissimi sono i bambini americani che rinnovano un gioco, diventato costume nazionale, tanto da trasformare il caratteristico stand “fai da te” – con i bicchieroni di carta impilati, il dispensatore di limonata fresca e il listino dei prezzi scritto con l’aiuto di mamma e papà in bella vista – in un simbolo di americanità (che piace molto al cinema e alla TV), l’America che sa prendere di petto la vita, e celebra l’intraprendenza come valore da coltivare sin da piccoli.

La storia dei cosiddetti “lemonade stand” statunitensi, del resto, è tanto familiare quanto longeva: in auge da più di un secolo, agli anni ’50 risale l’illustrazione di Norman Rockwell che immortala la tradizione, fotografando una consuetudine sulle cui origini gli stessi americani hanno finito per smettere di interrogarsi, tanto è radicata in modo capillare.

Aggiornamento (11 Giugno 2019)

Il Texas ha legalizzato i banchetti della limonata dei bambini

Il governatore del Texas, Greg Abbott, ha approvato la legge che autorizza i “banchetti della limonata” gestiti dai bambini.

In Texas, finora, questi banchetti erano tecnicamente illegali perché, per ragioni sanitarie, è vietato vendere bevande fatte in casa. Per questo motivo, nel 2015 la polizia aveva fatto chiudere un banchetto di limonata gestito da due bambine.

La nuova legge, nata per evitare episodi di questo tipo, legalizza ufficialmente i…

banchetti per la vendita di bevande non alcoliche gestiti da minori su suolo pubblico, privato o nei parchi pubblici.

Entrerà in vigore dal 1 settembre.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...