Greg Abbott – Governatore del Texas

Il Governatore del ‘Lone Star State’

Greg Wayne Abbott nasce a Wichita Falls il 13 novembre del 1957. Quando ha 6 anni la famiglia si trasferisce a Longview e dopo l’inizio delle medie a Duncaville, nella contea di Dallas.  Quando il giovane Greg frequenta la seconda superiore, suo padre Calvin Roger Abbott muore per un arresto cardiaco.

Nel 1981, dopo essersi diplomato presso la Duncaville High School, consegue un Bachelor in Business Administration presso l’Università di Austin. Qui entra a far parte della confraternita Delta Tau Delta e si avvicina alla politica entrando nel club dei Giovani Repubblicani. Qui incontra Cecilia Phelan, figlia di immigrati messicani, che pochi mesi dopo diventa sua moglie: con lei ha adottato una bambina di nome Audrey.

Nel 1984 si è laureato come Juris Doctor presso la Law School Vanderbilt University di Nashville nel Tenessee. Greg Abbott ha 26 anni quando, il 14 luglio dello stesso anno, mentre sta facendo jogging durante una tempesta, una quercia cade su di lui rendendolo paraplegico e mandandolo su una sedia a rotelle.

La Carriera giudiziaria

La carriera giudiziaria di Greg Abbott comincia come Giudice di Stato presso la 129esima Corte Distrettuale della Contea di Houston, in seguito George W. Bush, allora Governatore del Texas, lo nomina per la Corte Suprema dello Stato. Abbott viene eletto per la più alta Corte di Stato per ben due volte. Nel 1996, sfidando il Libertariano John B. Hawley, e vincendo con l’84% delle preferenze. Dunque, nel 1998, fronteggia il Democratico David Van Os, vincendo con il 60%. Nel mentre, lavora nello Studio legale Bracewell e Giuliani LLC e ottiene una cattedra presso la School of Law dell’Università del Texas.

Quando, nel 2001, John Cornyn si dimette da Procuratore Generale del Texas per correre per un seggio al Senato degli Stati Uniti, Greg Abbott (che da tempo stava preparando la sua campagna) si dimette dalla Corte Suprema del Texas per sostituirlo. Abbott viene eletto nel 2002 sconfiggendo l’ex sindaco di Austin, il democratico Kirk Preston Watson, con il 57% delle preferenze ed il 2 dicembre dello stesso anno ha prestato giuramento.

Uno dei casi che hanno contribuito maggiormente a far conoscere Abbott fuori dal suolo texano è il famoso Caso Van Orden vs. Perry, avvenuto proprio durante il suo primo mandato. Il 2 marzo 2005, Abbot, fervente religioso e cattolico romano, è andato in giudizio alla Corte Suprema degli Stati Uniti, difendendo il monumento dei dieci comandamenti che si trova sulla base del Campidoglio del Texas ad Austin. La difesa di Abbott è appassionata e decisa, a tal punto che il giudice che si occupa del caso, John Paul Stevens, si complimenta con lui dicendo:

Voglio ringraziarvi per aver dimostrato che non è necessario stare al leggìo per fare un bel lavoro.

Alla fine la Sentenza arride al Procuratore del Texas, in quanto viene stabilito che la presenza dei dieci comandamenti non violava la clausola di cui al I° emendamento della Costituzione americana.

Nel 2006 corre per un secondo mandato, ritrovandosi contro il suo vecchio avversario, David Van Os, che sconfigge anche questa volta con il 60% delle preferenze. Durante il suo secondo mandato come procuratore, Greg Abbott ha avuto numerosi scontri con il presidente degli Stati Uniti, Barack Obama, soprattutto per quanto riguarda la riforma sanitaria Obamacare, gli standard per le emissioni di carbonio, i diritti dei transgender ecc. Ha intentato numerose cause contro importanti agenzie federali, quali l’Eviromental Protection Agency (EPA), il Dipartimento della Salute e dei Servizi Umani e il Dipartimento dell’Istruzione.

Secondo il Wall Street Journal, Greg Abbott avrebbe citato in causa l’amministrazione Obama almeno 44 volte durante il suo mandato come Procuratore Generale. Lo stesso Abbott, durante un’intervista in cui gli viene chiesto come si comporti a lavoro, risponde ironicamente:

La mattina vado in ufficio, faccio causa a Barack Obama e poi la sera torno a casa.

Corre per un terzo mandato nel 2010, sconfiggendo la democratica Barbara Ann Radnofsky e il libertariano Jon Roland con il 64% delle preferenze. Si attesta così come Procuratore Generale più longevo di tutta la storia del Texas.

L’elezione a Governatore

Il 14 luglio del 2013 Greg Abbott annuncia, in grande stile, di voler correre alla carica di Governatore del Texas. Lo fa con un discorso appassionato, davanti alle rovine di Fort Alamo, dove l’esercito messicano, guidato dal generale Antonio López de Santa Anna, massacrò nel 1836 i 189 miliziani texani che presidiavano il forte, i quali erano guidati da Davy Crockett, Jim Bowie e William Barrett Travi,s e lo fa in occasione del 29esimo anniversario dell’incidente che lo ha mandato sulla sedia a rotelle. Un’ottima strategia di marketing elettorale.

Nei primi mesi raccoglie $ 1,6 milioni per la sua campagna e durante i vari rally e comizi, critica duramente la corruzione presente nel Texas meridionale, definendola:

Una situazione da Terzo Mondo.

Abbott ha vinto le primarie repubblicane il 4 marzo 2014, con 1.219.903, ovvero il 91,5% degli scrutini.

Il 4 novembre del 2014, Greg Abbott viene eletto Governatore del Texas, battendo la candidata democratica Wendy Davis, e ottenendo il 60% delle preferenze. Abbott presta giuramento come governatore il 20 gennaio 2015.

L’amministrazione

Durante il suo primo mandato ha messo in atto una politica tipicamente conservatrice in molti ambiti.

Per quanto riguarda la sanità, Abbott ha previsto, nel 2015, un taglio di $ 150 milioni sulla copertura per le terapie destinate ai bambini da Medicaid. Nel novembre del 2016 ha fatto approvare una serie di regolamentazioni rivolte alle strutture che eseguono aborti, imponendo di seppellire o cremare il feto abortito. Il 25 gennaio del 2017 un Giudice federale si è pronunciato contro la legge, ma il Texas ha promesso che si sarebbe appellato alla sentenza. Abbott, inoltre, il 6 giugno 2017 ha firmato un altro provvedimento in tal senso, dove si richiede di seppellire o cremare i bambini abortiti e si vieta lo smembramento e l’aborto parziale.

Per quanto riguarda la detenzione delle armi da fuoco, Abbott ha firmato il 13 giugno del 2015 una legge che consente il cosiddetto “campus carry”, ovvero la possibilità di ottenere una licenza che consenta di portare una pistola all’interno di un complesso universitario pubblico. Il 26 maggio 2017 ha, inoltre, approvato una legge per abbassare la pena per chi detenga un’arma da fuoco senza esserne autorizzato. Dopo la sparatoria avvenuta all’interno della Santa Fe High School, il 18 maggio 2018, Abbott ha annunciato di aver cominciato a lavorare insieme ai legislatori delle comunità statali del Texas su proposte mirate a prevenire la violenza armata nelle scuole.

Per quanto concerne i temi etici, l’11 gennaio 2015 Abbott firma il “Past Protection Act” che consente ai ministri del culto di non sposare una coppia omosessuale se sentono che questo contrasta con le loro convinzioni religiose. Il 21 maggio 2017 Abbott ha firmato un provvedimento che impedisce alle amministrazioni statale o locali di citare in giudizio i sermoni dei pastori. Il 15 giugno del 2017 Abbott firma il Bill 3859, una legge che consente ai gruppi religiosi, che lavorano attraverso il sistema di Welfare per i minori del Texas, di negare l’adozione dei minori stessi, qualora questo vada in contrasto con le loro convinzioni religiose. Questa legge sull’adozione ha causato l’indignazione del Partito Democratico e delle varie associazioni LGBT e per la difesa delle minoranze religiose. Per questo, la California ha aggiunto il Texas alla lista degli Stati nei quali è vietato recarsi in viaggio al suo Governatore.

Abbott ha ricevuto molte critiche per una proposta di legge in discussione, meglio conosciuta come “bathroom bill”, che avrebbe imposto alle persone transgender di usare solo il bagno del sesso riportato nel loro certificato di nascita e non uno a propria scelta. Un disegno di legge che ha causato l’indignazione di molte aziende big-tech, tra cui Facebook, Microsoft, Amazon e Apple, che il 27 maggio dello stesso anno hanno scritto una lettera in cui si chiedeva di non approvare una simile legislazione. La legge non è mai stata firmata e Abbott ha più tardi dichiarato come non fosse nella sua agenda.

Per quanto riguarda le tematiche ambientali, Greg Abbott, pur credendo al climate change, è tuttavia scettico circa l’effettiva responsabilità umana in questo fenomeno.
All’inizio del 2014 ha, infatti, preso parte ad una serie di sessioni strategiche tenutesi presso la Camera di Commercio degli Stati Uniti (a Washington D.C.) per ideare una strategia legale che consentisse di smantellare le leggi federali sui cambiamenti climatici.
Nel 2016 egli appoggia la nomina di Scott Pruitt alla guida del l’Eviromental Protection Agency (EPA).

(VIDEO) 2018 re-election campaign promo

Abbott è stato riconfermato per un secondo mandato come governatore, battendo il moderato Joe Straus durante le primarie del Partito Repubblicano e poi sconfiggendo, il 6 novembre del 2018, la democratica Lupe Valdez con il 57% dei voti.

Curiosità

Greg Abbott è un cattolico devoto al rito romano, vicino alla destra religiosa del Partito Repubblicano (i cosiddetti teocons).

Il fatto di essere sposato con una donna di origine messicana, pur non conoscendo Abbott la lingua spagnola, gli ha permesso di riscuotere sempre un forte consenso presso la comunità ispanica texana.

Abbott è un forte sostenitore di un maggior decentramento del potere politico a favore dei singoli Stati contro il governo federale.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...