Nel 2020 gli USA saranno esportatori di Energia

Lo dichiara l’EIA (Energy Information Administration) che l’America per la prima volta dal 1950 esporterà più energia di quanta ne importerà. L’aumento nella produzione di petrolio, gas naturale e gas naturale liquefatto (LNG) supererà la crescita domestica dei consumi energetici. Gli USA, dal 1953, sono importatori netti di energia, un periodo nel cui i volumi di scambio erano assai minori e l’importazione equivaleva a circa 2,3 quadrilioni (milioni di miliardi) di BTU (British Termal Units) toccando l’apice nel 2005 con 35 quadrilioni di BTU. Le esportazioni sono cresciute di molto passando da 4 a 20 milioni di miliardi di BTU nel 2018.

Nel report rilasciato dall’EIA, chiamato “Annual Energy Outlook” (AEO) , gli USA esporteranno più petrolio e altri idrocarburi rispetto a quanto ne importeranno, considerando che la produzione domestica aumenterà mentre i consumi diminuiranno. Alla fine del periodo di previsione, l’America torna ad essere un paese esportatore, con un aumento dei consumi interni ed una diminuzione della produzione. Uno dei fattori trainanti sono le esportazioni di Gas Naturale liquefatto (LNG), sopratutto verso il Messico e – proprio in questi ultimi mesi – verso l’Unione Europea. Al momento gli Stati Uniti possiedono un vantaggio competitivo, dato dalle elevate tecnologie di estrazione del gas, che consentono loro di soddisfare la domanda, specialmente nel dinamico mercato asiatico.

Nel documento si legge inoltre che dal 2030 nuovi player entreranno in gioco e l’America perderà questo vantaggio. Considerando i vari scenari ipotizzati nell’AEO, ulteriori abbassamenti del prezzo del petrolio comporterebbero una minor produzione sia dell’oro nero che del gas, riducendo dal 2050 al 2035 il periodo in cui gli USA esporteranno costantemente energia.

Questo ci fa capire l’importanza strategica della produzione energetica, che riguarda non solo molti posti di lavoro in uno Stato ma anche il peso geopolitico di quest’ultimo. È un concetto abbastanza semplice a tal punto che forse, anche la Ocasio-Cortez, un giorno lo potrà capire.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...