Sondaggio: La maggioranza degli americani preferisce il muro al confine piuttosto del “Green New Deal”

Il 51% degli americani afferma che preferirebbe avere il Muro al confine meridionale degli Stati Uniti, rispetto al 31% che afferma di volere il Green New Deal, secondo un sondaggio pubblicato da Remington Research Group.

Gli elettori Repubblicani hanno detto che preferirebbero un muro di confine con un margine del 68%, mentre gli elettori Indipendenti hanno dichiarato che preferirebbero un muro di confine con un margine di 2 a 1.

Complessivamente, la maggioranza degli americani, o il 52%, ha dichiarato di opporsi al Green New Deal. Il 51% dei Democratici sostiene il programma ambientale verde e radicale, mentre Repubblicani e Indipendenti si oppongono in modo schiacciante all’idea della rappresentante Alexandria Ocasio-Cortez (D-NY).

GND-1.jpg

Titus Bond, presidente del Remington Research Group, ha detto che i democratici stanno già combattendo una dura battaglia per convincere i Repubblicani e gli Indipendenti a sostenere il Green New Deal, mentre devono ancora cercare di fare appello alla loro base.

Il sondaggio Remington ha mostrato che gli americani si oppongono in maniera schiacciante anche ad un sistema sanitario unico pagato del governo federale.

Il sondaggio è il risultato di uno studio condotto dall’American Action Forum (AAF) che ha rivelato che il Green New Deal di Ocasio-Cortez potrebbe costare fino a $ 93 trilioni nei prossimi dieci anni: la cifra equivarrebbe a oltre quattro volte il debito nazionale.

“Il New Deal verde è chiaramente troppo costoso“, ha affermato AAF nella sua relazione. “È un’ulteriore espansione del ruolo del governo federale in alcune delle decisioni più basilari della vita quotidiana, tuttavia, avrebbe probabilmente per questo un impatto più duraturo e dannoso rispetto che al suo enorme prezzo”.

L’American Action Forum (AAF), presieduto dall’ex Direttore dell’Ufficio del Bilancio del Congresso, Douglas Holtz-Eakin, guida con orgoglio il centro-destra americano sulle questioni di politica economica e fiscale. Combina analisi tempestive e moderne strategie di comunicazione per promuovere soluzioni innovative e di libero mercato per costruire un futuro più forte e più prospero. E’ stato fondato nel 2009.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...