Il segreto di Trump per la vittoria nel 2020: gli elettori ispanici

Secondo POLITICO, è in crescita il consenso di Trump tra gli ispanici. L’economia americana viaggia e sotto di lui il tasso di disoccupazione tra i Latinos è sceso al minimo storico. Oggi 2/3 degli americani di origine ispanica sono nati sul suolo statunitense e sono meno legati alla questione migratoria rispetto al passato. L’approvazione del lavoro del Presidente tra loro è cresciuta, secondo alcuni sondaggi, tra il 40% (massimo) e il 32%: al momento, questo tasso potrebbe verosimilmente attestarsi al 35-36%.

Un ottimo risultato per Trump ed il GOP visto che, all’indomani delle Presidenziali del 2016, si pensava prendesse solamente il 18% del voto dei latinos (in realtà alla fine prese il 28%). Se gli ispanici americani continueranno a dimostratre una crescente approvazione verso Trump, questi potrebbe essere sul punto di eguagliare o superare il 40% conseguito da George W. Bush nel 2004.

Può essere un duro colpo per un Partito Democratico che ha proiettato tutto il suo futuro e la sua base elettorale sulle minoranze: nella convinzione che – dato che il quadro demografico dell’America sta effettivamente cambiando – l’ideale liberal della “coalizione multirazziale”, in grado di prendersi tutti i voti delle minoranze (che sono in crescita demografica) potesse far giocare il cambiamento demografico a suo favore. Ma ora potrebbe ritrovarsi a perdere.

Quelle del 2020 saranno le prime elezioni americane in cui gli ispanici costituiranno la più grande minoranza etnica o razziale dell’elettorato, secondo il Pew Research Center. Pew stima che 32 milioni di ispanici avranno diritto al voto: ben 2 milioni in più degli elettori neri ed oltre il 13% dell’elettorato.

Se Trump riuscirà a migliorare la sua approvazione tra gli ispanici anche solo di 12 punti percentuali rispetto ai numeri del 2016 (arrivando così al 40%, la quota Bush Jr.) con il crescere dell’elettorato ispanico, Florida, Arizona, Georgia e Carolina del Nord sarebbero fuori dai giochi per i democratici, che avrebbero così bisogno di riprendersi Michigan, Pennsylvania e Wisconsin per raggiungere i 270 voti necessari a vincere il collegio elettorale e la Casa Bianca. Ma, allo stesso tempo, quell’incremento di 12 punti darebbe a Trump una chiara possibilità di vincere anche in Colorado ed in Nevada, Stati in cui gli elettori ispanici rappresentano ben oltre il 10% dell’elettorato (20,7% nel Colorado e 16,8% in Nevada) e dove la Clinton vinse di soli 5 punti percentuali o meno nel 2016.

E se il percorso democratico verso la presidenza sembra duro senza un sostegno ispanico travolgente, il controllo del Senato sembra quasi impossibile. Qualsiasi scenario realistico per ottenere i 3 seggi necessari (4 se si contasse la rielezione del vice-presidente Mike Pence), richiederebbe che i Democratici riuscissero a sconfiggere almeno i senatori repubblicani, in corsa per la riconferma, Cory Gardner in Colorado e Martha McSally in Arizona. Entrambi gli Stati hanno un elettorato ispanico superiore alla media nazionale. Gardner vinse il suo seggio nel 2014, dividendo a metà il voto ispanico. McSally, che è stata appena nominata per coprire il seggio senatorio lasciato vacante alla morte di John McCain, aveva perso per poco la sua corsa del 2018 contro Kyrsten Sinema, vincendo però il 30% del voto ispanico nel suo Stato. Qualsiasi miglioramento nel consenso tra gli ispanici dei repubblicani potrebbe facilmente riportare Gardner e McSally al Senato e lasciare così i democratici ancora in minoranza.

6d4bd51bbbc7862f482e13ec706d71b9.jpg

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...